Categorie
Costume & Società

Angelina Jolie vince l’Oscar per l’impegno umanitario e ringrazia la sua famiglia

Sabato sera, Angelina Jolie ha ricevuto il Jean Hersholt Humanitarian Award alla cerimonia dei Governors Awards. Il premio umanitario è stato assegnato all’attrice, per il suo lavoro di beneficenza con l’Agenzia ONU per i rifugiati, un progetto, per il quale ha fatto più di 40 missioni sul campo, tra cui aiutare i profughi dalla Cambogia e della Siria.

In una sala gremita al Grand Ballroom di Hollywood and Highland Center, il regista George Lucas ha consegnato il riconoscimento ad Angelina Jolie, che è stata sopraffatta dagli applausi. Emozionata fin quasi alle lacrime, l’attrice, che è stata accompagnata all’evento da Brad Pitt e Maddox, il figlio di 12 anni, non ha potuto che ringraziare la sua famiglia; ecco le sue parole:

miei amori, la vostra guida e il vostro sostegno rendono possibile tutto quello che faccio. Mad non piangerò, promesso. Non voglio metterti in imbarazzo. Tu e i tuoi fratelli siete la mia felicità. Angelina Jolie in SiriaE non c’è onore più grande in questo mondo di quello di essere vostra madre”.

Angelina Jolie ha anche colto l’occasione, per ringraziare e ricordare la sua più grande fonte d’ispirazione, sua madre, morta nel 2006 per un tumore al seno:

mia madre ama l’arte. Amava il cinema. Ha sostenuto qualsiasi cosa pazza che ho fatto, ma quando qualcosa aveva un senso, lei teneva a dirmi ‘questo è il motivo per cui fare cinema’. Non ha mai avuto una carriera come artista. Non ha mai avuto la possibilità di esprimere se stessa…ma ha voluto che io e Jamie conoscessimo il significato di una vita come artisti, e lei ci ha dato questa possibilità. Lei mi ha dato amore e fiducia”.

Categorie
Gossip

Vanessa Hudgens difende la sua immagine sognando una famiglia e l’Oscar

È diventata famosa per il suo ruolo della dolce e candida Gabriella, nel film musicale della Disney, “High School Musical” – ma, ora, appare sexy come non mai sulla copertina di Marie Claire. In una foto, la 24enne indossa un top nero scollato mentre in un altro scatto, Vanessa appare seducente, con un top, un paio di pantaloncini bianchi e una giacca sportiva color avorio, mentre si guarda allo specchio.

Nell’intervista sulla rivista, l’attrice si difende dalle accuse di droga e dalle critiche mediatiche sulla sua immagine: “sto così bene con me stessa, e focalizzo la mia attenzione su ciò che amo e ciò che mi dà forza. Sono orgogliosissima per le cose che ho fatto finora. Perciò non m’importa se qualcuno mi critica. Bisogna fare la scelta se essere felici o no. Io scelgo di essere felice. E sta andando tutto abbastanza bene”.

Come molte giovani celebrità, Vanessa Hudgens è criticata per il suo modo di vestire – top corti, pantaloncini sgambati e gonne a vita bassa; ne 2011, l’attrice è stata, persino, accusata di consumo di droga, quando è stata avvistata al Coachella Festival, mentre leccava una sostanza bianca dalle dita. Vanessa si è discolpata, affermando vanessa hudgensche era cioccolato bianco e non cocaina; ha dichiarato: “Non ho potuto fare altro che ridere. E’ incredibile la gente ami creare qualcosa dal nulla. Sono un essere umano come tutti gli altri”.

L’attrice, che sarà presente nel film d’azione “Machete Kills” di Robert Rodriguez, ha manifestato il suo entusiasmo, nell’interpretare ruoli rischiosi e animati. E per quanto riguarda il futuro, Vanessa ha rivelato le sue priorità: “una Ford Mustang d’epoca, figli e un Oscar”.

Categorie
Cinema

David di Donatello – Nomination 2013

Presentati oggi alla stampa italiana di settore le cinquine di nominati alla 57esima edizione dei David di Donatello, il prestigioso premio cinematografico chiamato anche “Oscar del cinema italiano”.

E il sapore quest’anno è veramente quello del grande cinema, dal momento che nelle categorie principali si scontrano i più grandi nomi del nostro cinema, noti anche all’estero  Da Gabriele Salvatores e Giuseppe Tornatore, che di Oscar, quelli veri, se ne intendono, passando per l’amatissimo Bertolucci, e arrivando al bravissimo Matteo Garrone, trai migliori registi italiani conosciuti in tutto il mondo e amato, tra gli altri, anche dal grande Martin Scorsese.

Tuttavia, il film con più nomination è il polemico Diaz, di Daniele Vicari, con 13 nomination e che racconta le tragiche e discusse vicende della scuola Diaz durante il G8 di Genova. Tra l’Educazione Siberiana di Salvatores e La Migliore offerta di Tornatore (11 e 12 nomination a testa), spunta anche Viva la Libertà, di Roberto Andò, con ben 12 nomination.david-donatello-nomination-2013

Reality, il film capolavoro di Matteo Garrone, ha ottenuto invece 11 nomination. Una sfida per pochi che però sembra davvero indicare che per pochissime eccezioni il cinema italiano vanta ancora autori di prestigio. Bisognerebbe adesso cercare di riempire di talento lo spazio che c’è ‘dietro’ a questi ultimi nomi!

Ecco tutte le nomination:

MIGLIOR FILM

– DIAZ – prodotto da Domenico Procacci per la regia di Daniele Vicari

– EDUCAZIONE SIBERIANA – prodotto da Riccardo Tozzi, Giovanni Stabilini, Marco Chimenz per Cattleya con Rai Cinema per la regia di Gabriele Salvatores

– IO E TE – prodotto da Fiction, Wildside per la regia di Bernardo Bertolucci

– LA MIGLIORE OFFERTA prodotto da Isabella Cocuzza e Arturo Paglia per Paco Cinematografica per la regia di Giuseppe Tornatore

– VIVA LA LIBERTÁ – prodotto da Angelo Barbagallo per Bibi Film e Rai Cinema per la regia di Roberto Andò

MIGLIORE REGISTA

Bernardo BERTOLUCCI Io e te

Matteo GARRONE Reality

Gabriele SALVATORES Educazione siberiana

Giuseppe TORNATORE La migliore offerta

Daniele VICARI Diaz

MIGLIORE REGISTA ESORDIENTE

Leonardo DI COSTANZO L’intervallo

Giorgia FARINA Amiche da morire

Alessandro GASSMANN Razzabastarda

Luigi LO CASCIO La città ideale

Laura MORANTE Ciliegine

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Niccolò AMMANITI, Umberto CONTARELLO, Francesca MARCIANO, Bernardo BERTOLUCCI Io e te

Giuseppe TORNATORE La migliore offerta

Maurizio BRAUCCI, Ugo CHITI, Matteo GARRONE, Massimo GAUDIOSO Reality

Ivan COTRONEO, Francesca MARCIANO, Maria Sole TOGNAZZI Viaggio sola

Roberto ANDÓ, Angelo PASQUINI Viva la libertà

MIGLIORE PRODUTTORE

Fabrizio MOSCA Alì ha gli occhi azzurri

Domenico PROCACCI Diaz

Riccardo TOZZI, Giovanni STABILINI, Marco CHIMENZ per Cattleya con Rai Cinema Educazione siberiana

Isabella COCUZZA e Arturo PAGLIA per Paco Cinematografica La migliore offerta

Angelo BARBAGALLO per Bibi Film e Rai Cinema Viva la libertà

MIGLIORE ATTRICE PROTAGONISTA

Valeria BRUNI TEDESCHI Viva la libertà

Margherita BUY Viaggio sola

Federica Victoria CAIOZZO in arte Thony Tutti i santi giorni

Tea FALCO Io e te

Jasmine TRINCA Un giorno devi andare

MIGLIORE ATTORE PROTAGONISTA (con un ex aequo)

Aniello ARENA Reality

Sergio CASTELLITTO Una famiglia perfetta

Roberto HERLITZKA Il rosso e il blu

Luca MARINELLI Tutti i santi giorni

Valerio MASTANDREA Gli equilibristi

Toni SERVILLO Viva la libertà

MIGLIORE ATTRICE NON PROTAGONISTA (con un ex aequo)

Ambra ANGIOLINI Viva l’Italia

Anna BONAIUTO Viva la libertà

Rosabell LAURENTI SELLERS Gli equilibristi

Francesca NERI Una famiglia perfetta

Fabrizia SACCHI Viaggio sola

Maya SANSA Bella addormentata

MIGLIORE ATTORE NON PROTAGONISTA

Stefano ACCORSI Viaggio sola

Giuseppe BATTISTON Il comandante e la cicogna

Marco GIALLINI Buongiorno papà

Valerio MASTANDREA Viva la libertà

Claudio SANTAMARIA Diaz

MIGLIORE DIRETTORE DELLA FOTOGRAFIA

Fabio CIANCHETTI Io e te

Gherardo GOSSI Diaz

Marco ONORATO Reality

Italo PETRICCIONE Educazione siberiana

Fabio ZAMARION La migliore offerta

MIGLIOR MUSICISTA

Alexandre DESPLAT Reality

Ennio MORRICONE La migliore offerta

Mauro PAGANI Educazione siberiana

Franco PIERSANTI Io e te

Teho TEARDO Diaz

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE

“FARE A MENO DI TE”

musica di Gianluca MISITI e Laura MARAFIOTI, testi di Laura MARAFIOTI interpretata da LA ELLE Buongiorno papà

“NOVIJ DEN”

musica e testi di Mauro PAGANI interpretata da Dariana KOUMANOVA Educazione siberiana

“LA VITA POSSIBILE”

musica di PIVIO e Aldo DE SCALZI, testi e interpretazione di Francesco RENGA Razzabastarda

“TUTTI I SANTI GIORNI”

musica e testi di Simone LENZI, Antonio BARDI, Giulio POMPONI, Valerio GRISELLI, Matteo PASTORELLI e Daniele CATALUCCI interpretata da VIRGINIANA MILLER Tutti i santi giorni

“TWICE BORN”

musica e testi di Arturo ANNECCHINO, interpretata da Angelica PONTI Venuto al mondo

MIGLIORE SCENOGRAFO

Paolo BONFINI Reality

Marco DENTICI E’ stato il figlio

Marta MAFFUCCI Diaz

Rita RABASSINI Educazione siberiana

Maurizio SABATINI, Raffaella GIOVANNETTI La migliore offerta

MIGLIORE COSTUMISTA

Patrizia CHERICONI Educazione siberiana

Grazia COLOMBINI E’ stato il figlio

Alessandro LAI Appartamento ad Atene

Maurizio MILLENOTTI La migliore offerta

Roberta VECCHI, Francesca VECCHI Diaz

Maurizio Millenotti era in cinquina anche per il film Reality, ma da regolamento è entrato solo con il film più votato

MIGLIORE TRUCCATORE

Dalia COLLI Reality

Enrico IACOPONI Viva la libertà

Enrico IACOPONI, Maurizio NARDI Educazione siberiana

Mario MICHISANTI Diaz

Luigi ROCCHETTI La migliore offerta

MIGLIORE ACCONCIATORE

Carlo BARUCCI, Marco PERNA Viva la libertà

Stefano CECCARELLI La migliore offerta

Giorgio GREGORINI Diaz

Francesco PEGORETTI Educazione Siberiana

Daniela TARTARI Reality

MIGLIORE MONTATORE

Benni ATRIA Diaz

– Clelio BENEVENTO Viva la libertà

Walter FASANO Viaggio sola

Massimo QUAGLIA La migliore offerta                             

Marco SPOLETINI Reality

MIGLIOR FONICO DI PRESA DIRETTA

Gaetano CARITO Bella addormentata

Fulgenzio CECCON Viva la libertà

Maricetta LOMBARDO Reality

Gilberto MARTINELLI La migliore offerta

Remo UGOLINELLI, Alessandro PALMERINI Diaz

Remo Ugolinelli e Alessandro Palmerini erano in cinquina anche per il film Io e te, ma da regolamento sono entrati solo con il film più votato

MIGLIORI EFFETTI DIGITALI

STORYTELLER – Mario ZANOT Diaz      

Andrea MAROTTI Dracula di Dario Argento

Paola TRISOGLIO e Stefano MARINONI per VISUALOGIE Educazione siberiana

WONDERLAB di Bruno ALBI MARINI Reality

Gianluca DENTICI per Reset V Viva la libertà

Storyteller – Mario Zanot era in cinquina anche per il film La migliore offerta, ma da regolamento è entrato solo con il film più votat

MIGLIOR FILM DELL’UNIONE EUROPEA

007 SKYFALL di Sam MENDES (Warner Bros)

AMOUR di Michael HANEKE (Teodora Film e Spazio Cinema)

ANNA KARENINA di Joe WRIGHT (NBCUniversal)

QUARTET di Dustin HOFFMAN (BIM)

UN SAPORE DI RUGGINE E OSSA di Jacques AUDIARD (BIM)

MIGLIOR FILM STRANIERO

ARGO di Ben AFFLECK (Warner Bros)

DJANGO di Quentin TARANTINO (Warner Bros)

IL LATO POSITIVO di David O. RUSSELL (Eagle Pictures)

LINCOLN di Steven SPIELBERG (20th Century Fox)

VITA DI PI di Ang LEE (20th Century Fox)

L’apposita Giuria, composta da Andrea Piersanti, Presidente, Francesca Calvelli, Enzo Decaro, Leonardo Diberti, Paolo Fondato, Enrico Magrelli, Lamberto Mancini, Mario Mazzetti, Paolo Mereghetti, comunica le cinquine del miglior documentario di lungometraggio e del miglior cortometraggio.

MIGLIOR DOCUMENTARIO DI LUNGOMETRAGGIO 

ANIJA (La nave) di Roland Sejko         

BAD WEATHER di Giovanni Giommi

FRATELLI & SORELLE – STORIE DI CARCERE di Barbara Cupisti

NADEA E SVETA di Maura Delpero

PEZZI di Luca Ferrari

Il miglior documentario di lungometraggio Premio David di Donatello 2013 è:

ANIJA (La nave) di Roland Sejko

MIGLIOR CORTOMETRAGGIO

 AMMORE di Paolo Sassanelli

CARGO  di Carlo Sironi

L’ESECUZIONE di Enrico Iannaccone

PRETI di Astutillo Smeriglia

SETTANTA di Pippo Mezzapesa

Il miglior cortometraggio Premio David di Donatello 2013 è:

L’ESECUZIONE di Enrico Iannaccone

Oltre 6000 giovani delle scuole superiori di tutta Italia votano per il

DAVID GIOVANI 

– LA MIGLIORE OFFERTA di Giuseppe Tornatore          

– IL PRINCIPE ABUSIVO di Alessandro Siani

– UNA FAMIGLIA PERFETTA di Paolo Genovese

– VENUTO AL MONDO di Sergio Castellitto

– VIVA L’ITALIA di Massimiliano Bruno

Categorie
Gossip

Kristen Stewart notte da Oscar, dopo giorni da incubo con Robert Pattinson

Tutti sanno che Robert Pattinson è ancora in Australia per girare le ultime scene del suo nuovo film, che presto vedremo nelle sale, così il fatto che Kristen Stewart abbia partecipato da sola alla Notte degli Oscar, non era una cosa inaspettata e insolita. Ma quanto accaduto, invece, getta l’ennesimo cono d’ombra sullo stato del rapporto tra le due star della saga di Twilight.

