Categorie
Cucina

Gli anelli olimpici di Sochi

In occasione delle Olimpiadi Invernali di Sochi vi proponiamo una ricetta divertente e colorata: i biscotti a forma di cerchi olimpici per essere ancor più legati ai nostri atleti

Ingredienti per la frolla:

– 250g di farina 00

– 125g di burro                                                                                                              biscotti-giochi-olimpici

– 100g di zucchero

– 2 tuorli

– 1 pizzico di sale

– 1 bustina di vanillina

Per la glassa all’acqua:

– 150g di zucchero a velo,                 – 2 cucchiai di acqua calda,                                  – coloranti alimentari: rosso, verde, blu, giallo e nero

 

Iniziamo immediatamente con la pasta frolla per i nostri biscotti, inserite nel mixer la farina precedentemente setacciata , il burro freddo, la bustina di vanillina e un pizzico di sale. Frullate il tutto e poi versate la sabbiatura ottenuto su una spianatoia creando la classica fontana. Versate poi al centro lo zucchero e due tuorli. Impastate il tutto, realizzate un panetto da avvolgere nella pellicola trasparente e deporre in frigo per circa 30 minuti.

Passato il tempo necessario stendete la frolla, realizzate i cerchi con un coppapasta e poi realizzate il buco con un coppapasta di misura più piccola. Continuate così fino a terminare l’impasto e poi disponeteli su una teglia foderata con la carta da forno, cuoceteli poi in forno statico preriscaldato a 180° per circa 15 minuti. Una volta cotti fateli raffreddare.

Per realizzare la glassa all’acqua prendete una ciotolina, versatevi lo zucchero a velo e aggiungete un po’ di acqua calda mescolando con un cucchiaino per avere un composto fluido. Dividete poi il tutto in cinque ciotoline, tante quante gli anelli olimpici, e aggiungete la quantità necessaria di colorante.

Non vi resta che spennelare di diversi colori la superficie dei vostri anelli. Componeteli proprio come quelli Olimpici e serviteli per una merenda da campioni!

Categorie
Sport

Lindsay Vonn: altro infortunio al ginocchio addio Olimpiadi di Sochi

Altra caduta e relativi guai per la campionessa di sci Lindsay Vonn, compagna del golfista Tiger Woods, che a questo punto rischia di perdere le Olimpiadi Invernali di Sochi (in Russia) e l’intera stagione.

Lindsay_VonnUna caduta le era costata quasi la carriera visto che si erano rotti tutti i legamenti del ginocchio, ma Lindsay Vonn ha saputo reagire e riprendere, purtroppo, la sfortuna non ha smesso di bersagliarla e nel corso degli allenamenti ecco un’altra caduta e nuovamente un problema ai legamenti operati. Si parla di una nuova lesione, anche se ancora non si conosce l’entità dell’infortunio.

In attesa di nuovi esami e controlli, la campionessa dovrà restare a riposo, sperando che possa recuperare presto e tornare alle gare. Anche se i pessimisti dicono già che la carriera ormai è compromessa.

Categorie
Sport

Giorgio Armani vestirà alle Olimpiadi la Nazionale Italiana

Dopo le Olimpiadi del 2012 continua inarrestabile la collaborazione tra Giorgio Armani e il CONI; lo stilista, infatti, è stato confermato official outfitter dalla società sportiva anche per le Olimpiadi Invernali di Sochi 2014 e per i Giochi Olimpici di Rio 2016.

Armani fornirà dunque l’intero guardaroba sportivo agli atleti della squadra Olimpica e Paraolimpica Italiana, in più, quest’anno, verrà fornito il guardaroba sportivo anche alle squadre giovanili che parteciperanno ai Giochi Olimpici della Gioventù e ai Festival Europei della Gioventù Olimpica invernali ed estivi.

La collaborazione tra il grande stilista italiano e il Coni non è mai stata più fruttuosa, l’amore per la moda e per lo sport si incontrano per creare qualcosa di unico che possa armani-italia-sochi-2014contemporaneamente esaltare la bellezza del corpo, dell’arte e dell’attività agonistica.

