Categorie
Bellezza & Salute

Blizzident: lo spazzolino che lava il denti in sei secondi

Solitamente, la pulizia dei denti richiede quattro minuti al giorno o poco più, e, a volte, presi dalla vita frenetica, si preferisce una chewing gum o si fa tutto di fretta, rischiando una cattiva igiene dentale.

Recentemente, una società ha creato, tramite stampa tridimensionale, uno spazzolino da denti su misura, che permette una pulizia profonda in sei secondi.

Il Blizzident non sembra uno spazzolino convenzionale – in realtà, assomiglia una dentiera. Invece di spazzolare manualmente, l’utente non deve fare altro che mordere e digrignare i denti per sei secondi.blizzident

L’utile dispositivo non è nient’altro che un calco dentale di plastica a modello 3D, che aderisce perfettamente alla bocca, ed è composto da 400 setole morbide e affusolate. Secondo la società, mordendo il dispositivo gli utenti possono pulire il solco gengivale – lo spazio sotto il bordo gengivale – e anche tutte le altre superfici.

Per pulire i denti accuratamente, un utente deve mordere e rilasciare il dispositivo in modo rapido dalle 10 alle 15 volte, creando diversi movimenti: un movimento vibrazionale, dal basso verso l’alto e viceversa e movimento circolari. La società sostiene che sei secondi di spazzolata con il Blizzident sono equivalenti a tre minuti di pulizia con uno spazzolino tradizionale.

Anche se il dispositivo è costoso (299 euro), rispetto agli spazzolini manuali, la società afferma che è circa 10 volte più sicuro di un normale spazzolino da denti, e che può durare un anno.

Categorie
Gossip

Celebrità: esplode la grillz-mania, una moda dannosa per la salute dentale

Famosi tra gli artisti hip-hop alla fine del 1980, i “grillz” hanno fatto il loro ritorno ad Hollywood e le celebrità, da Beyoncè a Madonna, sfoggiano denti – gioiello, lanciando così una nuova tendenza moda: la grillz-mania.

Ma i grillz, che hanno tanto l’aria di un apparecchio per i denti, dalle mille decorazioni e placcati d’oro e di gioielli, nascondono delle insidie per la salute dentale; secondo gli esperti, possono provocare una serie di malattie della bocca e perfino avvelenamenti.

Mentre le celebrità, come Ryan Lochte, Rihanna e Chris Brown, investono in grillz di buona qualità, i fan cercano di emulare i loro idoli, spesso, optando per versioni di bassa qualità e di minor prezzo, che possono essere davvero dannosi per la salute dentale. Infatti, se gli “apparecchi” decorativi vengono montati male, questi possono deteriorare lo smalto dei denti, causare dolori e anche mal di testa.

Su MailOnline, il dentista Lance Knight ha spiegato i rischi, che si corrono: “molti dei grillz indossati dalle celebrità sono mobili, e sono meno rischiosi di quelli fissi. La cosa importante è che s’inseriscano correttamente. Proprio come con le protesi e le capsule,  se qualcosa vien fatto bene da un dentista professionista Beyonce capelli corti sexy looked è montato correttamente, non dovrebbe causare problemi. Se vengono montati male, questi possono causare carie, infezioni e persino il movimento dei denti…potrebbero danneggiare le gengive o le labbra, specialmente se si hanno diamanti o bordi taglienti…peggio ancora se i grillz vengono realizzati con metallo scadente, possono contenere sostanze dannose e causare reazioni allergiche”.

Categorie
Rihanna

Rihanna: estate fra linguacce sexy e croci fra i denti

Rihanna è certamente una delle cantanti internazionali e più in generale personaggi pubblici, che più ama interagire con i suoi fan tramite i social network e in particolar modo tramite Instagram. Non solo posta scene e scatti dei suoi concerti in giro per il mondo, ma Rihanna racconta a tutti un po ‘di sé stessa postando quasi quotidianamente foto e frasi estratte dalla sua vita di tutti i giorni.

