Categorie
Lavoro

Click Day: via ai finanziamenti alle aziende per assunzioni a tempo indeterminato

Il Click Day è stato un vero successo, considerando che nelle prime tre ore di disponibilità del servizio, sono state ben 5500 le domande di incentivo per l’assunzione a tempo indeterminato di giovani tra 18 e 29 anni. Stiamo parlando dell’iniziativa governativa di finanziare, con un terzo della retribuzione prevista per ogni nuovo lavoratore a tempo indeterminato (massimo 650 euro al mese), le aziende che assumeranno giovani lavoratori con un tale contratto.

Si stanno adesso effettuando i conteggi e presto si saprà in che modo verranno ripartiti i 794 milioni di incentivo messi a disposizione dal Governo per le aziende che assumeranno giovani di età compresa trai 18 e i 29 anni tre il 7 agosto 2013 e il 30 giugno 2015. I giovani da assumere dovranno essere privi di impiego da almeno sei mesi o senza un diploma di scuola media superiore.

Della cifra iniziale messa a disposizione dal Governo (794 milioni) 148 sono previsti per il 2013, 248 invece sia per il 2014 che per il 2015. I restanti 150 milioni saranno investiti nel 2016. Circa 500 milioni saranno destinati alle regioni del Sud Italia.

Il leader della Uil Luigi Angeletti è però scettico: mamma lavoro“Mi aspetto che il Click Day di oggi sia un flop – ha dichiarato – clima non ispira. Non vedo imprese che al di là delle belle parole mettono i soldi”.

Il clima di incertezza delle ultime ore sembra dar ragione allo scetticismo di Angeletti, ma d’altra parte, il ministro del Lavoro Sandro Giovannini mostra un cauto ottimismo; pur ammettendo che l’instabilità attuale del nostro paese potrebbe incidere in maniera negativa sull’iniziativa, Giovannini si augura una “risposta forte” dalle imprese.

 

Categorie
Lavoro

DL occupazione: al via le assunzioni di 200 mila giovani under 30

Sarà approvato oggi il DL occupazione, “in attesa dell’adozione di ulteriori misure da realizzare anche attraverso il ricorso alle risorse della nuova programmazione comunitaria 2014-2020“. Sono 1,3 miliardi di euro quelli che il governo è riuscito a mettere in circolo per far fronte all’emergenza lavoro.

Di questi 1,3 miliardi, 794 milioni saranno destinati alla stabilizzazione dei giovani ricadenti nella fascia d’età 18-29 anni. Così come avevano anticipato dal governo, queste risorse saranno destinate in larga parte alle Regioni del Sud dove il problema della disoccupazione arriva a livelli drammatici. Questo escludeva di fatto le altre regioni italiane, che non hanno esitato ad esprimere le loro lamentele. Sono stati recuperati, quindi, altri 300 milioni in modo da estendere i benefici anche al Centro-Nord.dl occupazione

Questa la ripartizione: 500 milioni andranno alle Regioni del Mezzogiorno (100 mln per il 2013, 150 per il 2014, 150 per il 2015 e 100 per il 2016), il resto al Centro-Nord.

Il miliardo di euro per le assunzioni al Sud è stato reperito sia da fonti nazionali che europee; nel dettaglio la quota destinata al Sud proviene dai fondi strutturali europei per il periodo 2007 – 2013, mentre i 300 milioni recuperati in un secondo momento, sono finanziamenti nazionali.

Sono ben 10 i punti del Decreto Legge, dagli incentivi per le nuove assunzioni, al rinvio dell’aumento dell’Iva, agli ammortizzatori sociali in deroga e fondi di garanzia per giovani. Allettante per i datori di lavoro è l’incentivo spettante sotto forma di decontribuzione, per ogni lavoratore, under 30, assunto a tempo indeterminato, fino ad un massimo di  650 euro al mese.

E già qui scattano le prime polemiche. I requisiti per accedere al bonus sono molto stringenti: “L’assunzione di cui al comma 1 deve riguardare lavoratori, di età compresa tra i 18 ed i 29 anni, che rientrino in una delle seguenti condizioni: a) siano privi di impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi; b) siano privi di un diploma di scuola media superiore o professionale; c) vivano soli con una o più persone a carico.” Gli esperti di lavoro, consulenti e professionisti, si stanno esprimendo in merito in queste ore. La stragrande maggioranza dei giovani, soprattutto al Sud, vive ancora a casa con i genitori (escluso il requisito c), vista la difficoltà a trovare lavoro si tende a proseguire gli studi, molto spesso ci si iscrive anche all’università non avendo alternative (escluso il requisito b), infine, a meno che non lavorino a nero, col boom dei Call-Center, i pochi “fortunati”, sono assicurati e retribuiti, anche se precari.

Sebbene le soluzioni siano perfettibili, da qualche parte bisognava cominciare. Il pacchetto lavoro è solo il primo passo per contrastare la grossa problematica della disoccupazione italiana che ha creato, e continua a creare, non poche vittime.