kristen-stewart_OscarKristen è apparsa sul tappeto rosso di Los Angeles claudicante, con tanto di stampelle. Ed oltre al suo consueto fascino etereo era impossibile non notare l’aria triste del suo volto, lo sguardo basso e gli occhi molto abbattuti, quasi lucidi in alcune fasi, anche quando è salita sul palco per annunciare il vincitore dell’Oscar per la migliore scenografia. Insomma, sembra proprio che non fosse in piena forma e non solo per il dolore fisico, ma per qualcosa di più.

Non si sa se sia solo la lontananza dal suo amato Robert Pattinson, certo è che qualcosa tra i due non va. Vedremo tra pochi giorni, quando termineranno le riprese in Australia, se tra i due tornerà il sereno o se questa storia d’amore, seguitissima, sarà giunta al capolinea, dopo tradimenti, alti e bassi e tanti tanti litigi.

Categorie
Cinema

Nominations agli Oscar 2013. Presentano Seth McFarlane ed Emma Stone

Attesissime e anche un po’ scontate, sono arrivate in settimana le nominations agli Oscar 2013. I prestigiosi contendenti per i premi dell’Academy sono stati annunciati da Seth McFarlane, protagonista del box office autunnale con il suo esordio alla regia Ted e che presenterà anche la serata di premiazione del 10 febbraio, accompagnato dalla bella e brava Emma Stone, sempre elegante e soprattutto simpaticissima.

Ma veniamo al dunque e andiamo a vedere quali sono stati i film ad avere avuto un maggior numero di candidature:  capeggia la lista Lincoln, con ben 12 nominations, tra cui miglior film, regia, attore protagonista, attore e attrice non protagonista e colonna sonora, segue ad un passo Vita di Pi, con 11 nomination, delle quali la maggior parte tecniche, e ancora, Il Lato Positivo – Silver Linings Playbook e Les Misérables con otto, il bellissimo Argo con 7, Amour, Zero DarkThirty e Django Unchained con cinque e il misterioso (qui in Italia) Beasts of the southern wild con quattro nominations.

Tutti questi film gareggiano nella categoria più ambita, ovvero quella di miglior film, e sicuramente ne vedremo delle belle dal momento che si scontrano grandi registi, grandi storie e grandi film soprattutto. La regia invece sembra quasi una replica degli anni passati Con Davd O. Russel, Ang Lee Steven Spielberg, nomi noti all’Academy, con Michael Hanake, strana presenza straniera e il fuoriquota Benh Zeitlin che vanta uno dei film che speriamo riservi belle sorprese agli Oscar.

Tutto da decidere per la categoria miglior attore protagonista poiché si scontreranno grandissime performance, oltre che grandissimi attori, tra cui Daniel Day-Lewis, Hugh Jackman, Joaquin Phoenix e Denzel Washington che si vedono insidiare dal neo candidato Bradley Cooper, che ha partecipato a questo film, Il Lato Positivo, che sta raccogliendo a qualsiasi tipo di riconoscimento in questa season awards.

La controparte femminile che questa folgorante cinquina sono Naomi Watts, Jessica Chastain (data per favorita), Jennifer Lawrence, Emmanuelle Riva (la nominata più vecchia di sempre ad 85 anni) e Quvenzhané Wallis (che invece è la più giovane mai nominata a 9 anni).

Sembra invece fatta per i non protagonisti categorie in cui potrebbero quasi sicuramente trionfare Philip Seymour Hoffman e Anne Hathaway, mentre il gioco è apertissimo per quanto riguarda il miglior film d’animazione che vede scontrarsi due film Disney (uno Disney Pixar) oltre a film d’autore e film indipendenti. I titoli sono: Ribelle – The Brave, Frankenweenie, ParaNorman, Pirati! Briganti da strapazzo e Ralph Spaccatutto.

Ovviamente i pronostici sono appena cominciati e mente qualcuno si affligge per le mancate nominations dei propri beniamini (vedi l’assenza di Leonardo DiCaprio) qualcun altro già comincia a calcolare probabilità ed a fare scommesse. Al 10 febbraio l’ardua sentenza!

Categorie
Cinema

#KristenStewartDeservesOscar: per Kristen Stewart un Oscar su Twitter

Questa domenica, su Twitter, sta impazzando un nuovo hashtag: #KristenStewartDeservesOscar. Volendo tradurlo potremmo scrivere: Kristen Stewart merita l’Oscar.

Morale? Sul social network cinguettante sembra che tutti i fan della Bella di Twilight stiano chiedendo a gran voce un riconoscimento per la bravura della loro eroina.

Ed ecco arrivare tweet a centinaia dei vari utenti che, chi più chi meno, esprimono il loro parere sulla bravura di Kristen Stewart. Ecco alcuni fra i messaggi che stanno girando su Twitter:

#kristenstewartdeservesoscar ha solo 22 anni ed è giovanissima, ma con la bellezza di 30 film se lo merita. La amo.

non sono una sua fan, ma di sicuro si merita l’oscar. (:#KristenStewartDeservesOscar

#KristenStewartDeservesOscar SE LA CHIAMANO PER FARE TANTISSIMI FILM CI SARA’ UN MOTIVO,NO? E’ LA MIGLIORE.

#KristenStewartDeservesOscar io ho visto pochi dei suoi film oltre twilight. peró in ‘speak – le parole non dette’ è stata grandiosa.

#KristenStewartDeservesOscar se avete visto almeno un suo film sapete quanto se lo merita.

#KristenStewartDeservesOscar perchè è la miglior attrice della nostra generazione.

…e si potrebbe continuare ancora per molto.

Ma da cosa esce questo hashtag? A Kristen Stewart Oscar Twitter #KristenStewartDeservesOscarquanto pare tutto nasce da un rumors online, secondo cui sembrerebbe che Kristen Stewart potrebbe ricevere una nomination agli Oscar 2013.

Ed allora apriti cielo: ecco arrivare messaggi su messaggi, tweet su tweet, da parte di tutti i fan di Kristen Stewart che la vedrebbero più che bene con un Oscar fra le mani.

Sarà così? Difficile da dirsi, per il momento proviamo a giocare anche noi e vi chiediamo: vedreste bene una nomination agli Oscar per Kristen Stewart?

Categorie
Gossip

Robert Pattinson dopo gli Oscar con Kristen Stewart lo strip club a Berlino

Per Robert Pattinson e Kristen Stewart ci sono forse nuove nubi all’orizzonte? Dopo la notte brava con Sarah Roemer, fra i due bellissimi della saga Twilight c’è voluto quasi un mese perché tutto tornasse normale e le male lingue tacessero, ma sembra proprio che Robert se le vada a cercare…

Robert Pattinson Bel AmiCosì, dopo l’aria da coppia perfetta che Robert e Kristen hanno mostrato durante gli eventi a contorno della notte degli Oscar, tutti pensavano che i problemi fra i due fossero svaniti, cancellati da un amore nato sul set, ma reso forte e reale dalla vita. Ma ecco la doccia fredda, Robert Pattinson in tour per il suo film a Berlino si fa beccare mentre “visita”, con padre al seguito, uno degli strip club più famosi della capitale tedesca, il KitKatClub. Facile pensare cosa abbia potuto fare visto che in Germania gli strip club sono legali e sono molto simili a quelle che in Italia venivano definite “case chiuse”. Questa è la chicca che riporta Showbizspy!

Insomma, sicuramente Kristen Stewart non avrà preso bene la notizia. Vedremo se fra i due ci sarà una nuova burrasca, oppure, se Kristen si fiderà di quanto le racconterà il suo Robert. Ciò che è certo, è che il vampiro di Twilight dovrebbe quanto meno stare più attento ai posti che frequenta per non alimentare voci “scomode” e dannose per la coppia e per l’animo della sua amata Bella.

