Categorie
Programmi TV

Caso Matilda: intercettazioni tra Cangialosi e Elena Romani a Domenica Live

Antonio Cangialosi ed Elena Romani, continuano a stare insieme per una settimana, e vengono intercettati in una telefonata e parlano di chi può aver ucciso la piccola Matilda. I due sospettano l’uno dell’altro e la mamma di Matilda dice che ha detto alla polizia di essere innocente e di non sapere cosa può essere successo in quei due-tre minuti in cui Matilda rimase con Cangialosi. L’uomo dice apertamente che la mamma è responsabile dell’omicidio, poiché lui dice di non aver fatto nulla e di non sapere e di non capire cosa possa essere successo.

Barbara_DURSO_MatildaCangialosi dice che proprio conoscendo Elena Romani non capisce cosa possa essere successo e perché possa essere successo il fatto. Poi parte un’altra intercettazione in cui la donna in macchina si chiede come sia possibile. Barbara D’Urso poi attacca e avvia un servizio in cui Elena Romani dice di essere innocente e, dunque, punta il dito verso Antonio Cangialosi. La mamma in lacrime parla delle sue giornate e di andare avanti perché vuole rendere giustizia alla piccola Matilda.

Cangialosi però dice che è stato lui a denunciare il 118 ai Carabinieri, perché credeva che il ritardo dell’ambulanza avesse causato la morte, poiché la bambina era stata definita morta per cause naturali. E solo con la denuncia dell’uomo si è scoperto che la piccola è stata uccisa da un calcio. Si continua con lo scambio di accuse tra i due, ma è una storia come un buco nero di cui forse mai si scoprirà il vero responsabile dell’omicidio della bimba.

Categorie
Programmi TV

Barbara D’Urso ospita Antonio Cangialosi per il caso della piccola Matilda

Ospite di Barbara D’Urso per la prima storia di Domenica Live è Antonio Cangialosi, il sospettato prosciolto dell’omicidio della piccola Matilda, la bambina uccisa a calci nel 2005. Cangialosi racconta la sua versione della storia di come ha conosciuto Elena Romani la mamma della piccola Matilda, di come in sette mesi il rapporto sia cresciuto e di come si sia venuta a creare una famiglia e un’armonia. Antonio Cangialosi dice che Matilda gli ha fatto capire tante cose e gli ha lasciato un segno indelebile, essendo stata la prima “figlia” con cui ha avuto a che fare.

Antonio_CangialosiIl caso è intricato, visto che in casa al momento della morte di Matilda c’erano solo Antonio Cangialosi, la mamma Elena Romani e nessun altro. I due si accusano a vicenda e vengono prosciolti dalle accuse entrambi, mentre la madre Elena Romani chiede di processare nuovamente Antonio. Barbara D’Urso dopo un servizio che ricostruiva la storia, ribadisce che ci sono due perizie una che dice che la ferita sulla piccola è compatibile con le scarpe della donna, l’altra invece che la scarpa che ha sferrato il calcio letale è di tipo maschile.

Cangialosi racconta la giornata della tragedia, dicendo che Elena e Matilda andarano a casa sua e pranzarono da amici. Cangialosi mise a letto la bambina, mentre loro due si addormentarono in salone, alle 16.20 l’uomo si alza e non trova Elena, la ritrova in bagno con la bambina in bagno, mentre lavava un cuscino dal sangue. Cangialosi continua con la sua versione, dicendo che la mamma disse che la bambina aveva vomitato. Ma l’uomo notò che la bambina aveva le labbra bianche e chiamava la mamma a bassa voce. L’uomo poi prese in braccio la bambina per portarla sul divano e venne abbracciato dalla piccola. Posata sul divano la bambina crolla e lì Antonio Cangialosi si allarma e chiama la madre per capire cosa sia successo.

Domenica_Live_MatildaL’uomo racconta che cerca di chiamare i soccorsi, mentre la madre cerca di rianimare la mamma. L’ambulanza arrivò dopo 35 minuti, mentre a casa si cercava di animare la bambina che non reagiva più. Ovviamente, quando sono arrivati i soccorsi la bimba era già priva di vita. E Barbara D’Urso non chiude il caso e promette delle intercettazioni, tra Antonio Cangialosi e la mamma Elena Romani.