close

Salvatore Parolisi condannato all’ergastolo: femminicidio punito

Uno degli argomenti che preme di più al popolo italiano, soprattutto quest’anno, è quello del femminicidio. Uno dei tanti casi a cui abbiamo assistito ultimamente è quello di Melania Rea, la giovane donna di Somma Vesuviana uccisa il 18 aprile 2011 con 35 coltellate; omicidio di cui il primo sospettato è stato da sempre il marito Salvatore Parolisi.

Finalmente giustizia è stata fatta! A distanza di circa un anno e mezzo dal tragico evento, oggi tutti aspettavamo il verdetto che avrebbe condannato o scarcerato il Caporalmaggiore degli alpini Salvatore Parolisi, e il verdetto è arrivato: l’uomo è stato dichiarato colpevole dell’omicidio della moglie e condannato all’ergastolo.

Esito in parte confortante per l’intera società, ma soprattutto per il mondo femminile, il quale sempre di più è vittima di violenze da parte degli uomini. Ricordiamo, infatti, che ad oggi, solo nel 2012, sono più di 100 le donne morte per mano di un uomo (ultima delle quali Carmela, 17enne uccisa a Palermo) e troppo spesso i delitti sono rimasti impuniti.

Da mesi si stanno organizzando campagne di sensibilizzazione, manifestazioni e quant’altro per denunciare la gravità della situazione in cui noi donne riversiamo, ma senza concreti risultati; questa sentenza, però, potrà evitare un’ulteriore indignazione da parte del popolo italiano che vuole ancora credere nella giustizia.

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi