close

Quirinale: secondo scrutinio segnato dalle schede bianche?

Dopo il nulla di fatto del primo scrutinio per l’elezione del Capo dello Stato, che ha bocciato il nome di Franco Marini arrivato a 521 voti, sta per cominciare il secondo scrutinio, dove si prevedono una marea di schede bianche e defezioni.

Sta per cominciare la prima chiama del secondo scrutinio per l’elezione del Presidente della Repubblica, ma sarà uno scrutinio inutile, che potremmo definire quasi farsa, visto che Scelta Civica voterà scheda bianca, la Lega Nord non sarà presente in aula, il PDL sta decidendo in queste ore se votare o meno, e lo stesso PD che ha proposto Marini, sembra abbandonarlo scegliendo di votare scheda bianca.

Contestazione_Quirinale_MariniIn tutto ciò il Movimento 5 Stelle, SEL di Nichi Vendola e i dissidenti del Partito Democratico continueranno a votare Stefano Rodotà, invocato a gran voce dalla gente presente all’esterno di Montecitorio, che ha tributato un vero bagno di folla ai due Capigruppo del Movimento di Beppe Grillo, unici  parlamentari ben accolti dalla piazza.

Dunque, il secondo scrutinio, così come il terzo previsto per domani mattina, rischiano di essere inconcludenti e inutili ai fini dell’elezione del Presidente della Repubblica, in quanto tutti attendono il quarto scrutinio, dove il margine per essere eletti scenderà da 672 a 504 voti, e dove non si sa bene se sarà ancora Marini il nome su cui confluire, oppure, se Bersani e il PD cercheranno una via meno traumatica e di rottura con la base e con un’ampia parte di Partito Democratico.

[slidewizard id=”29528″]

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi