Categorie
Cucina

Golosità fai da te: il gelato fritto, ricetta semplice e gustosa!

Conoscete tutti il gelato fritto: è il dessert orientale più conosciuto in Italia e, sicuramente, è il dolce più richiesto quando si va a cena in un ristorante cinese o giapponese. Ciò che piace è la sua doppia consistenza; croccante, dorata e calda all’esterno, fresca, morbida e golosa all’interno. Ma non vi siete mai chieste come sia possibile friggere il gelato e non trovarlo sciolto? Ora vi svegliamo il trucco cinese.

Il primo step consiste nel preparare palline di gelato con il porzionatore; potete scegliere i gusti che più vi piacciono anche se i cinesi utilizzano solo la vaniglia, il cioccolato e la nocciola. Terminata questa operazione tutte le palline devono essere conservate in freezer per dargli consistenza.

Il vero segreto del gelato fritto è la pastella e per prepararla servono:

–          200ml di acqua ghiacciata

–          180gr di farina

–          70gr di fecola

–          40gr di zucchero a velo

–          1 uovo.

Andranno prima uniti la farina, la fecola e lo zucchero a velo e poi, pian piano, verranno aggiunti l’acqua e l’uovo; il tutto deve essere ben amalgamato con le fruste elettriche fino a formare una pastella “spumosa” che poi dovrà riposare in frigo per 12 ore. Scaduto il tempo si possono tirare fuori le palline, immergerle gelato fritto ricettadelicatamente nella pastella e poi riporle nuovamente in freezer. Occorre ripetere quest’ultima operazione di “immersione” e “raffreddamento” almeno per altre due volte.

Siamo finalmente arrivati all’ultimo passaggio, preparate un pentolino colmo di olio di semi, fatelo riscaldare per bene stando attenti a non bruciarlo e immergete ad una ad una le palline di gelato. La cottura è molto veloce e può andare da 20 a 30 secondi, giusto il tempo di far dorare il “guscio” del gelato.

Prendete un bel piatto, adagiate il vostro gelato fritto, una bella spolverata di zucchero a velo e… gnam.

 

Categorie
Cucina

Torta panna e nutella: la ricetta per i palati più golosi!

Anche se si avvicina l’estate la voglia di cioccolata ahimè rimane… Allora ecco una torta semplicissima da tenere in frigo con cui farete impazzire grandi e piccini: la torta panna e nutella!

Ingredienti per il pan di spagna:

–          3 uova

–          150 gr di zucchero

–          150 gr di farina

–          3 cucchiai di cacao amaro

–          ½ bicchiere di latte

–          ½ bicchiere scarso di olio

–          1 bustina di lievito per dolci

–          Panna da montare

–          Nutella

Tutto sta nel preparare il pan di spagna!

Torta panna e nutella ricettaIniziamo rompendo le uova, separando tuorli e albumi. Aggiungiamo lo zucchero ai tuorli, che andremo a sbattere fino a quando non sentiremo più il “fruscio” dello zucchero che si sarà totalmente sciolto (già qui potete aiutarvi aggiungendo un po’ di latte).

In seguito aggiungiamo i 150 gr di farina, i 3 cucchiai di cacao amaro (vi consiglio di setacciarlo con un colino per evitare i grumi), l’olio e gli albumi che avremo provveduto a montare a neve (vanno aggiunti alla fine per evitare che lavorandoli si smontino di nuovo). Per quanto riguarda il latte (io a volte ne aggiungo anche una quantità leggermente superiore) potete scegliere di aggiungerlo semplicemente al composto quando si aggiungono gli altri ingredienti, oppure facendoci sciogliere la bustina di lievito che deve essere sempre l’ingrediente finale!

A questo punto versate il composto in una teglia ben imburrata e infornate per 20 minuti a 160° (ovviamente forno preriscaldato).

Il segreto di questa torta sta proprio nella cottura del pan di spagna: siccome il pan di spagna non va bagnato perché è molto soffice di suo, bisogna stare attente a non farlo cuocere troppo per evitare che si secchi; quindi, appena trascorsi i 20 minuti, fate la famosa prova dello stuzzicadenti per controllare se la cottura è ultimata.

Inoltre (sempre per il fatto che il pan di spagna non va bagnato) vi consiglio anche di utilizzare una teglia grande in modo che la torta non venga troppo alta!

Una volta che la base è pronta aspettate che si raffreddi per toglierla dalla teglia e dividerla, farcite spalmando uno strato di nutella e uno di panna montata (il tutto a volontà!).

Infine per quanto riguarda la decorazione potete scegliere se coprirla di panna o semplicemente con dello zucchero a velo.

Categorie
Cucina

Natale Goloso? Ecco la Stella di Pandoro alla crema pasticcera e cioccolata fusa

Il Pandoro è uno dei tipici dolci natalizi, probabilmente il più inflazionato per quanto riguarda gli under 10, che lo preferiscono al Panettone, dal gusto più complesso a causa di canditi e uvetta e per palati più maturi. A ragione i più piccoli lo amano: il suo colore oro, la sua morbidezza, che aumenta se scaldato, lo zucchero a velo che con fare natalizio lo ricopre, ne fanno davvero un dolce magico.

Stella di pandoro crema e cioccolataTuttavia, come ogni bambini ben saprà, il Pandoro non è buono solamente così, caldo e inzuccherato. Croccante passato al forno, tostato in padella, farcito con cioccolato, inzuppato nel latte la mattina di Natale, riesce sempre ad inventarsi e a confermarsi il dolce natalizio per eccellenza. La stella di Pandoro alla crema è una delle varianti più prelibate di questo dolce, è di semplice realizzazione e di risultato garantito.

Serve per prima cosa un Pandoro tagliato a stelle, ovvero a fette in senso orizzontale, poi della crema pasticcera, molto semplice da preparare con uova fresche, zucchero, farina, latte, buccia di limone e per i più esigenti liquore a piacere (consigliabile il Martini Bianco). Raffreddata la crema si comincia a farcire il Pandoro a strati con la nostra crema, facendo attenzione a posizionare ogni nuova fetta di dolce in modo tale da far vedere le punte della fetta inferiore. Una volta completata quest’operazione, il risultato dovrebbe essere un Pandoro alto il doppio rispetto a quello di partenza e con la superficie meno definita, oltre all’eventualità che sia venuto su un po’ sbilenco!

Il tocco finale è quello di ricoprire il tutto con cioccolata fusa. Per prepararla si può usare il cioccolato di copertura, in un particolare preparato che viene venduto in alcune pasticcerie, ma per far prima si può anche fondere del cioccolato fondente a bagnomaria, aggiungere un cucchiaino di olio di semi di girasole per mantenerlo fluido e poi versare il tutto sulla nostra torre di Pandoro.

Ecco servita la stella di Pandoro. Si consiglia di lasciar raffreddare il cioccolato prima di sguinzagliare i bambini!