Categorie
Cinema

Cara Delevingne reciterà nel nuovo film su Amanda Knox?

Cara Delevingne non si arrende! Oltre ad essere la principessa delle passarelle, la 21enne vuole intraprendere una carriera nel mondo del cinema.

Dopo essere stata scartata per il ruolo di Anastasia Steele in “50 Sfumature di Grigio”, ora la giovane modella si prepara per recitare nel nuovo film su Amanda Knox. Come riporta il Daily Mail, Cara Delevingne ha dato la propria adesione per il film “The Face of an Angel”, diretto dal regista Michael Winterbottom ed ispirato alla vita di Amanda Knox, accusata, insieme al suo ex fidanzato Raffaele Sollecito, di aver ucciso la studentessa inglese Meredith Kercher.

Si crede che Cara Delevingne non interpreterà il ruolo principale di Amanda Knox, ma assumerà un ruolo di primo piano accanto a Daniel Bruhl e Colin Firth, che si suppone sarà nel cast.

Una fonte ha dichiarato sul Daily Mirror: “non sembra Cara Delevigneche Cara interpreterà la “Foxy Knoxy”, ma avrà un ruolo di primo piano, dal momento che il regista vuole concentrarsi su eventi, che circondano il processo e le persone coinvolte in esso”.

La modella 21enne ha già recitato in “Anna Karenina” ed ha assunto il ruolo di una radio dj nel nuovo videogioco “Grand Theft Auto V”.

Pare che Cara Delevingne, inoltre, abbia già tre ruoli in cantiere, come in “Kids in Love” e nell’adattamento cinematografico del romanzo di Martin Amis, “London Fields”. Ma “The Face of an Angel” potrebbe essere il suo trampolino di lancio per il successo!

 

Categorie
Cinema

Sex Crimes: ritorna il film a tinte erotiche e si ispirerà ad Amanda Knox

Sembra che il film che scandalizzò il mondo nella fine degli anni ’90 sia destinato a ritornare. Stiamo parlando di Sex Crimes: la pellicola che vide come protagonisti Matt Dillon, Kevin Bacon e Denise Richards e che scandalizzò tutti per le linee a sfondo erotico del thriller. Un incrocio di sesso e morte, che sembra ora voler ritornare dopo 15 anni e con il volto di Amanda Knox.

Ma cosa significa tutto ciò? Il senso lo avrebbe spiegato il regista di Sex Crimes, John McNaughton. In un’intervista McNaughton ha rivelato che sarebbe intenzionato a girare il sequel di Sex Crimes: sequel che si potrebbe ispirare alla intricata vicenda di Amanda Knox. Ovviamente ad ora si parla solo di ipotesi e non si sex crimes amanda knox sequel filmsa nulla né sul cast e né sui tratti generali della storia.

Dovremo attendere i prossimi mesi per saperne di più. E voi che ne pensate? Come vedreste un ritorno di Sex Crimes sulla falsa riga della vicenda di Amanda Knox?

httpv://www.youtube.com/watch?v=b-RA9zOxIWg

Categorie
Cinema

Amanda Knox diffida il film su Canale 5 sul delitto di Perugia

Il caso del delitto di Perugia, in cui ha perso la vita la giovane Meredith Kercher, entrerà nella storia dei delitti irrisolti italiani.

L’assoluzione dei due principali indagati Amanda Knox e Reffaele Sollecito, infatti, ha lasciato la morte di Meredith impunita sollevando numerose polemiche dell’opinione pubblica.

Ora, Canale 5 ha deciso di riaprire le polemiche mandando in onda “Amanda Knox”, il film-tv prodotto da Lifetime, e che sarà trasmesso questa sera, alle 21:10, sul canale Mediaset.

La pellicola, incentrata sulla figura di Amanda Knox e Raffaele Sollecito, rispettivamente interpretati da Hayden Panettiere e Paolo Pomio, è stata oggetto di numerose critiche, visto che è stata girata prima che i due venissero assolti dal reato.

Inoltre, pare che all’interno del film sia presente anche una scena in cui viene mostrato il delitto di Meredith. E’ proprio questa parte ad aver sollevato le polemiche, sia di Amanda che dei genitori della omicidio-di-meredith scena del delittovittima.

Il film-tv scritto da Wendy Battles, infatti, si ferma ai fatti relativi al 2010. Allora, i due giovani erano stati entrambi condannati in primo grado: la Knox a 26 anni di reclusione per l’omicidio di Meredith Kercher avvenuto nel 2007, e Raffaele Sollecito a 25 anni; mentre Rudy Guede aveva ricevuto una condanna definitiva a sedici anni.

La notizia della messa in onda del film, quindi, avverrà ugualmente, nonostante i numerosi tentativi dei genitori della vittima di interromperne la produzione. Alla loro protesta si aggiunge (paradossalmente), anche quella della stessa Amanda Knox, la quale nei giorni scorsi ha mandato una diffida a Mediaset per evitarne che l’emittente TV trasmetta la pellicola.

Al momento, tuttavia, pare che il procedimento non sia servito a nulla e che il film sarà trasmesso ugualmente, stasera alle 21:10 su Canale5.