L’outfit sportivo della linea EA7 comprenderà abiti e accessori che saranno indossati dagli atleti in ogni momento della giornata e per tutta la durata della manifestazione escluso il momento cruciale della competizione.

I capi, sia nella versione per uomo che in quella per donna, saranno messi in vendita e porteranno tutti il logo del CONI affiancato ai famosi cerchi olimpici sul petto mentre nella parte posteriore verrà stampato il tradizionale logo Italia Silver con le note montagne stilizzate.

Lo stesso Giorgio Armani si è dimostrato onorato e lusingato per l’incarico ottenuto ed ha affermato “L’Italia è fatta di passione per lo sport e lo sport racchiude valori positivi e unisce la gente. Sono molto soddisfatto di questa rinnovata collaborazione con il Coni per le Olimpiadi Invernali del 2014 e per quelle del 2016, due occasioni importanti per i nostri atleti che seguiremo tutti con grande entusiasmo”, ha dichiarato Giorgio Armani.

Categorie
Sport

L’atleta Suzy Favor Hamilton rivela la sua vita da escort

Mamma 44enne, 7 volte campionessa di atletica degli Stati Uniti, 3 partecipazioni alle Olimpiadi; è così che il mondo ha sempre conosciuto Suzy Favor Hamilton, l’ex mezzofondista americana,che però ora ha rivelato la sua doppia vita da escort.

La “fidanzatina d’America”, così era stata chiamata al suo esordio alla fine degli anni 90, è stata famosa, oltre che per la sua carriera, per il suo aspetto fisico, con forme da Miss. Una donna, dunque, bella, simpatica, che era diventato il simbolo della madre e moglie perfetta. Peccato che questa icona ora è costretta a cadere, a causa della coperta fatta da un giornalista del sito The smoking gun, che ha trovato l’atleta in un locale a luci rosse di Las Vegas, intenta a fare il lavoro di escort.

Suzy Favor HamiltonDopo l’episodio, Suzy ha deciso di confessare a tutti la sua doppia vita su Twitter, raccontando di aver avviato questa nuova “carriera” nel dicembre del 2011 (in un momento di crisi del suo matrimonio e di relativa depressione), iniziando a lavorare per un’agenzia di Las Vegas con il nome di Kelly Lundy, e diventando un’escort di lusso da 600 dollari l’ora.

L’atleta, inoltre, ha dichiarato che il marito era al corrente della situazione, spiegando, però, che ha tentato inutilmente di fermarla. Infine ha affermato, tramite il social network: “Non mi aspetto che la gente capisca, ma le ragioni per farlo, per me, avevano un senso in quel momento e sono legati fortemente alla mia depressione… “Sono fermamente intenzionata a fare ammenda e tornare ad essere una buona madre, moglie, figlia ed amica”.

Categorie
Gossip

Valentina Vezzali: dopo la medaglia d’oro il fiocco azzurro

Medaglia d’oro e fiocco azzurro per Valentina Vezzali. La campionessa di fioretto è in dolce attesa del suo secondo figlio, che nascerà nel maggio 2013. Lo ha dichiarato alla rivista Chi, la quale ha intervistato la campionessa proprio in occasione della lieta notizia.

La Vezzali ha confidato che avrebbe tanto desiderato avere una bimba, tanto da sapere già come l’avrebbe chiamata; ma il cielo ha deciso di mandare un altro maschietto alla coppia Vezzali – Giugliano e al figlio Pietro, nato nel 2005. “Sarò circondata da uomini: – esclama la Vezzali – due maschi, mio marito e anche Goan, il nostro labrador, è maschio!”.

Il nome del futuro nascituro non è ancora stato deciso; se fosse stata una femminuccia il nome sarebbe stato Ginevra, ma siccome il suo futuro bimbo è un amschietto, ha dichiarato che si farà consigliare Valentina.Vezzali incintadai suoi followers di Twitter nella scelta.

La maternità, però, non cambia i progetti della campionessa di fioretto. La Vezzali, infatti, ha tanti sogni da realizzare e tanta grinta per farlo. Primo fra tutti passare una maternità tranquilla e serena, poi, tornare in forma per le Olimpiadi del Brasile, che si terranno a Rio de Janeiro nel 2016.

Il mio obiettivo sono le Olimpiadi in Brasile, a Rio de Janeiro. Anche se avrò 42 anni, punto alla vittoria. Sento dentro di me il sacro fuoco della competizione. No, non è ancora il momento di mollare. Diciotto giorni dopo la prima gravidanza, durante la quale avevo preso trenta chili, ero già in gara. E quattro mesi dopo avevo vinto il titolo di campione del mondo. Figuriamoci se mi fermo ora. Ora mi godo la gravidanza, ma poi voglio tornare più forte di prima. La pedana, la medaglia, la gara fanno parte della mia vita” ha dichiarato la Vezzali.

Non possiamo che fare i migliori auguri a Valentina e augurarle una serena maternità.

Categorie
Musica & Spettacolo

Le Spice Girls tornano ma il loro look resta!

A sorpresa, anche se in realtà tutti un pò ce lo aspettavamo, ieri sera abbiamo visto la reunion delle Spice Girls per la chiusura dei giochi olimpici di Londra. Prima domanda che è venuta in mente a tutti?:

Spice Girls Olimpiadi Londra 2012“Cantano dal vivo?”, per poi continuare a pensare…“Ma i vestiti sono sempre quelli da dieci anni?”

Nessuna critica per il gruppo degli anni ‘90, semplicemente un pò di ironia sull’impatto che hanno creato in me e, credo in tante altre persone.

Le cinque cantanti sono entrate in sordina nascoste in cinque taxi diversi ed hanno attraversato le rampe del palco che andavano a formare la Union Flag per poi spuntare fuori cantando Wannabe e Spice Up Your Life.

Ciò che ha lasciato tutti davvero sorpresi è stato il loro fisico sexy, nonostante gli anni passati e, soprattutto il look. Tali e quali a dodici anni fa, Mel B aveva scelto una tuta super attillata dorata, Mel C tuta bianca con pantaloni a campana, Emma il tubino rosa, Gery l’abitino frizzante rosso con coda union flag e Victoria un abito nero con strascico.

[youtube id=”PArTdhNda7k” width=”620″ height=”360″]

Il taglio degli abiti aveva qualche particolare differente rispetto alle loro prime apparizioni passate, ma i colori e il genere di abbigliamento erano proprio gli stessi. Si può dire che sia stata una reunion coi fiocchi! E se prima indossavano quei brutti stivaloni con la zeppa, ora almeno le scarpe sono cambiate.

Altro aspetto che mi ha incuriosito è stato quello delle inquadrature; da ex fan del gruppo ho notato che durante le seconde voci venivano inquadrate maggiormente Mel B e Mel C, le uniche che hanno davvero conservato una voce forte come un tempo. Victoria, Emma e Gerry sono state riprese spesso da lontano e nei momenti di canto corale. Sarà stata una coincidenza oppure una richiesta espressa dal gruppo?!

Noi di pinkgirls assegniamo comunque un 8 per la prestazione e il coraggio di rimettersi in gioco…W LE SPICE!

Categorie
Man of the Week

Buon weekend con il sexy Usain Bolt: l’uomo più veloce del mondo!

Vederlo correre è un piacere, in abito da sera ancora meglio. Usain St Leo Bolt, l’uomo più veloce del mondo con un record di 9,58 secondi sui 100m è tanto simpatico quanto interessante. Muscoli scolpiti, andatura elegante, fondoschiena da dieci e lode e tanta tanta voglia di vincere.

