close

Sarah Scazzi: arriva la sentenza. Oggi la Corte in camera di consiglio

Ancora poche ore e finalmente verrà messo un primo punto a uno dei casi più celebri (termine brutto da usare ma è così) d’Italia,  ovvero l’omicidio di Sarah Scazzi, la ragazzina uccisa ad Avetrana il 26 agosto del 2010.

A distanza di quasi tre anni e dopo vari colpi di scena, che hanno visto passare l’accusa di omicidio da Michele Misseri, zio di Sarah, a Sabrina Misseri e Cosima Serrano, a giorni arriverà la sentenza della Corte d’Assise, che oggi si chiuderà in camera di consiglio per elaborare un verdetto.

Sarah ScazziIl “giallo” di Sarah Scazzi è senza ombra di dubbio una delle vicende che ha suscitato maggiormente l’attenzione dell’opinione pubblica, sia per le incertezze e le lacune che ancora il caso presenta, sia per i colpi di scena che si sono susseguiti dal momento della scomparsa della ragazzina; a partire dal ritrovamento del cellulare di Sarah, per passare al ritrovamento del suo corpo e poi ancora alla confessione di Michele e alla ritrattazione della sua confessione con relativa accusa nei confronti della figlia.

Le ultime tappe decisive del processo sull’omicidio di Sarah Scazzi si sono tenute lo scorso 19 marzo e 26 marzo, giorni in cui hanno fatto la loro requisitoria, rispettivamente, il legali di Cosima Serrano e Sabrina Misseri.

Si attende ora la sentenza della Corte D’Assise, che metterà un punto al processo iniziato il 10 gennaio 2012.

 

 

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi