Categorie
Gossip

Al dito di Jennifer Aniston non c’è più l’anello da 500.000 dollari

Chi analizza per le riviste americane le foto che i paparazzi fanno alle star deve avere una vista da aquila. Quindi figuriamoci se si poteva lasciar sfuggire un anello dalle dimensioni “impressionanti” che è scomparso da qualche giorno dal dito di Jennifer Aniston!

Jennifer-AnistonInfatti l’anello, che le aveva regalato prima delle nozze Brad Pitt, il quale per l’occasione si era anche improvvisato designer con la collaborazione della Gioielleria Damiani, è stato rimpiazzato con un più classico ed economico “anellino” da 20.000 dollari, con al centro un diamante da 3 carati e tutto attorno una fila di diamanti più piccoli. Da dove arriva il nuovo gioiellino? Semplice, le è stato regalato dal suo nuovo amore Justin Theroux.

Una riprova di come le cose tra i due sembra stiano prendendo davvero una bella piega e andando a gonfie vele. Si può forse dire che Jen abbia finalmente dimentico il bel Brad Pitt e soprattutto la rivale Angelina Jolie? Pare proprio di si. Justin, dal canto suo, è intenzionato a chiedere la mano di Jennifer Aniston a papà John, pare nelle vacanze di Natale, e dopo si passerà all’organizzazione del matrimonio. Però a detta di alcuni amici niente di grandioso e sfarzoso, anzi… L’idea è quella di fare una cerimonia solo per pochi amici, perché la coppia sembra amare la calma e la tranquillità.

Non resta che attendere la data del matrimonio, per poter fare gli auguri agli sposi… sempre che non seguano la tendenza di far trapelare la notizia a cose già fatte!

Categorie
Moda

Un gioiello Tiffany è per sempre

Ricordiamo tutti la celebre protagonista del film “Colazione da Tiffany” (dal romanzo di Truman Capote) Holly Golightly, interpretata dalla giovane Audrey Hepburn, quando, riferita alla gioielleria Tiffany la definiva come “il miglior posto del mondo, in cui non può accadere niente di brutto“.

Da quel film in poi, ma già da tempo in verità, la Tiffany & Co. (azienda statunitense nata nel 1837 a New York) acquisisce una visibilità inaspettata, spopola in tutto il mondo e diventa uno dei simboli imprenditoriali più importanti sul mercato delle pietre preziose e dell’oro. Se poi teniamo in considerazione il fatto che era nata come emporio di cancelleria e oggettistica, il salto di qualità è ancor più spettacolare.

Nel corso degli anni, sono cambiate le collezioni ed i gusti delle persone, ma mai La Tiffany & Co. ha avuto cali considerevoli nelle vendite. A guardarli bene, questi gioielli non sono nulla di particolare, anzi, piuttosto lineari e appariscenti, ma il desiderio di possedere una collana o un anello marchiati col nome della famosa gioielleria non ha prezzo… anzi, il prezzo ce l’ha, e anche abbastanza alto, ma sembra non interessare alla gente.

Ad esempio, un braccialetto d’argento molto sottile non va sotto le 145 Euro; quello tanto amato dalle teenager, sempre in argento, con piastrina a cuore “Return to Tiffany in oro rosa ha un prezzo oltre le 900 Euro; c’è anche un famosissimo anello di diamanti, che si trova nella storica gioielleria di New York, in vendita a soli 7 milioni di dollari.

Non penso ci sia uno studio approfondito dietro la creazione Return to Tiffanydi questi gioielli o chissà quale progettazione nell’assemblare i diversi materiali, eppure semplici fascette d’argento mandano in fibrillazione milioni di ragazze che per risparmiare qualche Euro, si scambiano gli oggetti del desiderio anche sui social network creando gruppi ad hoc, come ad esempio quelli su Facebook che vi garantisco fanno numeri record, neanche il tempo di caricare una foto di un gioiello Tiffany che se lo sono già prenotato in 25.

Vogliono tutte portarsi a casa la famosa scatolina blu di Tiffany, ma non pensate che sia un blu qualsiasi. No… anche in questo si sono superati: è il famosissimo “Tiffany Blue”, colore registrato come marchio della gioielleria e che viene riconosciuto anche da lontano e al primo sguardo dai suoi cultori, tra cui ritroviamo anche molte star di Hollywood.

Tiffany's SpotUn popolare spot della società recitava: Blue is the Color of Dreams. Queste campagne pubblicitarie molto dirette, l’uso gratuito del nome utilizzato molto nella cultura pop, il packaging che fa palpitare le signore di qualsiasi età, hanno contribuito all’ascesa del marchio a livello mondiale e alla costruzione di una rete di clientela fedele e non solo ammiratori.

Che dire… Uomini, a Natale regalate un Tiffany alle vostre donne, loro sapranno come ricompensarvi.

Categorie
Moda

Seni e reggiseni da capogiro con Victoria’s Secret’s

Dopo giorni e giorni di lavoro finalmente è pronto il nuovo reggiseno gioiello di Victoria’s Secret. Il retail di intimo più quotato al mondo questo inverno ha anticipato la presentazione del nuovo Fantasy Treasure Bra, creato nell’esclusiva occasione d’incontro per Victoria’s Secret’s dei gioiellieri del London Jewellers.

miranda kerr fantasy braLa fortunata top model che indosserà il reggiseno gioiello è Miranda Kerr uno degli angeli di Victoria’s Secret’s dal lontano 2007. Un’opportunità meravigliosa, per la neo-mamma Miranda che con la sua bellezza ha dato ancor più importanza ad un reggiseno del valore di 2,5 milioni di dollari. Per realizzarlo sono state utilizzati 3.400 diamanti bianchi e gialli incastonati in ben 500 ore di lavoro.

La sfilata di presentazione del capo si prospetta per il periodo pre-natalizio, come l’anno scorso Adriana Lima aveva fatto a New York, suscitando ammirazione. Il Fantasy Bra della scorsa stagione invernale era impreziosito da 2000 diamanti bianchi del valore di 1,5 milioni di sterline.

Il più prezioso di tutti però rimane il Black Diamond Miracle Bra, sempre indossato da Adriana Lima nel 2008, composto da 117 diamanti da un carato, 34 rubini e due grandi lacrime di diamante nero da 100 carati delicatamente agganciate nella parte anteriore.

Ben 500 pietre in più rispetto a quello del 2011… sarà la crisi che incombe o solo scelte di design stilistico?

C’è sicuramente una differenza di misura tra il reggiseno della Kerr e della Lima. La prima top model ha una circonferenza seno di 81 cm, la seconda di 86 cm… cinque centimetri in più fanno proprio la differenza!!!