Categorie
Cinema

Taylor Swift reciterà insieme a Meryl Streep in The Giver

Come annuncia l’Hollywood Reporter Taylor Swift si unirà al cast dell’adattamento cinematografico di The Weinstein Company e di Walden Media, “The Giver”. La cantautrice è l’ultimo membro del cast, che vanta celebrità come Meryl Streep, Jeff Bridges, Brenton Thwaites e Katie Holmes. Altri membri del cast includono Alexander Skarsgard, Odeya Rush e Cameron Monaghan.

Il film è un adattamento del popolare romanzo, scritto da Lois Lowry nel 1993, e pubblicato in Italia da Giunti Editore nel 2010, con il titolo “The Giver- il donatore”; ha come protagonista un giovane ragazzo, Jonas, interpretato da Brenton Thwaites, che vive in un mondo distopico ed ha il compito di ricevere i ricordi dell’umanità.

Lavora con il Giver (Jeff Bridges), un anziano che insegna il ragazzo ad usare i suoi doni sensoriali. Meryl Streep vestirà i panni del capo anziano della comunità, che assegna ai giovani i loro taylor swift canzoni amore folliacompiti, in una società in cui non vi è alcuna malattia, conflitto o razzismo. Katie Holmes interpreterà la madre di Jonas, mentre Taylor Swift vestirà i panni di Rosemary, l’ultima adolescente addestrata dal Giver.

Le riprese del film inizieranno il 7 ottobre a Città del Capo, Sud Africa, e sarà diretto da Phil Noyce Salt, seguendo la sceneggiatura di Michael Mitnick.

L’uscita del film è prevista per il 15 Agosto del 2014.

Categorie
Cinema

Meryl Streep e Julia Roberts nel film August Osage County (video)

Weistein Company ha rilasciato il nuovo trailer per la dark-comedy, diretta da John Wells e prodotta da George Clooney. La clip mostra la grande Meryl Streep, nelle vesti di Violet Weston, una matriarca dipendente dai farmaci e alla guida di una famiglia disfunzionale. Il film è un adattamento dell’opera teatrale dell’autore Premio Pulitzer 2008, Tracy Letts; segue le vicende di una famiglia che si riunisce dopo la morte di Beverly Weston, nonché il marito di Violet.

Vi sono scene imbarazzanti e drammatiche, che rappresentano le diverse reazioni dei personaggi alla tragica esperienza familiare. Il dramma segue, anche, la separazione tra Barbara Weston (Julia Roberts) e Bill Fordham (Ewan McGregor), che, apparentemente, sembra avere una relazione con una “donna più giovane”.

“August Osage County” ha guadagnato già la fama di un August Osage County Official Trailercast stellare, che comprende anche Benedict Cumberbatch (“The Fifth Estate”), Juliette Lewis e Dermot Mulroney. Il film ha ricevuto molte recensioni positive e ammirazioni per gli attori di talento, in particolare per Meryl Streep.

Come è stato riportato sull’Associated Press, Julia Roberts ha anche dichiarato che interpretare il suo ruolo è stata “la migliore esperienza di recitazione della sua vita”.

Il film uscirà nelle sale americane a Natale, mentre per l’Italia, non è stata annunciata, ancora, la data di uscita.

httpv://www.youtube.com/watch?v=4VBEZrkCT8Q

 

Categorie
Cinema

Oscar 2012: il video dei vincitori. Trionfa The Artist e a sorpresa una Meryl Streep d’oro

Appena conclusa la cerimonia degli Academy Awards 2012. Anche quest’anno lustrini, strascichi, sete e broccati hanno sfilato sul tappeto rosso fin dentro al Kodak Theatre di Los Angeles per premiare e farsi premiare con le mitologiche statuette dorate di Oscar.

the artistTrionfo annunciato per il sopravvalutato The Artist. Il film francese porta a casa 5 statuette tra cui le più prestigiose miglior film (e si sapeva), miglior attore protagonista per Jean Dujardin (anche questa si sapeva e soprattutto è stata meritatissima) e miglior regia a Michael Hazanavicius, premio che desta curiosità più che stupore. Il suo lavoro è stato si coraggioso nel voler riproporre uno stile cinematografico passato (film muto in bianco e nero), ma non ha sicuramente dimostrato guizzi notevoli di regia, che si limita a descrivere e accompagnare il racconto.

Cosa che invece non hanno fatto due illustri contendenti al premio, Martin Scorsese che cimentandosi con il 3D di Hugo ha dato respiro a queste tecnica considerata troppo spesso un espediente raccogli-soldi, e Terrence Malick che con The Tree of Life ha realizzato un affresco cosmico di grande poesia. Lo stesso numero di statuette di The Artist ha portato a casa anche Hugo, cinque in tutto, ma si trattava di premi tecnici tra cui la miglior scenografia a Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, unico spiraglio d’Italia questa notte a Los Angeles.

