Categorie
Gossip

Fabio Volo diventerà papà e avrà un figlio da Johana: lo confessa la mamma!

La mamma è sempre la mamma, ma chissà cosa penserà della sua Fabio Volo, dopo che la signora ha confessato in pubblico, al Corriere della Sera, che il figlio sta per diventare padre! La notizia infatti è arrivata proprio da mamma Volo, che ha detto al quotidiano che la compagna del figlio, amatissimo scrittore e filosofo per le nuove generazioni, aspetta a sua volta un bambino.

Sai mamma, forse la mia Johana… Qualche ritardo.. stiamo a vedere! Certo mi piacerebbe. E anche lei lo vorrebbe” le parole che il buon Fabio ha proferito alla sua mammina, senza apparentemente avere il coraggio di andare dritto al sodo. Di recente, l’ospite d’onore di tutti i nuovi festival di Filosofia, punto di riferimento per i giovanissimi e amatissimo scrittore di “storie di vita”, aveva dichiarato di sentirsi pronto per diventare padre, e che un bebè sarebbe stato, in questa fase della sua vita, un vero dono.

E così non se l’è fatto ripetere due volte, fabio volo diventerà papa figlio johanna mamma intervistaapparentemente, e lui e Johana si sono dati da fare. Fabio e Johana si sono incontrati a New York, dove lei faceva l’insegnante di Pilates, ed è scoppiato subito l’amore.

A questo punto, lo scapolo d’oro del nostro Paese potrebbe addirittura decidere di coronare questa bellissima e, a quanto sembra, desiderata dolce attesa in una doppia festa, aggiungendo anche un matrimonio alla gioia della famiglia!

Categorie
Cinema

Fabio Volo sfida Zero Dark Thirty e Re della terra Selvaggia con Studio Illegale

Donne cacciatrici, uccelli spaventati, zombie che si innamorano e documentari a sfondo politico, questo e molto altro offre questa settimana cinematografica all’insegna di due titoli importanti che gareggiano per il titolo di miglior film dell’anno ai prossimi Academy Awards.

Nuovo fenomeno che promette di mobilitare un fandoom d’eccezione è Warm Bodies, prima delle tante pellicole in uscita che contro la moda corrente, spingono invece il mito dello zombie, come nuova creatura cinematografica data in pasto agli ormoni delle teenagers.

Nel film, il giovane zombie R si ‘innamora’ di Julie e questo amore comincia a guarirlo dalla sua … morte. A parte la colta citazione che vede contrapporsi R(omeo) e Julie(tta), il film si rivela una melensa storia d’amore, paragonabile per alcuni versi alla saga di Twilight, ma senza dubbio più briosa e autoironica. Protagonisti sono Nicholas Houl e Teresa Palmer.

Prima di passare ai film seri della settimana, facciamo un salto nella commedia italiana (cosa ben diversa dalla commedia all’italiana) e nell’animazione. Nel primo caso torna Fabio Volo, che dopo l’avventura come filosofo diventa un avvocato tutto casa e ufficio in Studio Illegale; nel secondo caso invece c’è il variopinto Zambezia 3D, che per soggetti (si tratta di una storia di uccelli tropicali) e colori ricorda vagamente Rio.

Arriviamo adesso ai titoli ‘caldi’ della fabio volo studio illegalesettimana: cominciamo con il documentario S.B. – Io lo conoscevo bene, indagine sull’uomo politico più chiacchierato d’Italia, dagli inizi come intrattenitore sulle navi da crociera, fino alla battuta d’arresto dello scorso anno. Segue poi Broken City, thriller con un super cast che vede Russell Crowe nei panni di uomo di potere geloso della bella moglie Catherine Zeta-Jones e con qualcosa da nascondere, e contro di lui un poliziotto integerrimo interpretato da Mark Wahlberg.

