close

Sabato 15 ottobre: indignati di tutto il mondo unitevi!

È stato fissato per il 15 ottobre l’appuntamento in piazza  per il popolo degli “indignati”. Ma non una piazza soltanto: sabato prossimo in 400 piazze di 45 diversi paesi, il movimento dei giovani “indignati” farà sentire il suo grido di protesta.

indignadosNata in Spagna, adottando come manifesto il pamphlet Indignez-Vous! dello scrittore e poeta francese Stéphane Hessel, l’onda degli indignados si è espansa velocemente nel mondo. Dal Sud America, capeggiata in Cile dalla 23enne  Camila Vallejo, a Wall Street, fino a  Parigi, Roma, Mosca, Mumbay, Tokyo, Seoul e tante altre città.

In Italia, oltre a Roma, le manifestazioni sono previste a Torino, Bergamo, Bolzano, Firenze, Livorno, Pesaro, Oristano, Palermo e Caltagirone. I temi in programma? La crisi finanziaria, gli oltre 930mila lavoratori in cassa integrazione, il precariato. Ma anche esempi di buone prassi in tempo di crisi, come quella della diffusione di monete locali e del baratto in Grecia. Sarà una manifestazione senza bandiere e senza loghi politici: chi vi parteciperà lo farà rappresentando unicamente se stesso. E vuole essere un evento pacifico.

Sono le giovani voci dal basso che parlano questa volta. Quelle di chi non si sente più rappresentato da quanti stanno sopra, di chi non ne può più dei giochi della regina finanza, delle ingiustizie del mondo. Partecipiamole e ascoltiamole.

Che bell’esempio di collaborazione fra i popoli! Uniti per farsi forza in un momento di grande crisi del sistema capitalistico. Altro che guerre! Altro che divisioni! Donne, uomini del mondo uniti nel coro non violento del dissenso.

Tag:, ,

No Comments

No Comments

  • avatar image
    Melania
    13 ottobre 2011 Reply

    Io appoggio sempre queste manifestazioni. Peccato, però, che i destinatari del messaggio siano sempre sordi, anche e soprattutto quando si alza la voce. Ho smesso di andarci per questo motivo, anche se ammiro tanto chi continua a lottare.

    • avatar image
      Teresa
      18 ottobre 2011 Reply

      Vero...i destiantari sono sempre sordi -.-

    • avatar image
      Chiara22
      18 ottobre 2011 Reply

      E' un peccato smettere di partecipare perchè, come diceva il grande Giorgio Gaber, "libertà è partecipazione"

  • avatar image
    Teresa
    18 ottobre 2011 Reply

    Indignata.. sono davvero indignata per come sono andate le cose!! Poteva essere un evento costruttivo.. e invece??? Che tristezza!

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi