Categorie
Curiosità

Alle donne l’uomo piace sudato

Basta uomini troppo profumati, curati ed ordinati; alle donne piacciono di più quelli con l’aspetto un po’ primordiale

f9f5fee3cbddd70337c594e759d33d584fe1a3d5584adA dirlo è uno studio portato a termine dall’Università di Praga secondo cui le donne sono attratte, come una calamita, dal sudore degli uomini. Secondo diverse ricerche svolte in ambito sociologico sembra proprio che l’odore poco gradevole dell’altro sesso riesca a scatenare la libido della donna.

Lo stesso studio, tra l’altro, ha dimostrato che le donne sono più propense a tradite durante il periodo di fertilità e che, proprio in quei giorni, si sentono attratti dagli uomini un po’ più virili o, se vogliamo, un po’ più puzzolenti. Per la ricerca sono state prese in considerazione 65 donne che hanno annusato le ascelle di 45 uomini.

Chi, durante il test, era in un periodo di fertilità ha preferito gli uomini con un odore dominante e la maggior parte di queste donne con l’ormone ballerino era già legata ad un altro uomo con il quale aveva già costruito una serie di progetti.

“Le donne sono infatti portate ad avere relazioni stabili con uomini dediti alla famiglia, ma amano piccole scappatelle con maschi più forti.” Ad affermarlo è Jan Haylicek, coordinatore dello studio.

 

Categorie
Curiosità

Le persone estroverse tradiscono di più?

Possono animare le feste, avere tanti amici e successo nel lavoro, ma le persone estroverse potrebbero essere più propense a tradire in amore

Party-640x320Lo dichiarano i ricercatori della Georgia Southern University. I risultati della nuova ricerca dimostrano che le persone socievoli e disinvolte tendono a tradire in amore, senza sentirsi in colpa. Il dottor Holtzman, che ha condotto lo studio, ha dichiarato: “La maggior parte delle persone, in cerca di relazioni a lungo termine, pensa che gli estroversi possano essere i migliori partner – perché suscitano emozioni positive e sono divertenti in ogni situazione. Ma il nostro studio mostra che le persone socievoli tendono ad avere relazioni fugaci, ad essere narcisisti e più psicopatici”.

Secondo quanto affermano i ricercatori, il miglior partner della vita sarebbe una persona coscienziosa, che tende ad essere onesta, umile e, perciò, meno propensa al tradimento. Il professor Holtzman ha intervistato quasi 1.000 persone, di entrambi i sessi, in America e in India, sottoponendo, ad alcune domande, anche i loro partner, i loro ex ed amici, per capire il loro comportamento. Ha scoperto un’associazione tra le persone estroverse e la tendenza al tradimento. I risultati, pubblicati sulla rivista “Evolutionary Psychology” hanno evidenziato: “l’estroversione può predisporre una persona ad una relazione fugace e, nel contempo, ad una relazione duratura, basata sull’infedeltà e sul tradimento”. Sarà davvero così?

Categorie
Curiosità

L’uomo per i gatti? E’ solo un micio più grande

I gatti vedono l’uomo come un micio più grande. Tranquilli non è un’altra stranezza senza fondamenta ma è il risultato di una vera e propria ricerca

Gatto Justin BieberA dirlo è il biologo John Bradshaw che ha scritto il libro “Cat sense” in cui espone i risultati della sua particolare ricerca e spiega cosa accade nella mente dei gatti quando interagiscono con gli esseri umani.

Lo studio, lungo 30 anni, parte dalla considerazione che i gatti, a differenza dei cani, sono animali selvatici e mai ammaestrati e dunque interagiscono con le persone facendo perno sui comportamenti sociali che fanno parte della propria natura. Ecco che con gli uomini i gatti si comportano come se entrassero in relazione con un felino più grosso che fa da sostituto alla madre, questo spiega la motivazione per cui i gatti fanno le fusa e si strofinano amorevolmente alle gambe del padrone.

Il tenere poi la coda alzata diventa simbolo del saluto ma soprattutto dell’affetto che i gatti provano verso i propri simili, l’alzare la coda all’uomo è il palese esempio che nel cervello dei gatti i “bipedi implume” sono considerati come dei felini più grandi che desiderano proteggerli come una madre.

Il consiglio che dà il biologo è che i rapporti con il micio dura più a lungo se è il gatto ad avvicinarsi per primo: “La cosa migliore è aspettare che metta la coda in su prima di interagire con lui”.