Categorie
Cucina

Gamberi al cocco: ricetta esotica per il vostro palato

Amate tanto i crostacei ma siete stanchi delle solite fritture?

Noi oggi vi consigliamo i gamberi al cocco, un secondo piatto esotico ed alternativo che stupirà i vostri invitati.

Ingredienti:

– 250g di farina 00

– 3 uova

– 1 litro di olio di semi

– 150g di farina al cocco

– sale quanto basta

– 1 kg di gamberi

Iniziate con la pulizia dei gamberi, eliminate la testa, il guscio, le zampette e le interiora lasciando però integra la coda, in seguito lavateli per bene con acqua corrente e poi tamponateli. Dopodiché munitevi di tre teglie, nella prima versate la farina 00, nella seconda le tre uova e nella terza la farina di cocco. Appena pronti procedete nell’impanatura e passate ogni gambero prima nella farina, poi nell’uovo e, infine, nel cocco.

A questo punto della preparazione versate l’olio di semi gamberi-al-coccoin una pentola dai bordi alti e fatelo riscaldare fino a farlo diventare bollente, raggiunta la temperatura immergetevi i gamberi e fateli friggere per un minuto. Quando sono ben dorati toglieteli, poggiateli su della carta assorbente in modo da elminare l’olio in eccesso e poi adagiateli su un piatto da portata.

Il vostro secondo piatto quasi orientale è pronto, portatelo in tavola e gustatelo con le salse che più vi piacciono. Bon Appetit!

 

Categorie
Bellezza & Salute

Struccarsi senza lasciare residui. Ecco come fare in 3 semplici mosse

Quante volte vi è capitato di rientrare tardi la sera, struccarvi velocemente e ritrovarvi il mattino dopo con la faccia impiastricciata e il cuscino completamente macchiato? Questo non dovrebbe accadere perché l’inadeguata modalità con cui a volte ci si strucca rovina la pelle rendendola grassa, oleosa.

Armatevi dunque di santa pazienza e seguite i nostri consigli, fate il pieno di dischetti di cotone necessari per rimuovere i residui di trucco nelle zone più ampie, cotton fioc con 31a5cd91b41a432ba1cd3e17301bdd96_1247755cui riuscirete a raggiungere le zone più critiche e struccante, scegliete sempre quello più adatto alla vostra pelle.

Iniziate dunque la pratica struccaggio: bagnate leggermente i dischetti con il detergente e poggiateli per qualche secondo sugli occhi. Questo permetterà al trucco di sciogliersi e voi riuscirete a rimuoverlo senza troppa fatica. Dopo aver atteso il tempo necessario togliete i dischetti, girateli dalla parte ancora “vergine” e ripulite la zona sotto l’occhio.

Il terzo passaggio consta nel rimuovere i residui di trucco dalle zone più ostiche con i cotton fioc leggermente inumiditi.

Al termine della pratica risciacquate il viso con sapone e acqua tiepida e… voilà, una pelle morbida e delicata pronta per farsi accarezzare dal cuscino.

Categorie
Bellezza & Salute

Rivitalizza i capelli con il cowash: ecco cos’è e come usare questa tecnica!

Per molte donne la bellezza e la sensualità passano attraverso i capelli che vengono curati e trattati in modo a dir poco maniacale. Sappiamo però che quest’eccessiva pulizia, sommata all’uso di prodotti spesso aggressivi per la cute, rende i capelli secchi, sfibrati, spenti e soprattutto grassi.

Come si può uscire da questo limbo, vi chiederete. Beh… una soluzione c’è e si tratta di una nuova tecnica che sta spopolando tra il popolo del web, voci di “rete” parlano di cowash o più letteralmente conditioner only wash. Si tratta di un metodo casalingo e naturale, una miscela di balsamo e zucchero che con la sua dolcezza vi farà dimenticare il più tradizionale shampoo.

Allora mettetevi subito all’opera, prendete una tazzina da caffè e riempitela fino all’orlo di balsamo poi aggiungete 1/2 cucchiaini di zucchero in base alla lunghezza dei vostri capelli. Bagnate la vostra chioma con dell’acqua tiepida, versate metà del prodotto e massaggiate per cinque minuti. Risciacquate con abbondante acqua e ripetete nuovamente l’operazione per avere capelli ancora più puliti e morbidi alla fragranza “zucchero a velo”.

Ricordate per un massaggio rilassante e non aggressivo caduta capelli donna uominibisogna utilizzare i polpastrelli mai le unghie e, soprattutto, imprimere sul cuoio capelluto dei movimenti circolari quasi come se stesse disegnando un cerchio perfetto.

Il cowash è la nuova frontiera del beauty fai da te, i granellini di zucchero fungono da scrub e sgrassano i capelli senza sottoporli a stress eccessivi ed inutili, come accade invece con i tensioattivi degli shampoo, mentre il balsamo li rende soffici, lucenti, pronti per essere accarezzati.

Asciugate i vostri morbidi capelli e sbizzarritevi a creare nuove acconciature, il cowash sarà uno splendido toccasana per la salute dei vostri capelli e per quella del vostro portafogli.

Categorie
Bellezza & Salute

Chirurgia estetica? Ecco come scegliere un buon chirurgo

La chirurgia estetica è ormai diventata pratica comune: ragazzine, donne, uomini ricorrono sempre più spesso ad interventi chirurgici per disfunzioni serie che si ripercuotono sulla salute; ma anche, e soprattutto, perché spinte da motivazioni più futili come, ad esempio, essere più belle, più prosperose, più giovani o semplicemente più simili alle starlet del cinema e della televisione.

Ecco allora alcuni consigli che possono aiutarvi ad individuare un buon chirurgo. Il primo passo, sostiene Aicpe (Associazione Italiana di Chirurgia Plastica Estetica), è diffidare dei forum, del passaparola, delle trovate pubblicitarie e dell’eccessiva esposizione mediatica del chirurgo che non sempre è sintomo di competenza ed eccellente preparazione. Internet e la televisione non sono dunque i mezzi migliori per scegliere il mago dei bisturi.

La scelta deve essere ben ponderata e basarsi su dati concreti, in primis bisogna controllare che il chirurgo sia iscritto all’Ordine dei Medici, solo questo però non basta per verificarne la bravura chirurgia plastica donne risarcimentie ci sono dunque altri parametri da analizzare e da tenere in considerazione tra cui la specializzazione, la struttura in cui lavora, il ruolo da lui ricoperto, il suo grado di aggiornamento, la sua partecipazione a corsi di formazione e, infine, l’affiliazione a società scientifiche come l’AICPE la cui iscrizione avviene dopo una seria e rigorosa selezione.

Diffidate anche di interventi scontati o legati a promozioni perché nascondono, quasi sempre, truffe che mettono a rischio la salute dei pazienti.

Scegliete dunque con cautela e con cognizione di causa, un intervento non è di certo semplice come lo shopping, una maglietta si può cambiare, regalare, modificare, un intervento estetico ti cambia la fisionomia per sempre e non si ha la possibilità di rimediare.

Categorie
Bellezza & Salute

Unghie fragili? Semplici consigli su come rinforzarle

Le tue unghie si spezzano facilmente e crescono lentamente? A volte non è solo colpa delle sostanze chimiche presenti nei prodotti per una comune manicure, ma qualcosa di più profondo: possono essere sintomo di una generale debolezza organica. Tuttavia, è possibile rinforzare le unghie deboli, seguendo dei semplici accorgimenti.

Vediamo insieme quali:

Assumere ogni giorno integratori di biotina: la carenza di questa vitamina può essere causa della debolezza delle unghie. Se non si vuole prendere un integratore di biotina, mangiare alimenti ricchi di biotina come la lattuga, carote, lattuga romana, bietole, mandorle, cetrioli, cavolfiori, cipolle e cavoli;

 

Massaggiare le unghie e le cuticole con un olio o crema rinforzante: utilizzare un prodotto, che contenga proteine. Rimuovere l’olio in eccesso dalle unghie e dalle cuticole, con un panno umido. Massaggiare le zone stimola la circolazione del sangue nelle unghie e favorisce la crescita. Ciò dovrebbe essere fatto un paio di volte a settimana;

Applicare uno smalto trasparente, designato per rinforzare le unghie. Utilizzare un prodotto, capace di prevenire sfaldature, screpolature e scheggiature;

Rimuovere lo smalto con un prodotto, Unghie-fragili-come-fareche non contiene acetone: l’acetone secca le unghie e li rende più fragili;

Mantenere le pipite ben tagliate, per prevenire le unghie fragili: evitare di mordersi o mangiucchiare le unghie. Mangiare le unghie provoca danni alle unghie, causando una crescita debole e lenta delle stesse;

Indossare guanti di gomma, durante le pulizie: i prodotti chimici corrosivi seccano le unghie, rendendole fragili e soggette a rotture. Le sostanze chimiche sono, anche, dannose per le cuticole.

Categorie
Casa

Come rimuovere macchie e cattivi odori dai tappeti

I tappeti donano un tocco di eleganza ad ogni casa, ma possono essere “calamite” di polvere, sporco e sgradevoli odori. A volte, gli animali domestici possono lasciare spiacevoli “regali”sul tappeto o, sbadatamente, gli ospiti possono versare caffè o altre bevande su di esso, suscitando in noi la solita domanda: “Come faccio a rimuovere la macchia?”

Comprare un pulitore professionale per rimuovere le macchie dal tappeto può essere costoso. Tuttavia, non è necessario spendere un sacco di soldi, per eliminare lo sporco difficile dal tappeto.

Di seguito un suggerimento davvero molto semplice e pratico, per rimuovere tutte le macchie, anche quelle più difficili:

1. Innanzitutto, bisogna pulire le macchie dal tappeto, non appena l’incidente si verifica, soprattutto se la macchia è di vino rosso o di caffè. Più a lungo si lasciano le macchie, più difficili sono da rimuovere. Mescolare 1/4 di tazza di acqua ossigenata con 2 cucchiai di bicarbonato di sodio, in una bottiglia spray.

Agitare i due ingredienti nella bottiglia, fino a quando il bicarbonato si dissolve. Il perossido di idrogeno aiuta ad dissolvere la macchia, mentre il bicarbonato di sodio elimina gli odori all’istante.

2. Spruzzare il contenuto del flacone spray, direttamente sulla macchia. Applicare una leggera pressione su un panno in microfibra e strofinare la macchia. Sciacquare il panno di tanto in tanto e ripetere, spruzzando e strofinando la macchia.  Poi spruzzare una maggiore quantità di perossido e bicarbonato sulla tappeto-pulire-come-faremacchia. Lasciare agire per 15 minuti;

3. Tamponare la zona macchiata con il panno in microfibra. Sciacquare e ripetere il processo, fino a quando la zona è pulita. Strofinare la zona umida del tappeto energicamente, per eliminare l’umidità. Posizionare un ventilatore davanti alla zona umida, per accelerare il processo dell’asciugatura. Cospargere solo bicarbonato di sodio sul tappeto ed aspirarlo, con l’aspirapolvere.

L’aggiunta ulteriore del bicarbonato di sodio aiuta ad eliminare qualsiasi odore residuo.

Ed ecco fatto! Il tuo tappeto ritorna ad essere bello e pulito, senza alcuna traccia di sporco!

 

 

 

Categorie
Amore

Semplici consigli su come mantenere una relazione a distanza

Le relazioni a distanza possono essere difficili da mantenere, ma possono rendere un amore davvero indistruttibile. Se si è spesso lontano dalla persona che si ama, i litigi a volte sono inevitabili. Tuttavia, è possibile adottare alcune misure per garantire un buon rapporto a distanza. Vediamole insieme:

Parlare al telefono con il vostro partner, almeno una volta al giorno. La comunicazione è importantissima in ogni rapporto. Sentire la voce della persona, che si ama, può rendere tutto più semplice;

Gli sms sono un ottimo modo di comunicare con il partner. È possibile che entrambi abbiate tempi di vita diversi: probabilmente, si lavora in orari differenti e non si può parlare spesso al telefono, come si vorrebbe. Inviare sms è un modo semplice per tenersi in contatto, tutta la giornata;

Scrivere e-mail e messaggi, attraverso social rapporto relazione storia a distanza amorenetwork, può essere molto utile se entrambi lavorate in ufficio o usate costantemente il computer;

Programmare un viaggio a sorpresa nella località, dove si trova il compagno. Assicurarsi di pianificare il viaggio, nel momento in cui si sa che la persona amata non ha nulla in programma;

Spedire piccoli regali, periodicamente, alla persona amata. Può sembrare sciocco, ma piccoli pensierini, una volta al mese, possono davvero donare un sorriso al vostro partner. Possono essere anche pensieri romantici semplicissimi, come bigliettini di auguri o qualcosa che ricordi il vostro anniversario;

Riconoscere quando la persona amata ha bisogno di un pò di spazio. A volte, quando due persone hanno una relazione a distanza, una continua ossessione di telefonate ed email possono opprimere l’altro;

Cercare di limitare la gelosia. In una relazione a distanza, la gelosia è spesso la causa di liti e, spesso, di crisi della coppia. Dare massima fiducia al proprio partner.

Categorie
Bellezza & Salute

Vuoi smettere di fumare? Raggiungi l’obiettivo in 5 passi

Nonostante i fumatori siano consapevoli dei danni provocati dalle sigarette, e leggano ogni giorno la frase ammonitrice sui pacchetti “il fumo uccide”, per molti di loro la nicotina continua ad essere una dipendenza difficile da eliminare. Se sei tra queste persone e stai pensando di smettere, ma non sai come fare, leggi queste piccole accortezze per rendere questo pensiero una realtà sana sia per il tuo organismo, che per il tuo portafoglio.

Bisogna porsi degli obiettivi concreti, che realizzino il vostro desiderio:

1. Stabilire un giorno: il primo passo è quello di scegliere la data di inizio. Solo così si dimostra di avere davvero il desiderio di smettere di fumare;

2. Dire a tutti le proprie intenzioni: dire alla propria famiglia, amici e colleghi che si vuole smettere di fumare è un modo utile, per costruire una propria rete di sostegno e assumersi le proprie responsabilità. Sarà più facile contrastare le tentazioni, che sorgono quando i propri cari sono incoraggianti e ti sostengono. Un altro vantaggio si può trarre, parlando con chi ha smesso di fumare e imparare da loro. Essi possono fornire ottimi suggerimenti, che offrono una marcia in più;

3. Prevenire le sfide: smettere di fumare è smettere-di-fumare-come-faredifficile. Pertanto, bisogna prevedere e pianificare le sfide, che si affronteranno durante il periodo di astinenza. Un modo per farlo è quello di adottare nuove strategie, per evitare quelle situazioni, che scatenano la voglia di una sigaretta. Ad esempio, se si ha l’abitudine di fumare dopo pranzo o dopo il caffè, bisogna prendere altri abitudini, come una passeggiata;

4. Annullare la tentazione: un passo importante è quello di rimuovere le sigarette e altri prodotti di tabacco, da casa, dall’auto e da dove si lavora. Assicurarsi di non lasciare “tracce”, per eliminare ogni tentazione;

5. Parlare con uno specialista: avere suggerimenti da parte del dottore, su come smettere di fumare, può essere fondamentale. Non sei la prima persona a chiedere consigli, su come porre fine alla dipendenza dal fumo, e il tuo medico potrebbe avere molta esperienza a riguardo: potrebbe fornirti farmaci, per ridurre la voglia di sigarette e gestire i sintomi di astinenza.

Categorie
Bellezza & Salute

Sbiancamento dei denti: attenzione al fai da te!

Sempre più persone ogni anno si sottopongono allo sbiancamento dei denti, pratica apparentemente semplice che purtroppo coinvolge molti ‘abusivi’ che portano avanti questa pratica senza le necessarie conoscenze e competenze.

Lo sbiancamento, se eseguito in maniera scorretta, può compromettere definitivamente la salute dei denti. «L’attenzione all’estetica anche in campo odontoiatrico si è sempre più importante e lo sbiancamento è certamente la procedura più diffusa, accettata e richiesta dai pazienti», ha sottolineato la presidente dell’Associazione Igienisti Dentali Italiani (Aidi), Marialice Boldi.

«Oggi le possibilità offerte dal mercato sono in grado di rispondere a tutte le esigenze dei pazienti, ma il vero rischio è che a seguire il paziente siano persone non competenti, soprattutto quando si utilizzano strumenti come il laser». Basta poco per arrecare danni. «I professionisti hanno il dovere di selezionare attentamente i pazienti a cui consigliare lo sbiancamento e far comprendere loro che il ‘fai da te’ può essere dannoso e controproducente per la salute dei denti», ha aggiunto Boldi.

«Solo i professionisti, infatti, sanno scegliere con cognizione di causa la metodica più adatta per il paziente». Quindi attenzione, va bene voler un sorriso smagliante, ma attenti alle frodi!