close

Siria: sono quattro i giornalisti italiani rapiti dai ribelli

Sono stati “fermati” nel nord della Siria da un gruppo di ribelli, che vuole accertare la reale identità di quattro giornalisti italiani: Amedeo RicucciElio Colavolpe, Andrea Vignali e l’italo-siriana Susan Dabbous. Questa la posizione ufficiale, ma la Farnesina, che ha attivato l’unità di crisi per gestire la situazione, parla di rapimento e di non avere informazioni certe ne sul luogo, ne sul gruppo che trattiene i giornalisti italiani.

Amedeo_Ricucci_RapitoAmedeo Ricucci con i suoi collaboratori era tornato in Siria da poco, per girare un documentario dal titolo “Silenzio si muore” e prevedeva di restare nell’area di guerra dal primo al quindici di Aprile, per raccontare guidato dalle notizie quanto succedeva in quel Paese, nell’indifferenza del Mondo. La preoccupazione per la sorte dei quattro è forte, ma le speranze di liberarli sono buone, poiché come dichiarato dai ribelli non si tratta di un rapimento, ma di un fermo per accertare che i quattro non fossero spie mandate dal regime.

Tag:, , , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi