close

Sallusti e gli scenari fantapolitici: Alfano guidato dalla Merkel

Alessandro Sallusti ospite di Servizio Pubblico, stuzzicato da Michele Santoro su quanto accaduto ieri al Senato, scomoda scenari da fantapolitica in cui forze “esterne” con in testa la Merkel hanno cercato di far fuori Silvio Berlusconi, sfruttando le pedine Alfano e colombe del PDL.

Sallusti_Servizio_PubblicoParlando della “tentata” crisi di Governo che di fatto ha visto Berlusconi costretto ad una retromarcia, come mai prima, il direttore di Libero, Alessandro Sallusti tira fuori un’originale teoria di fantapolitica, che ha ovviamente come protagonista l’incubo del Cav: Angela Merkel. Sarebbe stata infatti la Merkel assieme ad altri poteri forti dell’Europa a premere sulle colombe, favorendo la costruzione di questa nuova maggioranza nel PDL.

Il tutto per evitare che Berlusconi potesse vincere le nuove elezioni subito dopo la caduta del Governo Letta. Una tesi sicuramente originale, ma che non trova (almeno per le notizie che possiamo avere) riscontri nei fatti. Mentre arrivano notizie che Alfano rinfrancato dalla vittoria abbia chiesto a Berlusconi “la testa” dello stesso Sallusti, della compagna e pitonessa Santanché, di Bondi e Brunetta, cioé dei falchi più falchi del Popolo della Libertà.

Notizia cui Sallusti ribatte, come se l’indiscrezione fosse uscita direttamente dalla bocca di Angelino Alfano, con veemenza dicendo che Alfano non capisce nulla perché pretende di “eliminare” persone che non sono alle sue dirette dipendenze. Insomma clima tesissimo nel centrodestra dove i falchi rimasti a becco asciutto, sembrano voler continuare la battaglia contro le colombe.

Tag:, , , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi