close

Silvio Berlusconi a processo per compravendita di senatori, accusato da De Gregorio

Il pessimo periodo di Silvio Berlusconi non sembra arrestarsi, anzi. Dopo la debacle in Parlamento sul voto al Governo Letta, la condanna in Cassazione, ecco il rinvio a giudizio a Napoli per la compravendita di senatori che avrebbe causato la caduta del Governo Prodi. Grande accusatore del Cavaliere l’ex senatore De Gregorio.

Sergio De Gregorio è l’ultima spina nel fianco di Silvio Berlusconi, poiché in seguito alle sue dichiarazioni spontanee, in cui ha dichiarato di aver ricevuto soldi per “mollare” il Governo Prodi e causarne la caduta, è arrivato il rinvio a giudizio del Tribunale di Napoli, che si celebrerà nel collegio A della V sezione penale di Napoli, con prima udienza fissata per l’11 febbraio 2014. Al banco dei testimoni e degli imputati sarà presente anche Valter Lavitola, noto per la sua fuga e la latitanza, oltre che per l’intervista fiume rilasciata ad Enrico Mentana e diventata ispirazione e preda della satira più feroce.

La difesa di Silvio Berlusconi è stata affidata all’Avv. Michele Cerabona, che ha dichiarato: Non c’è reato in quanto la Costituzione italiana prevede per ogni Parlamentare il diritto dell’insindacabilità dei propri voti. Mentre Sergio De Gregorio ha patteggiato una condanna a 1 anno e 8 mesi, con pena sospesa. Così, mentre nel PDL tutti parlano di accerchiamento giudiziario, inizio un altro capitolo della saga giudiziaria relativa alle attività di Silvio Berlusconi; e questo sarebbe il primo che ha come obiettivo il suo operato politico.

Tag:, , , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi