Categorie
Sport

La verità di Carolina Kostner: Alex Schwazer, il doping e l’amore

Non è mai facile quando in un rapporto uno dei due partner ha dei problemi, specie se si tratta di personaggi pubblici, di atleti e di brutte storie di doping.

Carolina Kostner Alex Schwazer doping amoreE non è certo facile per Carolina Kostner parlare del suo Alex Schwazer e del loro rapporto. Tuttavia eccola comparire sulle pagine di Vanity Fair e raccontare le sue verità, i suoi sentimenti e le emozioni di questi ultimi mesi prima e dopo la positività di Alex Schwazer a un test antidoping prima dei Giochi di Londra 2012.

Io l’avevo visto soffrire tantissimo negli ultimi tempi. Lui è una persona molto chiusa e introversa, anche per questo aveva scelto di fare quello sport in cui passi ore e ore da solo per strada” – spiega Carolina a Vanity Fair – “Sempre, sempre solo. Sono tante le cose che credo gli abbiano fatto male. Come quando ha vinto l’oro a Pechino e la notizia più importante sembrava non la sua medaglia, ma il fatto che io fossi la sua fidanzata. Le cose poi montano”.

Una donna che cerca di andare a fondo, ma che fa capire quanto sia difficile e ci voglia rispetto. “Io non mi permetterò mai di analizzare i suoi problemi in pubblico – ha continuato Carolina – ma nemmeno con lui da solo. Nessuno può sapere cosa gli sia passato nella testa”.

Insomma uno sport di solitudine per una persona, forse, troppo introspettiva e solitaria, anche nella vita privata. La Kostner, infatti, racconta anche delle loro uscite insieme e con gli amici. Serate in cui pare che Alex non si divertisse più, un non divertirsi che Carolina interpretava come una possibile tensione per le gare olimpiche.

Non gliel’ho mai chiesto se era proprio quello, Alex Schwazer Kostner doping amoreperché io per prima, quando sono tesa, non sopporto che le persone mi stiano addosso. Così ho fatto finta di nulla, stavo in pista cinque, sei ore al giorno, ci vedevamo nei weekend, io cucinavo per lui, così quando tornava era tutto pronto: era il mio modo di stargli vicino”.

L’intervista, poi, giunge ad una fatidica domanda, ovvero se Carolina si sente pentita di non aver mai chiesto nulla. La risposta è tutt’altro che secca e veloce. La Kostner spiega come ci sono domande nella sua testa a cui non sa trovare una risposta.

Tuttavia è critica e dice: “Ma sa come si dice: dopo, siamo tutti più furbi. Avrei potuto, avrei dovuto. Fuori dal ghiaccio io sono una ragazza di 25 anni e lui un ragazzo di 27. Facciamo i nostri errori, soffriamo o non soffriamo. Nelle storie ci sono sempre gli alti e bassi: si litiga, ci si vuole bene. Siamo giovani, la vita cambia e ci cambia”.

Categorie
Sport

Carolina Kostner vince il mondiale di pattinaggio artistico a Nizza

Per la prima volta nella storia del mondiale del pattinaggio artistico (ben 102 edizioni) il gradino più alto del podio è stato conquistato da un’italiana!

E’ successo ieri a Nizza. L’italiana Carolina Kostner ha prevaricato sull’atleta russa Alena Leonova e la nipponica Alkiko Suzuki, grazie a un’ottima prestazione nel libero, conquistando così l’oro.

Carolina Kostner vince mondiale pattinaggio artistico NizzaE’ stata appunto la quasi perfetta prestazione nel libero (dove l’unica sbavatura di Carolina consiste in un errore in un triplo axel) sulle note di Wolfgang Amadeus Mozart (concerto per piano ed orchestra n.23) a farle scalare la classifica.

In questa esibizione la Kostner ha ottenuto dalla giuria la bellezza di 128.94 punti che hanno compensato il punteggio più scarso nel programma corto e l’hanno portata a 189.94 punti contro i 184.28 della Leonova (arrivata prima al corto) e 180.68 della Suzuki.

Carolina Kostner dedica alla mamma Patrizia e al papà Erwin la vittoria di questo mondiale e dice : Devo loro moltissimo perché mi hanno dato la possibilità di provarci e mi hanno sempre affiancata in ogni decisione. Adesso, col premio vinto, li aiuterò a sanare qualche debito che hanno acceso per sostenermi. Gli ho saccheggiato il conto corrente due o tre volte…”.

Inoltre la neo campionessa dichiara: “Sono Carolina Kostner mondiale pattinaggio Nizzafrastornata, ma tanto contenta, è come se la strada sulla quale ho pattinato per anni, in mezzo anche a molte difficoltà, avesse voluto portarmi fin qui. E’ un compimento. E il senso di gratitudine è alto. La vita mi ha insegnato ad avere pazienza e tenacia. Ci ho messo tanto ad arrivarci, perché non sono l’unica che ha talento e perché, evidentemente, è il tempo che mi è servito per raggiungere la piena maturità atletica. Ma ora tanti sacrifici sono stati ripagati.”

Per quanto riguarda il futuro Carolina Kostner sostiene che si sta avvicinando il momento in cui decidere se sia il caso di continuare o meno e, nonostante l’entusiasmo della vittoria, ora come ora la decisione è al 50 e 50.

Curiosa è la risposta della Kostner, durante un’intervista, alla domanda di quale fosse il primo ricordo della serata della vittoria; Carolina risponde “l’acqua fredda del tuffo nel mare”. Per festeggiare infatti la campionessa ha deciso di fare un bagno notturno con i suoi amici! Di certo non avrà avuto problemi di freddo lei che ormai è diventata un tutt’uno con la pista ghiacciata!

httpv://www.youtube.com/watch?v=WOf6-8lT9t0