Categorie
Bellezza & Salute

Prevenzione del cancro al seno: nasce Twitting bra (Video)

Ottobre è il periodo della prevenzione, della sensibilizzazione, è il periodo rosa in cui si ricorda l’importanza dei controlli per poter scacciare la minaccia del cancro al seno.

Per tale occasione l’azienda OgilvyOne Atene, per la campagna pubblicitaria “Neslè Fitness”, ha ideato un reggiseno tecnologico con lo scopo di rendere le donne consapevoli e ricordare loro l’importanza della prevenzione, fondamentale per tenere lontano il cancro, la bestia nera della nostra società.

Twitting bra, è questo il nome con cui è stato battezzato il reggiseno, è dotato di un dispositivo Bluethoot posto sotto il gancio realizzato a forma di Larry, l’uccellino blu di Twitter.

Ogni volta che il reggiseno viene slacciato il dispositivo invia un tweet dall’account del possessore del reggiseno. Il messaggio, che al momento vengono pubblicati in greco, possono essere letti e visualizzati sull’account @twittingbra.

La creazione di questo sistema non ha nulla a che the-tweeting-bravedere con il divertimento ma è legato soprattutto alla prevenzione che le donne devono sostenere quotidianamente; il messaggio inviato dal dispositivo, infatti, ricorda alle donne di controllare il proprio seno attraverso l’autopalpazione.

L’azienda OgilvyOne Atene ha dunque trovato un modo creativo ed ingegnoso per ricordare quanto un minuto di tempo speso per sé stesse e per la propria salute possa salvare una vita intera.

 

 

httpv://youtu.be/N1hSNg37K38

Categorie
Costume & Società

Elle e Tom Hilfiger insieme contro il cancro al seno

Ottobre è il mese in rosa, il colore della prevenzione, della sensibilizzazione per la lotta contro il cancro al seno. Tante le iniziative organizzate in questo mese, tutta l’Italia si tinge ogni giorno del colore delle donne e della loro continua ed irrefrenabile lotta contro il male del secolo.

Anche la redazione di Elle.it insieme allo stilista Tommy Hilfiger supportano la campagna Breast Health International, la loro collaborazione ha dato vita ad una fantastica Tommy Hilfiger, Elle contro il cancroborsa i cui proventi verranno interamente devoluti alla ricerca sul cancro al seno.

Per l’occasione speciale è stato realizzato anche una sorta di book fotografico per le strade di Milano, tante donne e altrettanti uomini si sono ritrovati nelle vesti di modelli per un giorno. Se non siete riusciti a partecipare attivamente al progetto potete almeno presenziare, il 24 ottobre, al cocktail party presso il flagship store milanese di Tommy Hilfiger in Porta Venezia.

In questa serata potrete incontrare il team di Hilfiger e parte della redazione di Elle oltre che diventare nuovamente protagonisti dell’iniziativa attraverso il photocall, il vostro volto potrà trasformarsi nello specchio che riflette la lotta di molte donne che cercano, con fatica e tanta forza, di sconfiggere il male nero.

Ogni battaglia si vince solo con l’unione e la coesione, quindi uniamoci e lottiamo insieme

Categorie
Musica & Spettacolo

Anastacia e il ritorno del cancro al seno: sottoposta a doppia mastectomia

Anastacia, la cantante bianca dalla voce e dall’animo black, è stata nuovamente risucchiata nel vortice del cancro, la bestia nera è ritornata imponente nella sua vita, un vero e proprio fulmine a ciel sereno che l’ha costretta a sospendere il tour europeo in programma per sottoporsi, con urgenza, alle cure necessarie.

La cantante ha appreso a Febbraio la recidiva del tumore al seno e ora, dopo essere stata sottoposta ad una doppia mastectomia, è ancora ricoverata in ospedale in attesa che Anastaciale sue condizioni si stabilizzino.

Ricordiamo che Anastacia aveva già vissuto un calvario analogo nel 2003, anno costellato da interventi e spossanti sedute di radioterapia ritrovandosi, giovanissima, di fronte a quel grande mostro che attanaglia e terrorizza molte donne.

Anastasia ha intrapreso un lungo percorso per difendere la sacralità della sua vita, ha lottato con le unghie e con i denti per rimanere aggrappata alla sua esistenza terrena, con la sua forza ha sconfitto già una volta questo male e, fortunatamente, pare che ora sia sulla strada per raggiungere la doppia rivincita.

Proprio nel mese in cui la Lilt porta avanti la campagna di sensibilizzazione del cancro al seno ecco che Anastasia diventa simbolo di una battaglia che, con le giuste accortezze e le adeguate cure, si può vincere.

