Categorie
Gossip

Calendari 2014: Raffaella Fico vs Marika Fruscio sfida napoletana

Il web è impazzito alle immagini “fuoriuscite” e del backstage dei calendari 2014, che vedono protagoniste Raffaella Fico e Marika Fruscio, che si contenderanno la palma di regina del calendario per il prossimo anno.

raffaella-fico-sfilata-4Ancora non sono in edicola, eppure le immagini piccanti che ritraggono la neo-mamma Raffaella Fico e la prosperosa Marika Fruscio, stanno già attirando frotte di maschietti sul Web, tanto da essere in cima alle ricerche di Google e ovviamente alla lista dei desideri degli appassionati dei calendari hot.

A vedere gli scatti che girano in Rete, sembra proprio che sia Marika che Raffaella non si siano risparmiate… Anzi, si sono spesso mostrate in tutta la loro bellezza senza veli. Quale sarà quella capace di conquistare più uomini? Ce lo diranno i dati di vendita dei calendari che arriveranno in edicola a giorni.

 

Categorie
Arte e Cultura

In edicola I Am Malala, l’autobiografia di Malala Yousafzai

Malala Yousafzai non ha ancora smesso di far parlare di sé e anzi, ad appena 16 anni si prepara a diventare una delle scrittrici più lette al mondo.

E’ infatti probabile che la sua autobiografia, in edicola da ieri 8 ottobre, diventi presto un best seller, e i motivi sono molteplici: prima di tutto perché la sua storia ha già fatto il giro del mondo, poi perché Malala ha solo 16 anni, eppure ha coraggio e forza da vendere, poi perché rivela al mondo intero che per essere dei veri eroi, come lo è lei agli occhi del mondo, si può essere anche una ragazzina normale interessata alla moda e alle serie tv.i'm Malala

Il libro si intitola “I Am Malala” (“Sono Malala”), e la giovane pakistana l’ha scritto insieme alla giornalista britannica Christina Lamb. Nel libro, la storia della sua vita e dei suoi sogni, si raccontano le passioni di Malala: Masterchef, Ugly Betty e Angelina Jolie, ma anche la passione per le acconciature e per i vestiti, niente di straordinario per una 16enne. Se non fosse che Malala, lo scorso 9 ottobre, venne ferita alla testa dai talebani, perché con il suo blog, voleva portare alla luce la condizione che le donne e i bambini vivevano i Pakistan.

Nel suo libro, la Yousafzai racconta che la sua terra, il posto dove è stata ferita, la valle dello Swat, è il posto più bello del mondo, nonostante la continua, perpetua occupazione da parte di eserciti, stranieri e militari. Da Alessandro Magno a Winston Churchill e poi ancora dopo l’11 settembre, la sua terra è sempre stata occupata e sanguinante. Il libro racconta anche questo, l’arrivo degli eserciti, quello che lei riesce a ricordare.

Lei si considera credente e praticante, ma allo stesso tempo è contraria al modo di trattare le donne della propria religione: una mente aperto in un mondo chiuso, e così è dovuta scappare, prima per sopravvivere alle ferite alla testa, poi per poter continuare a vivere e a studiare, nel Regno Unito, dove per ora rimane. Ma il suo vero sogno è quello di tornare in Pakistan e dedicarsi alla politica, nella maniera costruttiva e (allora) inconsapevole che ha cominciato ad affrontare da quando aveva 11 anni.

Categorie
Arte e Cultura

Stephen King: arriva in edicola il libro sequel di Shining

Per anni ci ha tormentato con i suoi corridoi lunghi e tenebrosi, dietro i quali angoli non sapevi mai cosa avresti trovato, se due gemelline macellate che volevano giocare con te o litri di sangue che uscivano da un ascensore.

Adesso l’Overlook Hotel, set di Shining, il romanzo di Stephen King che ha trovato grande notorietà grazie al capolavoro omonimo di Stanley Kubrick, tornerà a tormentarci, e insieme a lui l’inquietante ragazzino, Danny Torrance, che a fine libro, lo ricordiamo, riesce miracolosamente a fuggire con la madre dalle grinfie di uno Jack Torrance completamente fuori di testa.

Il re del brivido letterario infatti ha riportato sulla carta Danny, visto come “un adulto da anni alla deriva, che non sa come liberarsi dall’eredità di disperazione, alcolismo e violenza di suo padre”.

A dichiararlo è l’editore del romanzo, Scribner and Hodder and Stoughton, e a partire dal 24 settembre potremo sapere se effettivamente le avventure di Danny continueranno ad inquietarci o se, per pura fortuna, il ragazzo, uomo fatto, riuscirà a liberarsi dall’ingombrante figura paterna.

Per quanto riguarda il versante cinematografico della faccenda, sembra che la Warner Bros stia invece lavorando ad un prequel dello Shining di Kubrick, ma non sappiamo come Stephen King la shining Stephen Kingprenderà, dato che è cosa nota che il film del grande Stanley non gli piacque affatto (forse perché si discostava dal suo romanzo) e arrivò addirittura a girare lui stesso un film omonimo che ripercorreva in maniera mediocre le vicende del suo romanzo, che rimane una delle sue opere minori.