Categorie
Lavoro

Expo 2015, al via le selezioni per 70mila posti di lavoro: informazioni e riferimenti

Per il maxi evento che si svolgerà a Milano tra il primo maggio e il 31 ottobre 2015, si cerca personale per l’edilizia, il ramo amministrativo e commerciale e il settore alberghiero.

expo 2015 posti lavoroL’esposizione Universale di Milano avrà per il 2015 il titolo di “Nutrire il pianeta, energia per la vita”; non sarà quindi una fiera commerciale ma una grande manifestazione per porre l’attenzione sul problema dell’alimentazione e della mancanza di cibo in alcuni stati del mondo. Sul sito www.expo2015.org c’è la sezione Lavora con noi, dover potersi candidare.

In particolare si ricercano: Auditor, laureati in economia o giurisprudenza con esperienza, management e system & DB diplomati ITIS o informatica con esperienza di 3 anni in sistemistica. Per partecipare alle selezioni è importantissima la conoscenza della lingua inglese.

Nel caso il vostro profilo non dovesse corrispondere ad alcuno degli annunci, potete inviare una candidatura spontanea: col passare dei mesi, infatti, potrebbero servire altre figure che inizialmente non sono prese in considerazione.

L’Expo 2015 si svolgerà nel nuovo polo fieristico Rho di Milano e accoglierà diverse conferenze, tavole rotonde sui temi citati prima. La possibilità di far parte di questo grande team è sicuramente a tempo determinato, visto il periodo di svolgimento, ma gli sbocchi professionali e i contatti che potrebbero venir fuori da questa esperienza arricchirebbero moltissimo il vostro curriculum personale.

Ecco la mission che dovrebbero condividere i neo-assunti:

Lavorare per Expo 2015 significa entrare a far parte di una squadra composta da professionisti e manager con esperienza nazionale e internazionale, che affrontano tutti la stessa sfida: creare valore per la nostra comunità, il nostro sistema paese e per l’intero Pianeta”. La mission, poi, continua spiegando come le persone siano parte integrante del patrimonio di conoscenze e tecnologie, tanto importanti da diventare focus per l’Expo 2015 che intende valorizzare e promuovere proprio le persone.

Siamo convinti che il raggiungimento degli obiettivi dell’intera organizzazione dipenda dal contributo di ogni donna e uomo appartenenti a questo grande team, che li vede attori protagonisti sia come cittadini sia come collaboratori – continua la mission – Il nostro approccio è improntato sulla responsabilità sociale come parte integrante e inalienabile del modello di azione e comportamento quotidiano, dal modo in cui affrontiamo le eventuali difficoltà al modo in cui pensiamo al futuro”.

Categorie
Lavoro

Assunzioni in banca per 25mila giovani disoccupati: caratteristiche e istituti aderenti

Sogni di lavorare in banca, da quando sei bambino? Nonostante la crisi, un piccolo spiraglio si apre per gli amanti dell’economia e del posto fisso.

banche assunzioni giovani curriculumDa sempre il posto in banca è stato un desiderio di ragazzi e ragazze che volevano sistemarsi senza troppe complicazioni. Spesso si dice che chi lavora in banca non ha problemi, riferendosi allo stipendio che un dipendente riceve mensilmente.

Purtroppo da un po’ di anni non è più così, anche in banca gli stipendi si sono abbassati, si fanno gli straordinari (non sempre pagati) e si lavora sempre con il rischio delle rapine. Insomma non è un lavoro per niente semplice come molti credono, soprattutto se sei un addetto allo sportello: un piccolo errore può causare danni davvero gravi.

Nel 2012, dalle ricerche di mercato sull’eventuale posto di lavoro che i giovani desiderano ricoprire, pare che l’interesse per il posto in banca sia ancora alto. Il Fondo Nazionale per l’occupazione permetterà l’assunzione in banca di 25 mila giovani disoccupati.

Le casse di risparmio riceveranno, per ogni lavoratore assunto, un incentivo di 2.500 euro, ma solo se il neo-assunto rientra in determinate categorie:

  • Disoccupati fino ai 32 anni di età;
  • Disoccupati di lungo periodo di qualsiasi età;
  • Donne risiedenti in aree geografiche svantaggiate;
  • Cassaintegrati e lavoratori in mobilità;
  • Lavoratori delle regioni del Mezzogiorno con i più alti tassi di disoccupazione giovanile (incentivo di 3.000 euro);
  • Disabili.

Le banche che avranno accesso al Fondo Nazionale e a cui potete inviare il curriculum on-line, sono: ABI, Antonveneta, del Piemonte, Etruria, Fideuram, Generali, delle Marche, Popolare dell’Emilia Romagna, Popolare di Bari, Popolare di Lodi, Popolare di Novara, Popolare di Sondrio, Popolare di Verona, Popolare di Vicenza, Etica, Popolare Pugliese, Sella, Apulia, Banco Popolare, Cassa di risparmio di Ferrara, Cassa di risparmio di Ravenna, Cassa di risparmio di San Miniato, Gruppo Bnp Paribas, Grupppo Carige, Gruppo Deutsche Bank, gruppo Intesa Sanpaolo, Gruppo Poste Italiane, Gruppo UBI Banca, Gruppo Unicredit.