Bolt Olimpiadi Londra 2012Stavolta ha tolto il premio anche al suo collega, nonchè amico Blake, l’eterno secondo che era favorito per la vittoria nei 200m, come al solito ha portato a casa la medaglia d’argento. Bolt ha mostrato a tutti il suo lato “cattivo”, come per dire: Mi avete sfidato? Ed ecco la mia risposta!

A noi donne piace questo lato forte dell’atleta che a soli 26 anni potrebbe avere tutte le ragazze ai suoi piedi, ma pare che quando ci sia da allenarsi non voglia nessuno alle calcagna.

Altro che sfaticato, così lo avevano dipinto alcuni mettendolo dietro a Blake per la sua mancata voglia di allenarsi, Bolt rispetta moltissimo il suo allenatore Glen Mills ed ogni suo consiglio è Bibbia.

Ora Bolt è un uomo leggenda: il primo a vincere in due olimpiadi consecutive oro nei 200m e nei 100m. Per il campione che ha partecipato a tantissime gare dal 2001 ad oggi, oltre alle medaglie c’è il peso di esser sempre accusato di doping ma i risultati dell’atleta sono solo frutto di tanti allenamenti e i test di accertamento lo dimostrano.

Oltre che il più bravo atleta della storia dell’atletica mondiale è anche il più pagato, dal 2002 al 2013: ha un contratto con la Puma, suo marchio fidato di cui è testimonial. Tirando le somme del talento di questo ragazzo, possiamo dire che gli manca solo una brava mogliettina. Chi si fa avanti?

Categorie
Sport

Olimpiadi: Vezzali, Errigo e Di Francisca non tradiscono! Un altro oro!

Elisa Di FranciscaArianna ErrigoValentina Vezzali Ilaria Salvatori ecco le donne del fioretto a squadre che anche stasera hanno fatto sognare l’Italia. Dopo le tre medaglie e il podio completamente monopolizzato nel fioretto, arriva anche la medaglia d’oro a squadre a dimostrazione che le donne italiane della scherma sono una razza “superiore”. Alle russe non resta che accontentarsi della medaglia d’argento, dopo una finale dominata in lungo e in largo dalle nostre ragazze.

Valentina Vezzali anche stasera è stata quella che forse ha più sofferto, ma alla fine è lei l’atleta italiana più titolata ai giochi olimpici, scalzando la rivale di sempre Giovanna Trillini, altra fiorettista. Assieme alla jesina quasi “abituata” alle medaglie d’oro, la neo campionessa olimpica Elisa Di Francisca che ha avuto l’onore dell’ultima botta e che a messo a segno la stoccata del 45 a 31 che ha dato alle ragazze la vittoria. Grande forma e grande temperamento quello di Elisa che per tutta la giornata ha dato il massimo portando a casa sin dagli ottavi 15 stoccate a gara, cioè il massimo e non concedendo mai nulla alle avversarie.

Veloce e spumeggiante come al solito la Errigo che in pochissimi secondi anche stasera annienta le sue avversarie, prima di lasciare il piacere dell’ultima botta a Ilaria Salvatori, riserva di lusso delle tre fiorettiste (ottava nel ranking mondiale) che ha dato anch’ella il suo contributo di stoccate, pur soffrendo le lunghe leve dell’avversaria russa. Anche perché se Ilaria non avesse tirato almeno una botta non sarebbe potuta salire sul podio assieme alle compagne. Insomma, grande spirito di squadra, grande talento per queste donne di cui essere davvero orgogliose!

Categorie
Sport

Olimpiadi: fioretto da sogno con Di Francisca, Errigo e Vezzali

Il fioretto e la scherma sono storicamente sport in cui l’Italia primeggia, ma quanto successo alle Olimpiadi di Londra, rimarrà negli annali per lungo tempo. Infatti, il podio di questa specialità, declinata al femminile, è tutto azzurro grazie alle imprese di: Elisa Di Francisca, Arianna Errigo e Valentina Vezzali. Le ragazze italiane battono tutte le avversarie e arrivano in semifinale, con un’unica intrusa la sud coreana Nam, che però viene battuta, seppur al minuto extra dove ci si gioca tutto in una stoccata, da Elisa Di Francisca. Sull’altra pedana la Errigo, che ha battuto tutte le sue avversarie in una sola manche, affronta la Vezzali e dopo essere stata a lungo sotto, anche di quattro stoccate, recupera e la batte e si guadagna la finale.

