Categorie
Bellezza & Salute

Kate Winslet e la lega anti-botox

British Anti-Cosmetic Surgery League. E’ questo il nome della lega anti-botulino fondata dall’attrice Kate Winslet e a cui hanno già aderito molte sue colleghe, tra cui Cate Blanchett, Emma Thompson, Rachel Weisz e Penelope Cruz.

Il botox, o tossina botulinica, viene usato da molte attrici (tra cui ricordiamo Kylie Minogue, Nicole Kidman, Meg Ryan, Demi Moore, Cher e tante altre) per spianare le rughe d’espressione e apparire sempre giovani. Ma uno dei suoi effetti collaterali è che sacrifica l’espressività  del volto, cosa invece molto importante per un lavoro come quello dell’attrice. Il risultato è che il viso appare sicuramente levigatissimo, ma non si può, per esempio, corrugare la fronte, o imbronciarsi.

Su questo argomento c’è  chi si è schierato dalla parte delle dive “botox-free” e chi, invece, pensa che con gusto e nella giusta misura i risultati possano essere gradevoli e non vistosi.

Da quando esiste la medicina estetica, in cui rientrano i trattamenti con botulino appunto, la chirurgia estetica ha avuto un calo: le iniezioni di botulino infatti hanno sostituito il lifting. Ma non sempre i risultati sono gli stessi, ovviamente dipende dal problema di partenza.

Ad ogni modo, è sempre importante ricordare che la chirurgia estetica o la medicina estetica vanno usati sempre con criterio, senza eccedere e con l’obiettivo di sentirsi più in armonia con i proprio corpo, che si sia a favore o contrarie a questi trattamenti.

 

British Anti-Cosmetic Surgery League