E proprio in questi primi giorni d’estate Rihanna appare più giocosa che mai, con immagini e considerazioni che fanno sorridere: sia lei che i suoi fan. E’ propri odi qualche giorno fa una foto in cui Rihanna appare enigmatica e sexy, con una espressione a metà fra il sexy e il divertito. In questa immagine la bad Riri commenta lo stato del traffico e si chiede cosa facciano anche i suo i fan quando rimangono imbottigliati.

Altro giro altra foto, ed ecco arrivare un’immagine in rihanna linguaccia sexy instagrambianco e nero che ritrae un bel sorriso e una piccola croce fra i denti. Sarà Rihanna quella ritratta? Possibile, si. Sarà una sorta di brillantino/piercing quello che mostra? Potrebbe essere… si.

In un caso o nell’altro Rihanna fa sempre parlare di sé, anche in modo divertente. E voi? Che ne pensate della bad Riri?

Categorie
Bellezza & Salute

La pulizia dei denti potrebbe ridurre il rischio di demenza senile?

Certamente lavarsi i denti, quotidianamente, aiuta a mantenere il sorriso smagliante e ad evitare le fastidiose sedute dal dentista – ma, secondo gli scienziati della University of Central Lancashire,  la pulizia dei denti sembrerebbe essere un’ottima abitudine, utile anche per il cervello.

In un recente studio, i ricercatori hanno analizzato il tessuto cerebrale di pazienti, affetti del morbo di Alzheimer, e hanno notato che era infettato da un tipo di batterio, che causa disturbi gengivali.

Il professore di odontoiatria, Stjohn Crean, ha dichiarato: “La gente dovrebbe prestare particolarmente  attenzione alla pulizia dei denti e dovrebbe sottoporsi regolarmente alle cure del dentista, per ridurre il rischio di infezioni nella bocca”.

Nel tessuto cerebrale di 10 malati di demenza senile, è stata scoperta la presenza di “porphyromonas gingivalis”, un batterio che innesca una reazione nel cervello, che distrugge i neuroni e porta a sintomi, come la perdita di memoria e confusione.

La dottoressa Alison Cook, della Alzheimer’s Society, ha denti-sanidichiarato ieri: “questo studio suggerisce che abbiamo bisogno di più ricerca in questo settore. Il modo migliore per ridurre il rischio di demenza è quello di condurre uno stile di vita sano, godere di una dieta equilibrata e non aver mai paura di avvicinarsi allo spazzolino da denti”.

 

Categorie
Bellezza & Salute

Malattie ai denti provocate dal fumo

Chissà se a Verona, (vai a questo sito per trovare un dentista a Verona) così come in ogni altra città d’Italia, da quando si sono diffuse le sigarette elettroniche sono diminuiti gli interventi curati per rimediare alla salute orale dei pazienti compromessa dal fumo. Spesso si pensa ai danni del fumo legandoli esclusivamente ai problemi polmonari, dimenticandosi di altre problematiche come ad esempio l’insorgere di malattie ai denti e alla bocca.

Per un fumatore l’igiene dentale è ancora più decisiva per cercare di prevenire una serie di problemi al cavo orale. Il tabacco ad esempio incide parecchio anche nell’insorgere della carie, allo stesso modo di come avviene con gli zuccheri. Fumare sigarette espone i denti all’attività di batteri cariogeni che producono acidi dannosi per la salute del dente, col rischio di portare quest’ultimo fino alla sua irrecuperabilità.

Tra le malattie della bocca più gravi che possono essere provocate dal fumo c’è anche il tumore della cavità orale, che possono riguardare lingua, palato o mascella e che spesso risultano fatali a causa del ritardo con il quale vengono diagnosticati. Altre malattie specifiche che riguardano la bocca e che vengono provocate soprattutto dal fumo sono le malattie parodontali e nello specifico gengivite e parodontite.

La gengivite, che può affliggere un paziente non-fumatore, fumo passivo cancro ragazze adolescentiè un’infiammazione più leggera e curabile rispetto alla gengivite ulcero-necrotizzante (forma acuta e dolorosa) che spesso si verifica nei soggetti fumatori.

