Categorie
Bellezza & Salute

Sonnambulo digitale: i nuovi “automi” dell’era tecnologica

Al sonnambulismo tradizionale oggi si va a sommare quello tecnologico di cui noi uomini dell’era multimediale possiamo diventare completamente affetti, il nostro considerare lo smartphone un’appendice del corpo ci induce a trasformarci in dei veri e propri “automi” anche durante il sonno.

A dirlo è Michael Geb, esperto della New York University, che analizzando casi realmente accaduti si è reso conto di come in molti durante il sonno, e senza averne memoria Inviare-SMS-durante-il-sonnoalcuna al risveglio, tendono ad afferrare il telefono per inviare messaggi che, il più delle volte, contengono frasi sgrammaticate, senza senso o persino confessioni intime ed imbarazzanti che, in situazioni di piena padronanza di sé stessi, nessuno rivelerebbe.

Il nuovo disturbo è classificato tra le forme di parasonnia e fa perno su delle attività motorie automatiche che noi stessi, durante il giorno, compiamo spesso e con molta naturalezza.

In genere, secondo lo studioso, tali messaggi vengono inviati due ore dopo aver preso sonno e, in attesa di studi più approfonditi, l’unico consiglio che si può dare è quello di spegnere il cellulare almeno mezz’ora prima di andare a dormire per dare al nostro organismo il tempo materiale per effettuare, se non totale almeno parziale, distacco dall’apparecchio.

Categorie
Belen Rodriguez

Matrimonio Belen e Stefano: requisiti i cellulari agli invitati

E’ passata esattamente una settimana da quando Belen Rodriguez e Stefano De Martino si sono sposati, eppure non si smette di parlare di loro! Man mano che passano i giorni continuano ad aumentare le notizie che trapelano sul giorno delle nozze, l’ultima delle quali riguarda l’esclusiva per le foto dell’evento.

E’ inutile negarlo, tutti la sera del matrimonio di Belen e Stefano abbiamo cercato sul Web qualche foto dell’evento, anche solo per vedere il costosissimo abito della sposa. La ricerca, però, inizialmente è stato alquanto vana, in quanto gli sposi, foto matrimonio Belen e Stefanomentre hanno venduto l’esclusiva video a Verissimo, per quanto riguarda l’esclusiva fotografica, hanno scelto ancora una volta il settimanale Chi.

Nonostante ciò, però, ci siamo chiesti come fosse possibile che nemmeno un’immagine trapelasse dall’Abbazzia di Santo Spirito, visto i centinaia di invitanti agli eventi, lo staff del catering, il cast musicale ecc; ecco arrivata la risposta! Durante la cerimonia nessuno ha potuto scattare foto in quanto i cellulari sono stati requisiti.

Questo almeno è quello che ha sostenuto la cantante soul Cheryl Porter, che dopo aver esposto le sue critiche al comportamento degli sposi, ha affermato:

“venerdì, di vere star non mi sembrava che ce ne fossero e neanche i tanti vip annunciati. Ciò nonostante, nel timore che qualcuno rovinasse l’esclusiva del servizio fotografico, a tutti sono stati requisiti i cellulari”

Insomma, sicuramente un disagio non da poco per tutti gli invitati, che sono stati costretti a rinunciare ai propri smartphone per partecipare alle nozze dell’anno!

Categorie
Bellezza & Salute

Cellulari mania: evoluzione della comunicazione o dipendenza tecnologica?

Ormai senza un telefono cellulare, piccolo aggeggio dalle multi-funzionalità non si può più vivere… sembrerà eccessivo ma non è così! E’ diventato indispensabile al punto che, se uscendo la mattina lo si dimentica per sbaglio, o non si riesce più a trovare, ci si sente davvero persi.

Si potrebbe dire che si è diventati schiavi di questo strumento. Certo, ha migliorato di gran lunga la qualità della vita e soprattutto i rapporti interpersonali, ma l’uso, e l’abuso, quanto contribuisce all’abbassamento dei livelli di salute? Da quando, a partire dagli anni 80, sono arrivati sul mercato, periodicamente sono apparsi allarmi sulla pericolosità dei telefoni mobili a causa del loro emanare onde elettromagnetiche, ritenute potenzialmente cancerogene.

Di fatto,  la scienza non è ancora riuscita a dimostrare concretamente se l’impiego sempre più massiccio di cellulari possa provocare danni alla salute dell’uomo. Nonostante queste incertezze, le vendite non accennano a diminuire: si stima che al mondo ci siano oltre 5 miliardi tra cellulari  e smartphone.

La costante evoluzione del mondo della cellulari mania problemi salutetelefonia ha conferito a questo strumento non solo la classica funzione del comunicare, abolendo tempo e spazio e rendendo tutti vicini e lontani contemporaneamente, ma anche la possibilità di dialogare non verbalmente attraverso i cosiddetti sms, che sono ormai alla portata di tutti.

Ben presto la necessità di esprimere tanto attraverso uno short message ha portato allo sviluppo di un linguaggio sintetico, fatto di abbreviazioni e codici che è indubbiamente più diffuso tra i giovani e che rappresenta il vero rischio della dipendenza da sms.

E’ fuor dubbio che con un cellulare in mano ci si possa  proteggere dai rischi dell’impatto emotivo diretto, trovando risposta ad insicurezze relazionali, a timori di rifiuto ed a sentimenti di insicurezza che spesso si provano; oltremodo ci si può dimostrare presenti  costruendo un  legame che attraversa spazi infiniti in tempi brevissimi, anche se non bisogna mai perdere di vista il senso della realtà.

 

Maria Francesca Baratta