close

Ritrovato a Monaco di Baviera il Tesoro di Hitler

Il regime nazista bruciava le opere d’arte fatte di carta e inchiostro (i libri, per capirci) ma sapeva bene quale fosse il valore di una tela piuttosto che di un’altra, tanto è vero che quando il Terzo Reich venne sgominato, gli eserciti conquistatori confiscarono una collezione di opere d’arte pittorica che contava 1500 pezzi.

La collezione era soprannominata il Tesoro di Hitler ed considerata scomparsa. Adesso è stata rinvenuta in un appartamento a Monaco di Baviera, in Germania.

Le opere d’arte in questione sono quanto di più ricco e prezioso si possa trovare in una collezione di artisti dell’epoca moderna che contenga diversi nomi; sparito per tanto tempo, il Tesoro di Hitler  è stato poi rinvenuta per puro caso.

I ricercatori ed esperti ritenevano che i dipinti fossero andati perduti per sempre a causa dei bombardamenti che colpirono e rasero al suolo la Germania durante l’ultima parte del Secondo Conflitto breaking_news_pink_p2Mondiale; la collezione invece è stata ritrovata dietro un muro di barattoli di fagioli e frutta, nel nel decrepito appartamento di solitario Cornelius Gurlitt, figlio del gallerista Hildebrand Gurlitt nel sobborgo di Schwabing a Monaco.

Creduti distrutti per sempre dai bombardamenti e invece riportati alla luce c’erano dipinti di Pablo Picasso, Renoir, Henri Matisse e Marc Chagall, una collezione di nomi di tutto rispetto! Ad annunciare al mondo la scoperta che arricchirà senza dubbio la conoscenza mondiale della pittura mderna, è stato il settimanale scientifica tedesco Focus.

 

Tag:, ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi