Categorie
Programmi TV

Marco Bocci torna stasera su Rai 1 con K2 la montagna degli italiani

Lo abbiamo eletto uomo più sexy del 2012, soprattutto grazie al ruolo di Domenico Calcaterra, interpretato in Squadra Antimafia – Palermo Oggi; di chi parliamo? Del bell’attore Marco Bocci!

Dopo aver vestito i panni del commissario Scialoja in Romanzo Criminale, del vicequestore Calcaterra in Squadra Antimafia e di Aladino nella miniserie televisiva della Rai; ora Marco Bocci vestirà i panni di Walter Bonatti nella fiction della Rai: K2 la montagna degli italiani.

La mini serie, che andrà in onda questa sera, 18 marzo e domani, 19 marzo, su Ra1, racconta la storia del giovane dello scalatore italiano Walter Bonatti, che insieme agli altri scalatori, Riccardo Cassin, Achille Compagnoni, Lino Lacedelli, Mario Puchoz ha intrapreso insieme ad Ardito Desio, una missione apparentemente impossibile, sostenuta anche da Alcide De Gasperi: scalare la seconda montagna più alta del mondo, nonché una delle cime più ardue della catena dell’Himalaya, il K2, con i suoi 8611 metri.

marco bocci k2Durante la scalata Ardito Desio, però, si renderà conto che la competizione tra i vari scalatori prenderà il sopravvento sulla missione e la vera missione diventerà, quindi, trasformare il gruppo in una vera squadra per evitare la tragedia.

Sul ruolo che ha interpretato, l’attore Bocci, durante un’intervista ha dichiarato:

“È la prima volta in assoluto in cui mi sono sentito una grossa responsabilità, non voglio parlare di crisi, ma di ansia da prestazione, sì. Volevo cercare di rappresentarlo al meglio, senza inventare nulla. Bonatti era ottimista, generoso, si metteva a disposizione dell’impresa era anche spavaldo, a suo modo, ma non in maniera negativa, lo era nei confronti dell’avventura. Amava la natura e la rispettava. Per la prima volta ho capito cosa vuol dire fare i conti con i limiti del proprio fisico, abbiamo girato in Austria rischiando di congelarci”.

Appuntamento alle 21:10 su Rai 1.

 

Categorie
Cinema

Marco Bocci è Aladino in Le Mille e Una Notte: ecco il promo

Quante di voi si sono innamorate del vicequestore Domenico Calcaterra in Squadra antimafia? E quante di voi si sono innamorate del commissario Nicola Scialoja in Romanzo criminale? Beh… il soggetto è sempre lui: il bellissimo Marco Bocci!

L’ormai sex symbol italiano, classe 1977,  lunedì, dopo l’ultima puntata di Squadra antimafia, lascerà per un po’ il piccolo schermo; ma non temete, lo ritroveremo prestissimo sulle reti Rai nei panni di Aladino in Le Mille e una Notte.

Rai 1 sta, infatti, per portare sugli schermi una miniserie ispirata alla celebre raccolta di novelle orientali del X secolo. La miniserie prevede due puntate e vede protagonisti Marco Bocci, come abbiamo già detto, nei panni di Aladino, e Vanessa Hessler, già vista in un’altra fiction ispirata a Cenerentola, nelle vesti di Sharazard.

fiction-le-mille-e-una-notteNel cast della fiction ci sono anche l’attore Massimo Lopez, il quale interpreterà il genio della lampada, e il ruolo della bella principessa Jasmine sarà interpretato da Raffaella Rea, divenuta celebre con la serie televisiva Raccontami.

In attesa di vedere la miniserie con Marco Bocci sui piccoli schermi (la messa in onda dovrebbe essere prevista per gennaio 2013), eccovi il link del promo in italiano: http://www.facebook.com/photo.php?v=4919993600616.

Buona visione!

Categorie
Cinema

Eva vs Eva: I più bei duelli televisivi con protagoniste femminili

In questi giorni sto guardando Squadra Antimafia, fiction prodotta da Taodue e giunta alla quarta stagione tuttora in lavorazione. Il serial è di ottima fattura – ritmo serrato ed avvincente, indagini credibili, inconsueto realismo e ottima sceneggiatura – ma, soprattutto, propone un duello unico e raro tra le due donne protagoniste, Claudia Mares e Rosy Abate, rispettivamente vicequestore all’Antimafia e capo del clan mafioso degli Abate. La loro guerra personale, che continua di puntata in puntata, è oro prezioso in una fiction che non risparmia una degna commistione tra legalità e illegalità proprio a partire dalle due agguerrite protagoniste. Ciò mi ha riportato alla mente altri celebri duelli di fiction che hanno segnato la storia della televisione.

brendaTutto ha inizio nell’ormai lontano 1990, precisamente con il debutto nelle reti Fox di Beverly Hills 90210il serial prodotto dal magnate Aron Spelling che narrava l’arrivo degli adolescenti di Minneapolis Brandon e Brenda tra i ricchi e viziati ragazzi californiani di Beverly Hills. Mentre Brandon è impegnato a spezzare i cuori di qualunque ragazzina conosca, Brenda conosce il bel tenebroso Dylan e se ne innamora. La coppia è di quelle destinate al matrimonio, almeno fino a quando Brenda non decide di partire per Parigi per l’estate, lasciando il “povero” Dylan a crogiolarsi nel caldo sole californiano. E si sa, non si lascia Dylan da solo. A fargli compagnia, infatti, ecco arrivare Kelly, che approfitta dell’assenza della bruna per far vincere il suo fascino biondo sull’“ancora più povero” Dylan. Era la prima volta che mi capitava di assistere ad un duello tra donne, di quelli destinati a scrivere la storia della televisione e, in questo caso, a dettare le regole successive per il successo di ogni teen drama che si rispetti.

A questo entusiasmante duello, terminato con la troppo repentina dipartita di Brenda dalla città, hanno fatto seguito le lotte tra la perfida Kimberly e la dolce mogliettina Jane per l’amore di Micheal in Melrose Place e l’indimenticabile rincorsa di battute al vetriolo tra il “tipo” Joey e la “bella” Jen nel telefilm cult Dawson’s Creek, sempre per l’amore di un ragazzo. Ed ancora in Ally McBeal, ecco che Ally è costretta a ricordare a se stessa che l’amore della sua vita, Billy, ora è sposato con Georgia, la quale non ha nessuna intenzione di rinunciare al marito.

E le nostre eroine non se la passano bene nemmeno nei cartoni animati. Come dimenticare, del resto, i continui ed esilaranti battibecchi tra Bunny e Morea, le amatissime Sailor Moon e Sailor Mars, per le ottenere l’attenzione e l’amore di Marzio/Milord?

Sebbene queste siano solo alcune delle “storiche guerre” tra donne protagoniste di fiction, vale la pena di citare quella più riuscita: la lotta verbale tra Lorelai e Rori in Gilmore Girls, una guerra atipica tra una madre protettiva e idealista e una figlia che pian piano rivendica la sua indipendenza da una madre/amica tanto ingombrante quanto irresistibile.