La Vezzali affronta la Nam per il  bronzo, ma appare stanca e demotivata, di sicuro non deve essere stato semplice per lei perdere la finalissima. E’ praticamente sotto per tutta la gara, ma alla fine annulla il vantaggio e con la sua grandissima classe chiude l’incontro al minuto extra, con una stoccata fantastica che la fa salire comunque sul podio olimpico di Londra 2012. E così dopo 3 medaglie d’oro, arriva anche la quarta seppur solo di bronzo.

Arriva il momento della finalissima tutta azzurra, con Elisa Di Francisca contro Arianna Errigo, le due ragazze sono amiche e si conoscono bene, così la prima frazione (delle tre previste per portare 15 botte all’avversario e aggiudicarsi il match), è forse quella che segna il match, la Errigo appare impacciata, la ventiquattrenne fino ad ora spavalda ha forse sentito tantissimo la finale e la più esperta e matura Di Francisca ne approfitta per staccarla e portarsi a +4. Ma la Errigo reagisce e recupera tutto lo svantaggio nella seconda frazione, fino a portarsi avanti di 3 stoccate. Ma alla fine cede forse più a livello nervoso che fisico e la Di Francisca si prende l’oro all’ennesimo extra-time, mentre la Errigo si inginocchia in lacrime pensando all’occasione persa.

Ma l’Italia non può che sorridere per le tre medaglie di Di Francisca, Errigo e Vezzali, cui vanno aggiunte quella d’oro della squadra di tiro con l’arco formata da  Michele Frangilli, Marco Galiazzo e Mauro Nespoli all’ultima freccia contro gli Stati Uniti, capaci in semifinale di battere i maestri del Sud Corea; e la medaglia d’argento nella pistola da 10m di Tesconi. Prima giornata da sogno dunque, con 5 medaglie e la seconda posizione nel medagliere. Chi dalla giornata di sabato si aspettava solo l’oro della Vezzali, sarà rimasto stupito e felice da questa prestazione incredibile delle italiane del fioretto e dei maschietti dell’arco!

Categorie
Gossip

David Beckham alle Olimpiadi di Londra 2012, ma solo di contorno!

David Beckham non è più una star a Londra… o forse non è poi la star che era fino a qualche tempo fa e che credeva (o crede ancora) di essere. Il perché di questa considerazione è da ricercarsi nelle Olimpiadi 2012 e in quello che succederà venerdì.

David Beckham alle Olimpiadi di Londra 2012Infatti il bel David Beckham, sebbene parteciperà alla cerimonia inaugurale delle Olimpiade di Londra (previste per questo venerdì, 27 luglio), non sarà fra i protagonisti.

Secondo le indiscrezioni la sua sarà solo una comparsata… una piccola parte… insomma, una particina come uno dei tanti all’interno della mischia olimpica. E se consideriamo che nel passato Beckham è stato prima testimonial e poi ambasciatore olimpico in varie manifestazioni, questa notizia giunge proprio come una doccia fredda.

Tuttavia David non si scompone e mantiene la sua calma inglese, dichiarandosi contento ed euforico per essere stato chiamato a presenziare alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi. Ma per il caro calciatore, dall’altro lato, c’è anche una possibile caduta di stile a cui può andare incontro, se il suo ruolo sarà solo ed esclusivamente marginale.

Ad ogni modo, per il momento, David Beckham si ritiene felice ed onorato di partecipare alla parata olimpica. Infatti in un’intervista alla Cnn il calciatore ha detto: “Sono davvero contento di avere i Giochi nella zona orientale di Londra e sono onorato di fare parte dell’evento”.

Staremo a vedere che accadrà!