Categorie
Musica & Spettacolo

Sound of Change: “la rivoluzione d’amore” di Madonna

Ha presentato, meravigliosamente, la campagna benefica al concerto Sound of Change a Londra; ma i fan sembravano più interessati al viso “gonfio” di Madonna, com’è apparsa sul palco di Twickenham Stadium.

Madonna_LondraPer il pubblico, è stato difficile non notare il viso della cantante di “Material Girl”, dato che era coperta dalla testa ai piedi, con un maglione nero a collo alto e pantaloni abbinati, e i capelli biondo miele, legati dietro la testa. Un fan ha scritto su Twitter: “Madonna, smettila di straziare il tuo viso. Prima era bello e ora è alquanto strano”. Un altro ha aggiunto: “Oh mio Dio. Madonna il tuo viso è gonfio!!!”. E anche se i fan sembravano entusiasti nel vedere la superstar, sostenere una causa così meritevole, alcuni hanno ammesso di essere stati un pò distratti dal gonfiore del viso della cantante.

Tuttavia, sul palco la cantante non ha voluto evidenziare il suo aspetto, ma ha sottolineato la causa benefica, invitando i fan a dare inizio ad “una rivoluzione d’amore”. Ha dichiarato: “continuo a dire alle persone che voglio iniziare una rivoluzione, ma la mia rivoluzione non implica spargimenti di sangue e violenza. La mia rivoluzione comincia con l’educazione. La mia rivoluzione consiste nel raggiungere un alto livello di coscienza, ma ciò non può succedere senza educazione. Non possiamo cambiare questo mondo, nè cominciare a trattare l’altro con dignità, senza istruzione. Lasciate che questa sera sia l’inizio di questa rivoluzione, perché l’educazione non è un lusso, ma un diritto umano fondamentale. Invito tutti ad unirsi alla mia rivoluzione dell’amore. Unitevi a me stasera. La rivoluzione d’amore comincia qui. Credo che le mie ragazze, là fuori, meritino la migliore educazione. Meritano il meglio per la salute. E credo nella giustizia per le mie ragazze in tutto il mondo”.

Insomma, un bel discorso, che tocca il cuore di tutti noi e che mira ad aumentare la consapevolezza e l’importanza dell’istruzione, sanità e giustizia, per le donne in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *