Categorie
Bellezza & Salute

5 modi per eliminare l’alito di aglio: dal latte alla frutta

È noto a tutti che l’aglio ha effetti benefici sulla salute del nostro organismo; se consumato, come semplice condimento ai nostri piatti o alla cottura di vegetali o altre pietanze, l’aglio può abbassare i livelli di colesterolo e di pressione sanguigna. Purtroppo, l’aglio ha un solo aspetto negativo: i suoi effetti sul nostro alito sono devastanti e possono durare anche più di un giorno.

Victor Sierpina, professore di medicina integrativa all’università del Texas Medical Branch, afferma: “i composti a base di zolfo nell’aglio vengono rilasciati non solo nella bocca, ma anche nell’intestino, dal quale poi si diffondono nei polmoni e nella pelle”. Perciò trattare l’alito di aglio non è solo questione di una perfetta e immediata pulizia della bocca. Ecco a voi delle soluzioni naturali più efficaci:

1. mangiare i contorni: è risaputo che gli chef decorino i piatti con il prezzemolo: le sostanze chimiche delle piante, come i polifenoli, possono interagire con i composti di zolfo nell’aglio e aiutare a neutralizzare l’odore. Il basilico ha lo stesso effetto;

2. bere il latte: il latte sembra ridurre l’alito cattivo causato sorriso foto perfettodall’aglio, se lo si beve prima o durante un pasto; uno studio del 2010 pubblicato su Journal of Food Science suggerisce: “il latte agisce come un detergente della bocca, e il grasso neutralizza lo zolfo”;

3. bere il tè verde: il tè verde ricco di polifenoli può attutire l’alito cattivo;

4. aggiungere funghi al sugo di pomodoro: una ricerca preliminare suggerisce che i polifenoli nei funghi agiscono velocemente sull’alito di aglio, rispetto ad altri ingredienti;

5. per il dessert, optare per la frutta: gli enzimi naturali nelle mele, nelle bacche, ananas e kiwi constrastano i composti a base di zolfo.

Categorie
Cucina

Gelato fatto in casa: usando solo latte e senza gelatiera

Sta per arrivare l’estate e, ahimé, il caldo afoso; non avete voglia di uscire? Preferite stare a casa, godendo dell’aria condizionata? Perché non preparare una golosità semplice e fresca allora? Il gelato, fatto in casa, è più facile di quanto si pensa ed è ancora più semplice se si usa la macchina per gelato.

Tuttavia, se non possedete la gelatiera, basta avere un freezer, una vaschetta d’acciaio inossidabile, con coperchio e buona forza nelle braccia per la “mantecatura” a mano, ottenendo risultati quasi identici!

Il gelato richiede tre componenti di base: latte, zucchero e ghiaccio. Vediamone insieme la preparazione.

1 – Bisogna mescolare 2 tazze di latte intero con 1 tazza di zucchero, in una ciotola di medie dimensioni; fonderle fino a quando lo zucchero è completamente sciolto. Aggiungere 2 cucchiaini di estratto di vaniglia e mescolare.

2 – Porre la miscela di latte nel congelatore, in una vaschetta d’acciaio ben chiusa.

3 – Rimuovere il contenitore dal freezer, dopo 45 minuti e mescolare con una spatola o frusta robusta. Raschiare via qualsiasi miscela congelata dai bordi e mescolare, il più velocemente possibile.

4 – Mescolare per circa un minuto e rimettere nel freezer. gelato fatto in casa ricetta ingredientiRipetere la procedura di mescolamento, ogni 30 minuti, fino a che il gelato avrà raggiunto la sua consistenza.

5 – A seconda del congelatore e della profondità del contenitore, il gelato potrà richiedere tale procedimento, dalle tre alle sette ore.

 

PRENDI NOTA:

Non sostituire mai il latte intero con quello scremato: il risultato sarà meno cremoso;

Per preparare il gelato in diversi gusti (anziché di vaniglia), basta versare il composto di latte, zucchero e vaniglia in un frullatore e aggiungere 1-2 tazze di qualsiasi ingrediente, che si desidera – lamponi freschi, scaglie di cioccolato, fragole, e altri – frullare fino a quando il composto è omogeneo.

Categorie
Bellezza & Salute

Via il latte dalla tavola: consumare molti latticini aumenta il rischio di cancro

L’elevato consumo di latticini aumenta il rischio di gravi patologie come il cancro! È il risultato di una ricerca che ha dell’incredibile nell’ambito della nutrizione. A portare avanti tale teoria è nientemeno che l’Università di Harvard, la più antica degli Stati Uniti e tra le più prestigiose al mondo.

Alla luce di tale scoperta, il gruppo di ricercatori titolari ha stilato una nuova tabella nutrizionale che tiene presente questa novità sconvolgente nell’ambito della corretta alimentazione. Questa guida, prodotta in particolare dalla Harvard School of Public Health, è caratterizzata dalla completa assenza di tutti i prodotti lattiero-caseari, comprendendo anche il latte, lo yogurt e ogni tipo di formaggio.

Sarebbero questi prodotti i principali fautori del cancro alla prostata o alle ovaie, che affligge un altissimo numero di persone. Sempre gli stessi prodotti sono accusati di contenere grassi saturi ed elementi tossici, “contratti” in fase di trasformazione, e quindi sono da eliminare totalmente da una dieta sana ed equilibrata.

Questa guida alimentare però tiene conto anche latte latticini aumento patologie cancrodi alcuni prodotti sostitutivi, che possano rappresentare una valida alternativa all’assunzione di calcio che in genere il nostro corpo preleva proprio dai latticini: cavolfiore, lattuga, broccoli o cavoli sono alcuni degli alimenti vegetali che possono sostituire con efficacia una fetta di mozzarella.

La portata rivoluzionaria di questa ricerca modifica la cosiddetta piramide alimentare sulla quale da sempre nutrizionisti e dietologi basano i loro consigli e la loro professione, oltre a mettere in allarme anche abituali consumatori di latticini.

Per un Paese come il nostro, che basa buona parte della sua malconcia economia sulla trasformazione e il commercio del latte, una notizia di tale portata può solamente causare drammatici dissesti finanziari.