Categorie
Arte e Cultura

Donna Tartt ritorna in libreria con Il Cardellino

Arriva in libreria la prossima settimana il terzo romanzo di Donna Tartt. Dopo due decenni dal primo, folgorante esordio e a unidici anni dal suo seconod romanzo, la Tartt torna in libreria con “The Goldfinch” (Il cardellino), frutto di un faticoso e laborioso lavoro di riscrittura che la scrittrice americana ha portato avanti nell’isolamento.

La scrittrice è infatti nota per non amare i riflettori, odia farsi intervistare e fotografare e preferisce che siano i suoi romanzi a parlare per lei; questo atteggiamento le è valso, nel corso degli anni, un alone di mistero e di esclusiva pari a quello che circonda, ancora oggi, personaggi del calibro di J.D. Salinger e Thomas Pynchon.

I numeri di questo terso romanzo di Donna Tartt sono: 800 (le pagine) e un milione (la tiratura iniziale). Ecco la trama del romanzo che trovate già su Amazon in versione originale: Theo Decker, un ragazzino di New York che resta miracolosamente illeso in una esplosione al Metropolitan Museum of Art di New York Donna Tartt ritorna in libreria con Il Cardellinoin cui muore sua madre. Dopo aver evitato l’orfanotrofio scappando e vivendo nelle strade, Theo trovera’ consolazione solo grazie ad un piccolo e misterioso quadro, Il Cardellino per l’appunto, del pittore fiammingo Carel Fabritius, rimasto nelle sue mani proprio nell’esplosione.

Le prime recensioni sono a dir poco eccezionali, e pare anche che l’illustre Stephen King abbia considerato il romanzo dickensiano, nella migliore accezione del termine. Sembra infatti che la prima parte del romanzo sia davvero assimilabile alle storie di Dickens, un “accumulo gotico di strati narrativi”.

La Tartt ha esordito a 28 anni con “Dio di Illusioni”, un vero e proprio caso editoriale degli anni Novanta, tradotto in 24 lingue. Nel 2002 è arrivato “Il piccolo Amico” e ora per inaugurare i suoi 50, Donna Tartt fa ai suoi lettori un nuovo regalo, un romanzo che si preannuncia straordinario.

 

Categorie
Arte e Cultura

Un bambino per Bridget Jones? La copertina del nuovo libro allude alla sua maternità

L’eroina tanto amata e sfortunata, protagonista del bestseller di Helen Fielding, “Il diario di Bridget Jones” sembra essere tornata in scena! Ma chissà cosa ha fatto in questi 15 anni di assenza? La copertina del nuovo libro, che sarà pubblicato il 15 ottobre, allude alla maternità di Bridget, seduta pensierosa su uno sgabello, i tacchi gettati sul pavimento, accanto ad un orsacchiotto e ad un dinosauro giocattolo.

Alla fine di “The Edge of Reason” – apparso nelle sale italiane come “Che Pasticcio, Bridget Jones!” nel 2004 – la protagonista si era fidanzata con Mark Darcy, interpretato da Colin Firth, sul grande schermo.

E mentre la continuazione della trama non è ancora stata rivelata – il titolo del nuovo libro “Mad About The Boy” potrebbe alludere sia ad un figlio, che ad un uomo – quel che è sicuro è che Bridget stia ancora cercando di abbandonare i suoi vizi (sigarette e alcol), e la dieta e l’amore rimangono sempre i suoi più grandi problemi.

La scrittrice ha rivelato, al programma radiofonico Helen FieldingWoman’s Hour, che l’ultimo  libro descriverà Bridget alle prese con Twitter e avrà una totale mancanza di followers. Tuttavia, il suo personaggio “non cambierà mai”.

Gli appassionati di Bridget Jones saranno sicuramente sulle spine, curiosi di leggere il seguito della vita della single più goffa e sfortunata al mondo. I due libri di Helen Fielding hanno avuto uno straordinario successo mondiale: 15 milioni di copie in 40 Paesi e la produzione di due film hollywoodiani, interpretati dalla mitica Renée Zellweger, Hugh Grant e Colin Firth.

Non ci resta che aspettare la pubblicazione del libro – e magari anche il terzo film!

Categorie
Arte e Cultura

Inferno: il nuovo libro di Dan Brown fra Dante, Consortium, Transumanesimo e Firenze

Robert Langdon ha popolato l’immaginario dei milioni di lettori che si sono avvicinati ai romanzi di grandissimo successo di Dan Brown. Lo studioso di simbologia dell’Università di Harvard infatti è protagonista sia de Il Codice Da Vinci e che Angeli e Demoni, e ora, per chiudere la trilogia, dopo Parigi e Roma, lo scrittore e studioso di storia dell’arte lo porterà a Firenze per studiare Dante Alighieri, e lì qualcuno tenterà di ucciderlo.

Ricoverato in ospedale in seguito ad uno scontro a fuoco, Langdon sarà costretto a fuggire, poiché è nel mirino di un’organizzazione criminale chiamata Consortium, un movimento detto Transumanesimo e lo scienziato Bertrand Zobrist.

Il romanzo si intitola Inferno, è ispirato alla Divina Commedia e, siamo pronti a scommetterci, sarà un altro successo planetario per Brown. Il romanzo esce oggi in Gran Bretagna, inferno nuovo libro dan brownStati Uniti e Italia, dove è ambientato, ed è edito, come i suoi predecessori, da Mondadori.

Come al solito, il romanzo è un thriller, questa volta dalle tinte “infernali” appunto, in cui si susseguiranno tutte le visioni orrorifiche dell’Inferno dantesco mescolate a quelle ancora più sconcertanti della peste nera. Robert Langdon sarà presto alle prese con un altro mistero e con una caccia all’uomo pericolosissima, che vede se stesso come ambito target.

Sicuramente Dan Brown avrà messo a segno un altro colpo vincente, e solo il tempo ci potrà dire quanto grande sarà il successo di Inferno.