close

Strage in Messico, esplode il grattacielo della Pemex: 25 morti

Venerdì nero questo 1 febbraio 2013 che si apre, dopo la notizia dell’incidente mortale a Roma, con un’altra strage: l’esplosione di un grattacielo di 52 piani in Messico.

Ad essere colpita dall’esplosione è la sede della Pemex, ovvero la sede del noto colosso petrolifero messicano che al momento conta un bilancio di 25 morti. Vittime che, secondo le notizie ancora frammentarie che giungono dal sud America, potrebbero essere destinate ad aumentare visto lo stato di assoluta instabilità dei primi due piani dell’edificio.

Le pareti della struttura, infatti, sembrano non aver retto all’esplosione che, allo stato attuale, potrebbe aver intrappolato i lavoratori all’interno dello stabile pericolante.

Nessuna informazione giunge ancora sulle presunte cause strage messico pemex esplosione grattacielo 25 morti del disastro alla Pemex. Alcune voci inizialmente parlavano di sabotaggio, ma sembra che gli inquirenti abbiano fugato il dubbio relativo a questa eventualità, smentendo l’idea di un possibile atto doloso.

Sull’accaduto la protezione civile messicana si è pronunciata indicando, come possibile causa della strage, una fuga di gas proprio nel punto della torre in cui passerebbe l’energia elettrica.

Non resta che attendere le prossime ore per saperne di più.

Tag:, , , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page