Categorie
Katy Perry

Katy Perry su John Mayer: è un genio ed è evidente dai testi delle sue canzoni!

Se ci capitasse di pensare al successore di Albert Einstein, John Mayer non sarebbe di certo la prima persona che ci verrebbe in mente! Ma la sua compagna Katy Perry non la pensa così – anzi, lo definisce “un genio” nell’intervista rilasciata sulla rivista Billboard. La bellissima cantante ama, non solo, lo stile di John Mayer ma anche la sua intelligenza:

è letteralmente un genio, ed è evidente dai testi delle sue canzoni”, che dovrebbero essere oggetto di studio degli scienziati.

Per la copertina della nota rivista di musica, Katy Perry è stata fotografata in un campo, circondata da farfalle luminose e da vivaci fiori selvatici; vestita con un abito etereo e leggero, la regina del pop mostra un insolito aspetto naturale. Katy Perry ha vantato l’abilità della sua dolce metà nelle parole crociate e la sua determinazione: “ci mettiamo a letto, e lui fa le parole crociate. Ogni sera, cerca di finirli in 10 minuti. Quando si mette in testa qualcosa, lui la raggiunge. Chiedo sempre il suo aiuto”.

Mentre Katy Perry sembra accecata dall’amore katy perry Russell Brand piccolo fronzoloper il chitarrista, anche John Mayer non scherza con i complimenti; recentemente, ha dichiarato sul nuovo brano della compagna: “Roar è nella mia vita. Ricordo che quando l’ho sentita, mi sono detto: ‘ Wow, che esperienza interessante’ sentire qualcosa che si considera come imponente prima che lo diventi…è cosi fantastica! È una canzone incredibile, che non ha bisogno di parole…milioni di persone la balleranno sui tavoli”.

Katy Perry e John Mayer hanno cominciato a frequentarsi, non molto dopo il divorzio della cantante da Russell Brand nel 2012. Sebbene, all’inizio dei quest’anno, la loro relazione abbia attraversato una crisi, i due si sono ritrovati e il loro amore è più forte che mai.

Categorie
Moda

Victoria’s Secret e i sexy QR-code

Parliamo oggi di una particolare iniziativa lanciata da Victoria’s Secret.

Sicuramente avrete già sentito parlare dei QR-code, codici a barre bidimensionali composti da piccoli moduli neri che compongono un quadrato e vengono letti dagli smartphone, nati in Giappone nel 1994 nel settore automobilistico e ormai diffusi in tutto il mondo e utilizzati per le più svariate categorie merceologiche.

I QR-code si adattano agli usi più diversi, a seconda della fantasia di chi li adopera e in alcuni casi possono far accedere non solo a contenuti molto interessanti sulle aziende e i loro prodotti, ma possono anche suscitare molta curiosità con il modo in cui vengono pubblicizzati e proposti al pubblico. Per questo la pubblicità sta conoscendo il mondo dei QR-code per permettere, per esempio, al pubblico di avere una duplice fruizione di un cartello pubblicitario “classico”.

E’ questo il caso, per esempio, dei QR code usati da Victoria’s Secret per la sua ultima campagna billboard intitolata “Sexier than skin“.

Chi passa davanti al billboard e scansiona il QR code potrà completare l’immagine sul proprio smartphone, visualizzando la parte del corpo della modella coperta dal codice, con tanto di lingerie griffata VS.

Le immagini sono autoesplicative, ma posso aggiungere che secondo me è un’idea vincente: cattura l’attenzione e la curiosità sia di uomini sia di donne, ovviamente per motivi di base diversi ed è innovativa.