Categorie
Moda

Dalla Milano Fashion Week agli Oscar, ecco gli abiti delle star

Anni ‘20, anni ‘50, tutto ritorna nel ciclo della moda. L’abbiamo visto e rivisto durante la settimana della moda milanese. Versace, Armani, Gucci, Valentino e Louis Vuitton sono fra quelli più scelti dalle star del Red Carpet. Anche se scelti è una parola poco consona all’occasione, dato che gli stilisti pagano le dive per indossarli e le attrici possono preferire un modello piuttosto che un altro.

oscar moda 2012 stilisti milano fashionSe la giacca in tutte le sue sfaccettature ha trionfato sul catwalk italiano, il red Carpet ha avuto come elemento principale lo strascico in tutte le sue forme e firme.

Michelle Williams ha indossato un Louis Vuitton  rosso con gonna a balze e piccolo strascico: ottima la scelta dell’abito, meno del colore. L’attrice è chiara di carnagione ed ha i capelli biondi, il rosso non le dona perfettamente. Emma Stone ha, invece, ovviato alla carnagione bianca grazie ad un abito rosso carmineo con fiocco grande al collo e capelli tirati all’indietro.

Le creazioni di Dolce & Gabbana non si sono viste; Angelina Jolie che ama questo marchio, ha scelto il nero di Versace con spacco vistoso e strascico al seguito.

Scelta di cattivo gusto sicuramente quella di Melissa McCarthy, con abito di Marina Rinaldi, bellissimo, ma che dava un pò l’idea di bambola di porcellana; Tadashi Shoji ha vestito le curve di Octavia Spencer, snellendo il suo corpo formoso con cristalli Swarovski confluenti verso il centro.

Stilisti meno famosi dalle nostre parti e che hanno mostrato le loro creazioni agli Oscar sono stati: Georges Chackra che ha vestito Li Bingbing; Zuhair Murad ha fatto risplendere la bellissima Jennifer Lopez in abito color carne con righe dorate e spalle scoperte.

La stilista Marchesa ha optato per il suo modello di gwyneth paltrow oscar 2012punta presentato a Milano in oro laminato con rosa sul fianco e gonna a sirena. Stacy Keibler, nuova fiamma di Clooney, l’ha indossato in maniera divina. Sempre in oro, ma con un abito Lanvin, l’attrice Meryl Streep che quasi sembrava una dea greca con il drappeggio e la gonna a portafoglio.

Marchesa ha fatto ambo con Sandra Bullock, che ha indossato un abito bianco e nero con fascia di cristalli in vita, come a voler unire il contrasto dato dalle due tinte.

Vincitrice della semplicità è stata Gwyneth Paltrow in abito bianco lungo e giacca sulle spalle di Tom Ford.

Categorie
Cinema

Oscar 2012: il video dei vincitori. Trionfa The Artist e a sorpresa una Meryl Streep d’oro

Appena conclusa la cerimonia degli Academy Awards 2012. Anche quest’anno lustrini, strascichi, sete e broccati hanno sfilato sul tappeto rosso fin dentro al Kodak Theatre di Los Angeles per premiare e farsi premiare con le mitologiche statuette dorate di Oscar.

the artistTrionfo annunciato per il sopravvalutato The Artist. Il film francese porta a casa 5 statuette tra cui le più prestigiose miglior film (e si sapeva), miglior attore protagonista per Jean Dujardin (anche questa si sapeva e soprattutto è stata meritatissima) e miglior regia a Michael Hazanavicius, premio che desta curiosità più che stupore. Il suo lavoro è stato si coraggioso nel voler riproporre uno stile cinematografico passato (film muto in bianco e nero), ma non ha sicuramente dimostrato guizzi notevoli di regia, che si limita a descrivere e accompagnare il racconto.