La miglior attrice invece è sempre lei, Dante Ferretti Francesca Lo SchiavoMeryl Streep, splendida in un abito tutto dorato, sembrava lei stessa una statuetta a grandezza naturale, e che sorpresa quando Colin Firth l’ha chiamata per ritirare il premio… sembrava sinceramente meravigliata, quasi a dire “non dovevate”. Per lei è la terza statuetta, con buona pace di Glen Close che torna a casa con la sesta nomination senza mai vincere un Oscar.

I premi per gli attori non protagonisti vanno a Christopher Plummer e Octavia Spencer. Lui, 82 anni, alla seconda nomination e al primo Oscar ha candidamente e dolcemente detto al suo Oscar: “Hai appena due anni più di me, dove sei stato per tutto questo tempo della mia vita?” e ce lo chiediamo anche noi dal momento che questo è il coronamento non solo di una splendida performance in The Beginners, ma anche di una straordinaria carriera 60ennale. Lei, la Spencer, è alla sua prima nomination e alla prima vittoria ha ringraziato Spielberg, produttore del film che non ha vinto nulla ma che per un motivo o per un altro c’entra sempre con tutti i film in produzione. Rideva tra le lacrime la bravissima Octavia.

Miglior film straniero a Una separazione, bellissimo dramma iraniano, un piccolo gioiello di regia e sceneggiatura. Ultimo commento positivo per Billy Crystal, ospite della serata: garbato, spiritoso e talvolta pungente ha condotto con eleganza la serata fino alla sua conclusione.

Di seguito vi lasciamo con il video degli highliths dei momenti migliori.

Categorie
Cinema

Golden Globe 2012: ecco i vincitori e le donne protagoniste

Una grande notte è appena trascorsa ad Hollywood, la notte dei Golden Globe 2012, prestigiosi premi che i giornalisti assegnano agli artisti che nell’anno appena trascorso si sono distinti sul grande e piccolo schermo.

golden globe vincitori 2012Quest’anno i premi sono stati presentati da Ashton Kutcher e Elle Macpherson, che hanno di volta in volta dato spazio agli altrettanto illustri proclamatori, ovvero i vincitori delle passate e dizioni. Grande vittoria, aspettata per The Artist, il film muto in bianco e nero del francese Michel Hazanavicius, che già dalla sua prima presentazione al Festival di Cannes 2011 aveva fatto dire un gran bene di sé. Il film ha portato a casa il premio per la miglior commedia o film musicale, la miglior colonna sonora di Ludovic Bource e il riconoscimento al miglior attore in una commedia o film musicale Jean Dujardin.

La serata di premiazione che si tiene durante la cena di gala dei Golden Globe ha visto, però, susseguirsi sul palco una serie di illustri donne dello spettacolo, alcune veri e propri simboli del cinema di tutti i tempi: stiamo parlando della ‘solita’ Meryl Streep, che con la sua mimetica interpretazione di The Iron Lady, ha dato corpo al primo ministro inglese Margaret Thatcher portando a casa l’ennesimo globo d’oro come miglior attrice in un film drammatico. Accanto a lei due attrici che più diverse non potevano essere: da un lato Michelle Williams, sempre timidamente sorridente e misurata, ha portato a casa un meritatissimo premio per la migliore interpretazione femminile in una commedia o film musicale per la sua incredibile performance in My Week with Marilyn (in cui veste i panni della diva). Se è vero che l’indimenticata Monroe è inimitabile, la Williams ne offre un ritratto davvero efficace al di là della presunta somiglianza.

Dall’altro abbiamo la bravissima Octavia Spencer (miglior attrice non protagonista) che in The Help ha fatto ridere e commuovere tutta l’America, con la sua interpretazione della cameriera Minny. Last but not least la sempre-giovane Madonna ha portato a casa il suo meritato Golden Globe per la migliore canzone originale per W.E., il film che ha segnato il suo ritorno alla regia. Anche nelle categorie televisive sono da segnalare due importanti presenze: Claire Danes che si è aggiudicata il premio come miglior attrice in una serie tv drammatica con Homeland; e la splendida Kate Winslet che si è portata a casa il titolo di miglior attrice di miniserie tv per Mildred Pierce.

Si è diviso il premio per il miglior film drammatico e la miglior regia, assegnati rispettivamente a The Descendants (in Italia Paradiso Amaro) di Alexander Payne e all’evergreen Martin Scorsese per il suo primo esperimento in 3D, il visionario Hugo Cabret. E per tutte le donne che amano la bellezza maschile, il premio come miglior attore in un film drammatico è andato a George Clooney, che con il consueto charme ha animato la serata con il suo spiritoso discorso di ringraziamento (di seguito trovate il video).

A questo link, invece, trovate l’elenco completo dei vincitori.