Categorie
Moda

Al via la settimana della moda a Milano

La capitale della moda italiana apre i battenti e i numeri sono a suo favore. Comincia oggi, 19 settembre e finirà il prossimo 25 settembre la settimana della moda, Milano Moda Donna, che quest’anno vedrà settanta sfilate, 53 presentazioni su appuntamento per un totale di 131 collezioni dedicate al pret-à-porter donna per la prossima primavera estate 2013.

Non solo eventi, anche location di prim’ordine che la più europea delle città italiane: palazzo Giureconsulti come “quartier generale”, il Castello Sforzesco, Palazzo Clerici, la storica sede del Circolo Filologico di via Clerici e l’antico palazzo della Regione (novità di questa edizione). Proprio questa, a detta di Mario Boselli, presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana, è il fiore all’occhiello della settimana italiana della moda. Quest’anno però la settimana non sarà solo appannaggio di gran riccone e dive famose, ma tutta la città si mobiliterà per rendere partecipe il popolo del fermento artistico del momento. Dalla collaborazione tra Camera della Moda e comune di Milano nascono infatti molti eventi culturali che animeranno la città, a partire dall’happening di Michelangelo Pistoletto che si terrà questa sera in piazza Duomo.

Il famoso esponente italiano d’arte povera presenta “Il Terzo Paradiso per il manifesto di sostenibilità della moda italiana”, evento mirato a raccontare e promuovere la sostenibilità dell’industria, a partire da quella della moda, realizzata proprio da lui che viene da Biella, capitale italiana dell’industria laniera. Ma anche la mostra “Gli anni ’90 nelle copertine delle riviste di moda e società” si unisce agli eventi cittadini, oltre al forse casuale passaggio nei circuiti The Space Cinema del documentario sulla moda di un tempo About Face – dietro il volto di una top model il 24, 25 e 27 settembre. Inoltre la settimana della moda, quest’anno, si apre finalmente alla tecnologia e ai nuovi media. Le sfilate saranno visibili in diretta streaming sul sito www.cameradellamoda.it, che mette inoltre a disposizione una nuova applicazione per iPad e smart phone.

E ancora, anche la strada diventa passerella, che si apre al pubblico con i maxi schermi piazzati su piazza Duomo e piazza Cordusio. Su di essi saranno proiettate in diretta le sfilate di via Mercati per il piacere di curiosi passanti e gente affaccendata di passaggio nelle piazze. La Camera di Nazionale della Moda Italiana conferma anche per quest’anno il particolare occhio di riguardo verso i giovani stilisti che presentano in questa occasione il loro lavoro. Moltissimi infatti sono gli spazi e i momenti riservati a loro e alla loro arte.

Categorie
Moda

Dalla Milano Fashion Week agli Oscar, ecco gli abiti delle star

Anni ‘20, anni ‘50, tutto ritorna nel ciclo della moda. L’abbiamo visto e rivisto durante la settimana della moda milanese. Versace, Armani, Gucci, Valentino e Louis Vuitton sono fra quelli più scelti dalle star del Red Carpet. Anche se scelti è una parola poco consona all’occasione, dato che gli stilisti pagano le dive per indossarli e le attrici possono preferire un modello piuttosto che un altro.

oscar moda 2012 stilisti milano fashionSe la giacca in tutte le sue sfaccettature ha trionfato sul catwalk italiano, il red Carpet ha avuto come elemento principale lo strascico in tutte le sue forme e firme.

Michelle Williams ha indossato un Louis Vuitton  rosso con gonna a balze e piccolo strascico: ottima la scelta dell’abito, meno del colore. L’attrice è chiara di carnagione ed ha i capelli biondi, il rosso non le dona perfettamente. Emma Stone ha, invece, ovviato alla carnagione bianca grazie ad un abito rosso carmineo con fiocco grande al collo e capelli tirati all’indietro.

Le creazioni di Dolce & Gabbana non si sono viste; Angelina Jolie che ama questo marchio, ha scelto il nero di Versace con spacco vistoso e strascico al seguito.

Scelta di cattivo gusto sicuramente quella di Melissa McCarthy, con abito di Marina Rinaldi, bellissimo, ma che dava un pò l’idea di bambola di porcellana; Tadashi Shoji ha vestito le curve di Octavia Spencer, snellendo il suo corpo formoso con cristalli Swarovski confluenti verso il centro.

Stilisti meno famosi dalle nostre parti e che hanno mostrato le loro creazioni agli Oscar sono stati: Georges Chackra che ha vestito Li Bingbing; Zuhair Murad ha fatto risplendere la bellissima Jennifer Lopez in abito color carne con righe dorate e spalle scoperte.

La stilista Marchesa ha optato per il suo modello di gwyneth paltrow oscar 2012punta presentato a Milano in oro laminato con rosa sul fianco e gonna a sirena. Stacy Keibler, nuova fiamma di Clooney, l’ha indossato in maniera divina. Sempre in oro, ma con un abito Lanvin, l’attrice Meryl Streep che quasi sembrava una dea greca con il drappeggio e la gonna a portafoglio.

Marchesa ha fatto ambo con Sandra Bullock, che ha indossato un abito bianco e nero con fascia di cristalli in vita, come a voler unire il contrasto dato dalle due tinte.

Vincitrice della semplicità è stata Gwyneth Paltrow in abito bianco lungo e giacca sulle spalle di Tom Ford.

Categorie
Moda

Jason Wu alla New York Fashion Week

Durante la New York Fashion Week che ha aperto le danze delle sfilate p/e 2012, un giovane stilista di origini asiatiche ha fatto colpo su  tante donne, dopo aver ricevuto apprezzamenti anche dalla first lady americana. Si tratta di Jason Wu, che ha presentato una collezione fatta da abiti sartoriali e ispirata all’artista Pop, Kaw.

Il suo stile è  particolare e distintivo: nello stesso abito ha unito tessuti morbidi e rigidi, colori accesissimi e colori freddi, rigore e leggerezza . Uno dei colori da lui più usati è il rosa, vistoso ma anche delicato e usato anche singolarmente. I tagli sono morbidi, quasi sempre asimmetrici per gonne e abiti, la vita è alta per gonne e pantaloni e gli orli delle giacche e delle bluse sono spesso ondeggianti.

Le sue creazioni risultano estrose ma femminili, eccedono ma senza dare nell’occhio. E se i colori o le linee, in alcuni casi dovessero essere troppo serie, ci pensa un bel rossetto vistoso ad accendere il look.

Insomma, uno stile sicuramente piacevole e delle creazioni che, una volta indossate, bisognerà anche saper portare con la giusta nonchalance, perché queste creazioni attireranno molti occhi.