Categorie
Gossip

Angelina Jolie, dopo l’operazione torna sorridente in pubblico

Ancora si parla di “effetto Jolie” in fatto di mastectomia. Dopo la corsa agli esami genetici per valutare la presenza o meno del gene mutato nel proprio organismo che si sono trovati a fronteggiare gli ospedali italiani, arrivano altre dichiarazioni della stessa Angelina Jolie, ieri presente a Londra per partecipare alla premiere mondiale di World War Z, film di cui il compagno Brad Pitt è protagonista.

angelina_jolie_berlinoL’attrice ha confessato di sentirsi “meravigliosamente bene” dopo essersi sottoposta alla doppia mastectomia. Angelina Jolie ha anche raccontato di quanto si sente felice del fatto che il suo gesto abbia portato un dibattito sull’argomento, che troppo spesso passa sotto silenzio. Nota per le sue prese di posizione radicali e per il suo grande e convinto impegno sociale, Angelina Jolie si conferma quindi una dei personaggi pubblici più interessanti di questi anni, sia per la sua grande bellezza, sia per le scelte di vita che in qualche modo stanno condizionando anche il suo pubblico.

In conclusione la Jolie ha confessato di essere molto felice per il sostegno ricevuto dai suoi fan, che l’hanno aiutata a portare avanti una scelta convinta ma ugualmente difficile. Chissà se, dopo queste dichiarazioni pubbliche, la corsa alla mastectomia non si intensifichi ancora di più.

Categorie
Gossip

Angelina Jolie: dopo la mamma muore la zia per cancro al seno

La scelta di Angelina Jolie di sottoporsi ad una duplice mastectomia preventiva, come ormai sappiamo, ha suscitato reazione molto contrastanti. C’è chi ha criticato la decisione, considerata esagerata, dell’attrice e chi, invece, ha ammirato il suo coraggio. A distanza di poche settimana, giunge ora la notizia sulla morte della zia dell’attrice per cancro al seno e forse si iniziano a capire tante cose in più.

Giunge oggi dagli Stati Uniti la notizia che la zia della celebre attrice hollywoodiana, Angelina Jolie, compagna dell’altrettanto famoso Brad Pitt, è morta a causa di un tumore al seno. La donna era la sorella della mamma di Angelina, che circa sei anni fa, nel 2007, a sua volta mori a causa di un tumore alle ovaie.

angelina_jolie_berlinoLa donna, Debbie Martin (61 anni), morta a San Diego ieri, aveva lo stesso gene difettoso presente sia nella sorella maggiore, la mamma di Angelina, che in Angelina stessa, ovvero il BRCA1, la causa dell’altissima percentuale (87% al seno e 50% alle ovaie) diagnosticata alla Jolie, con un test genetico, di ammalarsi di cancro.

Ora, probabilmente, la scelta dell’attrice diventa più comprensibile e lo diventa ancora di più leggendo le parole di Ron Martin, il marito della zia di Angelina, che ha dichiarato in seguito alla morte della moglie:

“Se avessimo saputo della pericolosità di questo gene avremmo sicuramente fatto la stessa scelta di Angelina”.

Ricordiamo che anche Brad Pitt sostiene di essere orgoglioso della sia compagna, considerando la sua scelta eroica.

 

Categorie
Gossip

Angelina Jolie: dopo l’asportazione dei seni ora le ovaie

Il tema in assoluto centrale di gossip di questi giorni è senza ombra di dubbio la scelta di Angelina Jolie, che ha deciso di sottoporsi ad una duplice mastectomia e si è fatta rimuovere entrambi i seni. Sulla scia della prevenzione al cancro, però, la celebre attrice pare non abbia concluso le operazioni chirurgiche e nei prossimi giorni potrebbe sottoporsi ad un nuovo intervento per la rimozione delle ovaie.

Qualcuno l’ha giudicata una scelta coraggiosa, altri una scelta decisamente eccessiva, fatto sta che Angelina Jolie è stata più che convinta della sua scelta, e con l’appoggio del suo compagno Brad Pitt, ha deciso di farsi rimuovere entrambi i seni, per ridurre l’altissima percentuale, 87%, di ammalarsi di cancro, riducendola così al solo 5%.

Angelina JolieIl percorso della Jolie, però, a quanto pare non è finito qui; dopo la mastectomia, infatti, si parla ora delle ovaie. Angelina, secondo quanto riportato Magazine People, è intenzionata a sottoporsi ad un’altra operazione, perché anche la percentuale di sviluppare un cancro alle ovaie è abbastanza alta, ovvero il 50% e quindi, avendo comunque già sei figli, vorrebbe rimuoverle.

Secondo persone vicine alle coppia, che avrebbero anche annunciato l‘imminente matrimonio con Brad, la Jolie sarebbe terrorizzata dalla possibilità di ammalarsi, soprattutto in virtù del fatto che proprio sua madre è morta di questa malattia.

Categorie
Gossip

Per Angelina Jolie duplice mastectomia: entrambi i seni asportati

Angelina Jolie, una delle star più celebri in assoluto di Hollywood, ha rivelato al New York Times di essersi sottoposta ad una duplice mastectomia per prevenire il cancro alla mammella, facendosi asportare entrambi i sani.