Quando lo stadio di infiammazione delle gengive è più avanzato si parla di parodontite, ovvero la distruzione dei tessuti di supporto ad uno più denti che fanno allargare la gengiva provocando la mobilità e il distacco dei denti.

Categorie
Bellezza & Salute

Come sbiancare i denti, senza il bisogno di un dentista

Un sorriso sano può renderti felice e aumentare la tua autostima; purtroppo, le scelte dello stile di vita, come l’alimentazione o il fumo, possono danneggiare i denti e, nel contempo, diminuire la voglia di sorridere. I denti invecchiano, lo smalto si assottiglia, e lo strato di dentina diventa più scuro, facendo apparire il sorriso “smorto”.

Una visita da uno specialista può essere utile, ma a caro prezzo. Fortunatamente, esistono dei metodi davvero efficaci per mantenere e ripristinare la luminosità del sorriso, stando a casa, senza la visita dal dentista. Ecco quali:

Come prevenire:

 

  1. Spazzolino e filo interdentale: pulire regolarmente i denti, con lo spazzolino e il filo interdentale,  per evitare spiacevoli macchie e carie, che contribuiscono alla decolorazione dei denti. Dopo aver mangiato, attendere sempre dai 30 minuti a un’ora, prima di lavarsi i denti. Gli acidi presenti negli alimenti ammorbidiscono lo smalto; se la spazzolatura viene fatta troppo presto, dopo aver mangiato, risulterà troppo abrasiva sullo smalto ammorbidito e causerà danni, così come la creazione di una superficie più facilmente macchiata;
  2. Sciacquare con acqua: risciacquare con acqua, dopo aver mangiato, per rimuovere gli zuccheri e gli acidi, che causano danni. I resti di cibi nella bocca rilasciano zuccheri e acidi,  che causano danni e scolorimento dei denti. Il risciacquo aiuterà a rimuoverli;
  3. Masticare chewing gum ed evitare la disidratazione: masticare gomme, per stimolare la produzione di saliva. La difesa naturale aiuta a ridurre i livelli di acido e di batteri nocivi, nella bocca. Bisogna bere molti liquidi, per rimanere idratati e prevenire la secchezza della bocca e minori quantità di saliva;
  4. Limitare alcuni alimenti: prevenire le macchie ai denti, limitando la quantità di alimenti che possono causarle, come la salsa di pomodoro e l’aceto balsamico. I tannini nel tè e nel caffè, anche presenti nel vino rosso, attaccano lo smalto dei denti, provocando una colorazione sgradevole, che è più difficile da rimuovere. Provare a limitare la quantità di tè e caffè e aggiungere ad essi il latte e bere vino bianco, anziché rosso. denti sbiancare sorrisoLimitare la quantità di bevande zuccherate;
  5. Mangiare latticini: i latticini sono ricchi di calcio, una sostanza essenziale per le ossa e i denti forti. L’acido lattico nei latticini aiuta a rafforzare lo smalto e a prevenire la carie, e il grasso trovato nel formaggio aiuta a prevenire i batteri, che aderiscono ai denti;
  6. Smettere di fumare: fumare non solo provoca macchie sui denti, ma attacca anche il sistema immunitario. Lo sbiancamento dei denti sarà controproducente, se si continua a  fumare.

 

Come sbiancare i denti:

 

