Categorie
Programmi TV

Amici 12: inizia Moreno con Fabri Fibra contro Verdiana con Ron

Comincia questa sera la semifinale di Amici 12 e inizia con due nomi fatti per ambo le squadre, con la possibilità di passare direttamente alla finale. A decidere sono i tre giudici che, con tre si, mettono una seria ipoteca sulla finale di uno dei ragazzi. Tuttavia né il candidato della squadra blu, ovvero Nicolò Noto, né il candidato della quadra bianca, Moreno Donadoni, ricevono i tre si fatidici.

E allora si riparte con le sfide e il primo ad esibirsi è Moreno. Ma non con una normale esibizione, bensì con un doppio d’eccezione insieme a Fabri Fibra.

La squadra blu risponde con un altro duetto grandioso, che vede Verdiana cantare insieme a Ron.

Insomma una sfida di alto livello: chi vincerà secondo voi?

AMici 12

Categorie
Musica & Spettacolo

Moreno Donadoni: esce oggi Stecca, l’album del rapper di Amici 12

Per la gran parte del pubblico di Amici 12 Moreno Donadoni è già il vincitore di questa edizione del talent show condotto da Maria De Filippi; a pochi giorni dalla fine del serale, ecco che esce il primo album del rapper concorrente della scuola più famosa di Italia, dal titolo Stecca, che già si preannuncia un vero e proprio successo!

E’ uscito oggi il primo album di Moreno Donadoni, il concorrente della squadra bianca di Amici 12 che con il suo freestyle ha conquistato migliaia di persone. Un artista già conosciuto e amata dal pubblico da casa grazie alla partecipazione al talent di MTV “Mtv Spit”, ma anche per aver aperto un concerto di Fabri Fibra, il rapper più famoso d’Italia che proprio in Stecca ha duettato in La Novità con Moreno.

Moreno-Amici-12L’album è già ricercatissimo da migliaia di fans di Moreno, che solo sulla pagina Facebook sono più di 175 mila. Resta un po’ discutibile la scelta di pubblicare il disco prima della fine del serale del talent, perché inevitabilmente la pubblicità che si creerà intorno all’album e il passaggio dei brani in radio non potrà che aumentare i fan del rapper e basandosi la puntata finale sul televoto da casa, capirete bene che gli altri concorrenti saranno penalizzati.

Le tracce che si trovano all’interno di Stecca sono: La novità, Sapore d’estate, Piccole cose, Freestyle, Che confusione, Attento, La distanza, Freestyle II, Qualcosa da dire, Sempre vero e Non mi cambieranno mai.

Categorie
Gossip

Il tweet di Mentana: Fabri Fibra morto in un incidente

Che Fabri Fibra ieri non sarebbe stato sul palco del concertone del Primo Maggio questo già lo sapevamo, ma che avesse perso la vita proprio ieri in un incidente stradale proprio no. La notizia è stata lanciata su Twitter dal giornalista di La7 Enrico Mentana, con un tweet di poco più di 30 caratteri e se ci permettiamo di ironizzare così tanto su questa morte è semplicemente perché si tratta di uno scherzo!

Cari fan di Fabri Fibra, non disperatevi per il vostro beniamino, perché il rapper più famoso di Italia è vivo e vegeto e, per quel che sappiamo, gode di ottima salute!

La morte di Fibra è stata annunciata ieri pomeriggio su Twitter dal giornalista Mentana (il fatto che a lanciarlo fosse un giornalista ha reso il tutto ancora più credibile), con la frase:

Mentana Fabri Fibra“Fabri Fibra morto in un incidente”

Quando tutti avevano già iniziato ad allarmarsi e la notizia si stava diffondendo, ecco che arriva un altro tweet di Mentana, in cui si legge:

“Scusate, un imbecille mi ha preso lo smartphone e ha creduto di fare una cosa divertente. Ora lo sistemo” e dopo un po’, ancora “Sistemato per le feste” e “Ognuno ha un imbecille a portata di mano. Il mio per fortuna voleva uccidere solo in ambito twitter. Poi è stato ancor più a portata di mano”.

Tutto è bene quel che finisce bene!

Categorie
Musica & Spettacolo

Fabri Fibra escluso dal Concerto del Primo Maggio. Sessista e omofobo per i sindacati

Brutte notizie per tutti i fan del rapper più famoso d’Italia, Fabri Fibra, che erano certi di poter vedere il loro idolo sul palco di Roma in occasione del concertone del Primo Maggio; i sindacati promotori dell’evento, Cgil, Cisl e Uil, hanno deciso, in seguito alla richiesta dell’associazione D.i.re (Donne In Rete Contro La Violenza), di non far presenziare l’artista durante lo spettacolo, a causa di brani omofobi, sessisti e misogini.

Fabri Fibra non ha potuto che attenersi alle nuove decisioni prese, che impongono al rapper italiano di non salire sul palco del concerto del Primo Maggio. Il cambiamento di scelta è dovuto alla richiesta dell’associazione D.i.re, presieduta da Titti Carrano, che inviando una lettera ai sindacati ha chiesto di cacciare l’artista dall’evento.

I pezzi di Fibra maggiormente incriminati sarebbero: Su le mani, che cita il mostro di Firenze Pietro Pacciani, e Venerdì 17, che racconta l’omicidio e lo stupro di una bambina.

Fabri FibraAnche l’organizzatore dell’evento Marco Godano non ha potuto che attenersi alle nuove direttive e ha dichiarato: “Non è nei nostri poteri rifiutare le indicazioni che ci arrivano dai sindacati”.

Il diretto interessato, Fabri Fibra, invece, ha lasciato un primo commento affermando:

“Il rapper non prende una posizione sulla canzone che scrive, è l’ascoltatore che è costretto a riflettere e prendere una posizione […] Il rap, come il cinema, racconta delle storie, a volte crude, a volte spensierate. Spesso le rime e il rap servono per accendere i riflettori dove c’è il buio […] Nel 2013 sono stanco di essere descritto ancora come il rapper violento. In passato mi accusavano di non rispettare le donne nelle rime, ma io scrivevo quello che vedevo, non quello che pensavo”.

In seguito è arrivato il commento di Fabri Fibra anche su Facebook, dove scrive:

Concertone del Primo Maggio in Piazza San Giovanni: nemmeno quest’anno sarò su quel palco. Mi sembrava strano. In effetti, l’invito entusiasta da parte di Marco Godano mi aveva sorpreso, era una bella novità. Invece poi non sono gli organizzatori che decidono chi suona in piazza. Nei miei testi forse non tutti ci leggono l’impegno politico o sociale necessario per eventi del genere. Nel 2013, per alcuni, il rap e i suoi meccanismi artistici sono ancora da interpretare e da capire fino in fondo. Qualcuno voleva che io suonassi e qualcuno no. Nonostante il tentativo, non si fa nulla. Il Primo Maggio è ancora soggetto a certi schemi che in altri circuiti live non ci sono o comunque non ci sono più. Penso in ogni caso che i concerti siano una bella occasione per i ragazzi di vivere esperienze musicali reali. Ci vediamo comunque in tour quest’estate e quest’autunno“.