Ultimi due titoli questa settimana sono gli attesissimi Zero Dark Thirty e Re della terra Selvaggia. Il primo è il ritorno al cinema della prima regista donna a vincere un premio Oscar, Katheryn Bigelow, che ha raccontato attraverso di un’altra grande donna, l’attrice Jessica Chastain, la cattura di Osama Bin Laden: un film che non ha mancato di far discutere per le forti scene di tortura ma che con grande diritto è considerato uno dei migliori dell’anno, tanto che ha ottenuto 5 nomination agli Academy Awards.

Re della terra Selvaggia è invece il caso dell’anno, un film indipendente che ha vinto più di chiunque altro nei festival di tutto il mondo e che rappresenterà un valido avversario agli Oscar per il Lincoln di Steven Spielberg, per Les Misérables di Tom Hooper, per Argo di Ben Affleck e per lo stesso film della Bigelow.

Un film appassionante, crudele e temerario, contro ogni status di genere che arriva dritto al cuore.

Categorie
Musica & Spettacolo

Fabio Volo dice addio a Radio Deejay. Ora passa alla tv

“Il Volo del mattino non andrà più in onda. Sono stati degli anni meravigliosi per me. Grazie a tutti”.
Sono queste le parole con cui Fabio Volo ha appena annunciato su Twitter la chiusura della sua storica trasmissione “Il Volo del mattino” in onda dal 2000 su Radio Deejay, in cui Fabio volo ogni mattina teneva compagnia agli ascoltatori trattando per lo più temi relativi ai rapporti tra uomini e donne, arricchendo la trasmissione con letture e brani musicali.

Tantissime le risposte dei suoi ascoltatori che stentano a credere che d’ora in poi, le loro mattinate non saranno più allietate dalla simpaticissima voce dello speaker bresciano e dai suoi inseparabili personaggi spalla come Spank, Torakiki o Heidi e Peter.

Inutile descrivere la rabbia dei suoi fan e le voci che lo vorrebbero in discordia con il direttore Linus. Ma Fabio smentisce ammettendo che nonostante la divergenza di idee, la scelta di interrompere la trasmissione è dovuta ai tanti impegni sopraggiunti negli ultimi mesi.

Infatti, il simpaticissimo scrittore e attore non abbandona del tutto la scena e già da domani lo vedremo in onda in seconda serata su Rai3, alla conduzione della trasmissione tv ” Volo in diretta” con l’attrice Jane Alexander.

Il programma andrà a sostituire “Parla con me” di Serena Dandini e andrà in onda ogni martedì, mercoledì e giovedì, per un totale di 42 puntate.
Questa volta, quindi, Fabio Volo si servirà della Tv per rileggere l’attualità del nostro tempo, sempre attraverso il suo sguardo ironico e pungente.

Categorie
Arte e Cultura

Fabio Volo: Le prime luci del mattino è il nuovo libro

Dopo Esco a fare due passi (2001), È una vita che ti aspetto (2003), Un posto nel mondo (2006), Il giorno in più (2007), Il tempo che vorrei (2009), arriva anche Le prime luci del mattino.

Il nuovo libro di Fabio VoloQuesto ultimo libro racconta la storia di Elena, una donna insoddisfatta dalla sua vita piatta e dal suo matrimonio caduto nella routine ormai da tempo. Dopo un incontro imprevisto, la donna dovrà fare i conti con se stessa e inizierà un nuovo percorso di vita, che la porterà a diventare più forte e più consapevole, attraverso vari episodi ricchi di passione, ma anche di rischi.

Alla presentazione di questo nuovo romanzo, lo scorso lunedì presso la libreria Mondadori di Milano in Piazza Duomo, si sono contate più di 2.000 persone.

Fabio Volo, oltre ad aver pubblicato sei romanzi, è conduttore TV e attore. Tra i film a cui ha preso parte ricordiamo “Casomai” (2002), suo primo film, “Manuale d’amore 2 – capitoli successivi” (2007) e “Il giorno in più” (2011). Memorabile è anche il suo doppiaggio del panda Po in Kung Fu Panda (2008) e Kung Fu Panda 2 (2011).