 

Categorie
Lavoro

Grandi catene, grandi assunzioni! Euronic, Eurospin, Siemens cercano personale.

Il centro e il Sud Italia saranno tra le zone fortunate a poter partecipare alle selezioni per lavorare all’Eurospin. Le figure ricercate in Puglia, Calabria, Marche, Umbria, Toscana, Sicilia, Emilia, e Basilicata sono: macellai e aiuto macellai, salumieri, addetti reparto ortofrutta, addetti alle vendite, assistenti di filiale, vice assistenti, addetti banco gastronomia.

Per far parte del gruppo Eurospin è necessario risiedere nelle vicinanze del luogo di lavoro, essere automuniti, aver esperienza nel settore, nessun particolare titolo di studi, serietà e predisposizione ai rapporti interpersonali. Sul sito www.eurospin.it nella sezione “lavora con noi” potete cliccare l’annuncio che vi interessa e candidarvi.

Euronics, catena di elettrodomestici ed elettronica in genere cerca: commessi, cassieri, addetti alla sorveglianza e magazzinieri per Puglia, Lazio, Sicilia, Emilia, Piemonte e Veneto con contratti di lavoro che variano in base all’esperienza dei candidati. Richiesti anche stagisti in tutta Italia con buona opportunità di inserimento finale. Su www.euronics.it alla solita voce, c’è un modulo da compilare.

Infine Siemens necessita di 35 figure professionali per Milano, Trento, Padova, Torino e Marnate. Caratteristica principale: avere spirito di iniziativa, conoscenza dell’inglese, capacità di lavorare in team e di gestire i cambiamenti.  Visitate wwww.siemens.it/careers e troverete ciò che più vi riguarda da vicino.

Categorie
Lavoro

Lavoro: Poste Italiane assume. Ecco i requisiti che cercano

Postini, portalettere, addetti allo smistamento postale nei centri meccanizzati, ecco le figure ricercate da Poste Italiane. A novembre e dicembre inizieranno le selezioni dei giovani disoccupati.

poste italiane lavoro assunzioniI requisiti di assunzione prevedono: età inferiore ai 35 anni; diploma di maturità con voto non più basso di 70/100 o 42/60, disponibilità di lavoro dal lunedì al sabato ore 8.00-14.00; non aver mai lavorato per Poste Italiane; capacità di guidare il Liberty Piaggio 125 a pieno carico.

Sembra un’ottima opportunità, se non fosse che il lavoro può durare al massimo due o tre mesi. Le aree interessate al “reclutamento di nuove leve” comprendono Nord Ovest, Nord Est, Lombardia, Toscana, Umbria, Lazio, Campania, Puglia, Molise, Basilicata, Sicilia, Calabria e Sardegna.

Per candidarsi è disponibile il sistema on-line, effettuando una registrazione su www.posteitaliane.it e cliccando l’area Lavora Con Noi è possibile inserire il proprio curriculum. Chi aveva già provveduto alla candidatura prima del 20 ottobre 2011, dovrà reinserire i propri dati. Altro sistema per candidarsi è inviare il proprio cv tramite posta raccomandata con ricevuta di ritorno specificando sede di lavoro preferita.

Per richieste di assunzione a tempo indeterminato scrivere a: Poste Italiane Human Resources and Organization, viale Europa 175, 00144 Roma.

Per richieste di lavoro a tempo determinato scrivere a:

-POSTE ITALIANE SPA, responsabile HRO NORD-OVEST, via Alfieri 10, 10121 Torino (per le regioni Valle d’Aosta, Liguria, Piemonte);

– POSTE ITALIANE SPA, responsabile HRO LOMBARDIA, via Orefici 15, 20144 Milano (per la regione Lombardia);

-POSTE ITALIANE SPA, responsabile HRO NORD-EST, via Torino 88,30172 Mestre (per le regioni del Veneto, Friuli e Trentino);

-POSTE ITALIANE SPA, responsabile HRO CENTRO NORD, via Zanardi 28, 40131 Bologna (per l’Emilia e le Marche);

-POSTE ITALIANE SPA, responsabile HRO CENTRO 1, via Pellicceria 3, 50123 Firenze (per Toscana e Umbria);

-POSTE ITALIANE SPA, responsabile HRO CENTRO, P.za Dante 25, 00185 Roma (per Lazio, Sardegna e Abruzzo)

-POSTE ITALIANE SPA, responsabile HRO SUD, P.za Matteotti 2, 80133 Napoli (per Campania e Calabria)

-POSTE ITALIANE SPA, responsabile HRO SUD 1, via Amendola 116, 70126 Bari        (per Puglia, Molise e Basilicata)

-POSTE ITALIANE SPA, responsabile HRO SUD 2, via A. de Gasperi 103, 901460 Palermo (per la Sicilia).

Affrettatevi!!!