  1. Fragole e mele: le fragole contengono acido malico, che ha dimostrato di prevenire e rimuovere le macchie. Ci sono vari modi di usare le fragole, come affettarle e strofinarle sui denti o schiacciandole e aggiungerle al bicarbonato di sodio, per formare una pasta. Le mele contengono anche l’acido malico, che agisce come un delicato abrasivo, quando viene mangiato. É importante fare un risciacquo con acqua dopo aver mangiato o applicato questi frutti sui denti;
  2. Bicarbonato di sodio: il bicarbonato di sodio pulisce e sbianca, ma è abrasivo, e, perciò, va usato di rado (solo una o due volte al mese). Per utilizzare il bicarbonato come un detergente e sbiancante, mescolare una piccola quantità di acqua in una consistenza pastosa e utilizzare nello stesso modo di un normale dentifricio;
  3. denti-saniPerossido di idrogeno: il perossido di idrogeno, un disinfettante utile con qualità antisettiche, è usato in molte marche di dentifrici commerciali, così come nel collutorio, ed è un modo efficace, per sbiancare i denti. Il modo migliore per applicare questo prodotto è utilizzare un kit sbiancante. Il perossido di idrogeno può essere miscelato con acqua in parti uguali, per avere un effetto sbiancante dei denti;
  4. Fruscio olio: Questo è un antico rimedio ayurvedico, che consiste nello sciacquare la bocca e i denti con l’olio (sono raccomandati l’olio di girasole e sesamo), per 20 minuti, prima di sputare. L’olio attira e rimuove batteri e scioglie la placca e il tartaro, facendo divenire i denti, più sani e più bianchi.
Categorie
Bellezza & Salute

Denti sani e senza carie? Ci pensa l’olio di Cocco!

Tutte noi amiamo i nostri denti e siamo fissate nell’avere un sorriso che sia bianco, sano e seducente. Il problema, però, è renderlo tale, con prodotti che siano a loro volta sani e privi di alcool o altre sostanze che danneggino le gengive.

denti olio cocco bianchi salute dentaleLa risposta al dilemma arriva da una ricerca condotta dall’Athlone Institute of Technology di Dublino, secondo cui l’olio di cocco sarebbe in grado di proteggere il nostro sorriso combattendo i batteri portatori di carie.

In base a quanto riportato dallo studio condotto a Dublino, le sostanze contenute nel cocco andrebbero a ricoprire le vesti di una sorta di “antibiotico naturale”, tanto da poter essere impiegate prossimamente direttamente nei prodotti dedicati alla cura dentale.

Da quanto si legge, la forza antibatterica dell’olio di cocco è stata testata con esperimenti volti a combattere l’azione di ceppi di Streptococchi, batteri che come ben sappiamo sono in genere soliti bivaccare nella nostra bocca. Sono infatti proprio loro una delle principali cause della carie e l’utilizzo dell’olio di cocco, con enzimi, ha dimostrato di essere un’ottima difesa capace di rallentare lo sviluppo di batteri.

Damien Brady, coordinatore della ricerca, ha spiegato che: “La carie dentale è un problema di salute comunemente trascurato, che colpisce il 60-90% dei bambini e la maggior parte degli adulti nei paesi industrializzati”.

Inserire l’olio di cocco modificato con gli enzimi – ha poi concluso il professore – nei prodotti per l’igiene dentale, potrebbe essere una valida alternativa agli additivi chimici, in particolare per quanto funziona a concentrazioni relativamente così basse”.

Categorie
Bellezza & Salute

Sbiancamento dei denti: attenzione al fai da te!

Sempre più persone ogni anno si sottopongono allo sbiancamento dei denti, pratica apparentemente semplice che purtroppo coinvolge molti ‘abusivi’ che portano avanti questa pratica senza le necessarie conoscenze e competenze.

Lo sbiancamento, se eseguito in maniera scorretta, può compromettere definitivamente la salute dei denti. «L’attenzione all’estetica anche in campo odontoiatrico si è sempre più importante e lo sbiancamento è certamente la procedura più diffusa, accettata e richiesta dai pazienti», ha sottolineato la presidente dell’Associazione Igienisti Dentali Italiani (Aidi), Marialice Boldi.

«Oggi le possibilità offerte dal mercato sono in grado di rispondere a tutte le esigenze dei pazienti, ma il vero rischio è che a seguire il paziente siano persone non competenti, soprattutto quando si utilizzano strumenti come il laser». Basta poco per arrecare danni. «I professionisti hanno il dovere di selezionare attentamente i pazienti a cui consigliare lo sbiancamento e far comprendere loro che il ‘fai da te’ può essere dannoso e controproducente per la salute dei denti», ha aggiunto Boldi.

«Solo i professionisti, infatti, sanno scegliere con cognizione di causa la metodica più adatta per il paziente». Quindi attenzione, va bene voler un sorriso smagliante, ma attenti alle frodi!