Mastectomia preventiva, è questo il nome preciso dell’operazione chirurgica, utilizzata sempre più spesso anche qui in Italia, tramite la quale viene asportato il seno alle donne che hanno un altissimo rischio di ammalarsi di cancro. Questa era proprio la situazione dell’attrice Angelina Jolie, compagna di Brad Pitt, alla quale era stato diagnosticato dai medici una probabilità di sviluppare il cancro al seno pari all’87%.

angelina_jolie_berlinoCosì, la Jolie, ha preso la difficile decisione di farsi asportare entrambi i seni sottoponendosi ad una mastectomia duplice. Il difficile percorso affrontato è stato recentemente raccontato dall’attrice al New York Times, al quale ha spiegato quanto la sua decisione sia stata influenzata dalla morte di sua mamma e dalle continue domande a riguardo che le hanno rivolto i figli, che continuavano a chiederle se la stessa cosa potesse accadere a lei.

La Jolie ha affermato, riguardo al lungo processo iniziato lo scorso febbraio e finito ad aprile:

“Quando ti risvegli dall’operazione, con i tubi di drenaggio infilati nel seno, ti sembra di stare sul set di un film di fantascienza […] la decisione di una doppia mastectomia non è stata facile. Ma è una decisione di cui sono molto contenta. Il rischio di cancro al seno è sceso dall’87% a meno del 5%”.

L’attrice, infine, ringrazia il marito per il sostegno che le manifesta sempre e conclude affermando: “le sfide che non ci devono spaventare sono quelle su cui possiamo intervenire e di cui possiamo assumere il controllo”.

Categorie
Bellezza & Salute

Cancro al seno: con 2 tazzine di caffè si dimezzano i rischi di recidiva

Una nuova ricerca ha rivelato che bere due tazzine di caffè al giorno potrebbe dimezzare la possibilità di recidiva del cancro al seno, che spesso accomuna le pazienti in ricovero. Gli scienziati hanno scoperto che, insieme al farmaco antitumorale tamoxifene, il caffè potrebbe essere di grande aiuto nel trattamento del cancro.

I ricercatori della Lund University in Svezia credono che il caffè incrementi e migliori l’effetto del medicinale. Hanno osservato 600 pazienti, affette di cancro al seno, per un periodo di 5 anni. Circa 300 di esse prendevano tamoxifene – un medicinale comunemente prescritto, dopo l’operazione per il cancro. Tamoxifene è un medicinale antiestrogeno che è usato generalmente per trattare il cancro al seno.

Maria Simonsson, una dottoranda in oncologia alla Lund University ha dichiarato:

I pazienti che prendevano la pillola, con due o più tazzine di caffè al giorno, hanno dimezzato la possibilità di ricomparsa del cancro, rispetto a chi non ha bevuto caffè, ma preso solo il medicinale. Non si sa come il caffè interagisca con il trattamento. Una teoria sulla quale noi stiamo lavorando è che il caffè “attivi” il medicinale e lo renda più efficace”.

È stato dimostrato che la caffeina impedisca la cancro al seno 2 tazzine di caffè rischio recidivacrescita delle cellule tumorali. Secondo il team di ricercatori, lo studio dovrà essere più approfondito, per capire il ruolo della caffeina nella prevenzione del cancro e nel trattamento. Helena Jernstrvm, professore associato di Oncologia Sperimentale alla Lund University ha aggiunto:

vorremmo sapere di più su come lo stile di vita possa influire sul trattamento del cancro al seno”.

Questo non è il primo studio che associa il consumo di caffè con le prognosi migliorate di cancro. Gli scienziati della Harvard Medical School hanno scoperto che le donne che bevono tre o più tazzine di caffè al giorno hanno abbassato il rischio del 20% di sviluppare la più comune forma di cancro alla pelle, rispetto a chi ne beve poco.

Categorie
Cinema

Jennifer Aniston diventa regista e aiuta le donne malate di cancro

Jennifer Aniston si dedica ad un progetto televisivo impegnato nel sociale. Tutto il mondo la conosce come la prima moglie di Brad Pitt, un po’ sfortunata perché dopo aver accalappiato l’uomo più bello di Hollywood se l’è fatto soffiare sotto al naso dalla statuaria Angelina Jolie.

jennifer anistonInvece Jennifer, elegante, in forma e per niente depressa, si è data da fare. Ha una bella carriera d’attrice che quest’anno l’ha portata sul grande schermo con Mia Moglie per Finta, accanto ad Adam Sandler ora si dedica anche al piccolo schermo con un progetto impegnato che racconta l’impatto del cancro sulla vita delle persone. L’attrice è infatti stata ospite di Good Morning America, a New York, dove ha presentato il suo nuovo progetto che sarà prodotto da Lifetime e si svilupperà in cinque cortometraggi denominati Project Five.

La Aniston si occuperà della regia dei cortometraggi insieme ad altre due grandi star, Alicia Keys, Demi Moore, e ha raccontato che il progetto, utilizzando il linguaggio della commedia e della tragedia, proverà a evidenziare le reazione e le implicazioni che una diagnosi di un cancro al seno hanno sulle donne e su quelli che le circondano. “La nostra speranza con Project Five è quella di intrattenere, informare e ispirare il dialogo, la ricerca e la prevenzione“, ha continuato Jennifer. ” Vogliamo che questi film spingano le persone colpite da tumore al seno a combattere questa sfida, che incide su tutte le nostre vite, non importa chi siamo”. In bocca al lupo Jen!