Cosa che invece non hanno fatto due illustri contendenti al premio, Martin Scorsese che cimentandosi con il 3D di Hugo ha dato respiro a queste tecnica considerata troppo spesso un espediente raccogli-soldi, e Terrence Malick che con The Tree of Life ha realizzato un affresco cosmico di grande poesia. Lo stesso numero di statuette di The Artist ha portato a casa anche Hugo, cinque in tutto, ma si trattava di premi tecnici tra cui la miglior scenografia a Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, unico spiraglio d’Italia questa notte a Los Angeles.

La miglior attrice invece è sempre lei, Dante Ferretti Francesca Lo SchiavoMeryl Streep, splendida in un abito tutto dorato, sembrava lei stessa una statuetta a grandezza naturale, e che sorpresa quando Colin Firth l’ha chiamata per ritirare il premio… sembrava sinceramente meravigliata, quasi a dire “non dovevate”. Per lei è la terza statuetta, con buona pace di Glen Close che torna a casa con la sesta nomination senza mai vincere un Oscar.

I premi per gli attori non protagonisti vanno a Christopher Plummer e Octavia Spencer. Lui, 82 anni, alla seconda nomination e al primo Oscar ha candidamente e dolcemente detto al suo Oscar: “Hai appena due anni più di me, dove sei stato per tutto questo tempo della mia vita?” e ce lo chiediamo anche noi dal momento che questo è il coronamento non solo di una splendida performance in The Beginners, ma anche di una straordinaria carriera 60ennale. Lei, la Spencer, è alla sua prima nomination e alla prima vittoria ha ringraziato Spielberg, produttore del film che non ha vinto nulla ma che per un motivo o per un altro c’entra sempre con tutti i film in produzione. Rideva tra le lacrime la bravissima Octavia.

Miglior film straniero a Una separazione, bellissimo dramma iraniano, un piccolo gioiello di regia e sceneggiatura. Ultimo commento positivo per Billy Crystal, ospite della serata: garbato, spiritoso e talvolta pungente ha condotto con eleganza la serata fino alla sua conclusione.

Di seguito vi lasciamo con il video degli highliths dei momenti migliori.

Categorie
Moda

Anticipazioni fashion sugli Oscar 2012

Los Angeles si riempie di volti famosi con nomination del calibro di Bérénice Bejo, Jessica Chastain, Melissa McCarthyJanet McTeer e Octavia Spencer.

Le stelle sono prese di mira soprattutto dalle case di moda che le vestiranno. Gli ultimi ritocchi e le ultime indicazioni su come muoversi sul Red Carpet arrivano proprio a poche ore dall’inizio.

oscar 2012Il 2012 è l’anno del verde inteso come ecologico. Missi Pyle, attrice di “The Artist”, indosserà un abito creato da Valentina Delfino, vincitrice del Red Carpet Green Design Contest, con tessuti ecologici: seta da riutilizzo, poliestere riciclato e colorazioni fatte con minerali ecologici.

Anche i party si vestiranno di verde grazie alla bravura degli organizzatori Colin e Livia Firth, Vanity Fair e Zenga che hanno spinto per una passerella ad impatto zero. In questa occasione, saranno premiate le star che hanno maggiore sensibilità verso il pianeta e che curano il loro look pensando “green”. Adrian Grenier, Kyra Sedgwick, Ed Begley Jr. e Sophia Bush sono tra i favoriti per la statuetta verde.

Contrastante la sensibilità ecologica e di conseguenza economica di molte star è la decisione di Bérénice Bejo, protagonista del film muto “The Artist”. L’attrice ha firmato un contratto da centomila dollari con Chopard, ma molto probabilmente indosserà i gioielli di Mont Blanc. Una testimonial scorretta e spendacciona, ma non è la prima volta che i cachet da capogiro non vengono rispettati: la bella Sharon Stone è testimonial di Damiani, ma a molte manifestazioni indossa Pomellato.

Sarà il gusto di andar contro corrente o solo il capriccio di una star? Lo sapremo tra poco…