close

Processo Ruby: adesso la nipote di Mubarack è ricercata

Ruby una delle protagoniste che ha fatto più parlare di sé in relazione allo scandalo delle notti di Arcore, in casa dell’ex Premier e neo candidato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Silvio Berlusconi, da oggi è ufficialmente ricercata dalla Polizia giudiziaria su “ordine” del Tribunale di Milano, in cui si sta svolgendo il processo sulla presunta prostituzione (anche minorile) di ragazze nella villa di Berlusconi.

Ruby Rubacuori (il suo nome d’arte), conosciuta anche come la nipote di Mubarack per la nota vicenda che ha coinvolto anche Nicole Minetti, sarebbe dovuta essere in aula per deporre, ma non si è presentata senza giustificare la sua assenza. Solo in un secondo momento è giunta la notizia che fosse all’estero. Davanti a ciò il PM Ilda Boccassini ha chiesto di far decadere il teste, e subito dopo la Corte ha richiesto che Ruby venga ricercata su tutto il territorio nazionale, raccogliendo anche informazioni dalla famiglia per capire dove sia in realtà, così da essere in aula il 17 dicembre data cui è stata rinviata l’udienza, cui nemmeno Berlusconi si era presentato.

L’avvocato Ghedini, difensore dell’ex Premier ha “etichettato” la scelta della Boccassini e della Corte del Tribunale di Milano, come volontà di colpire Berlusconi prima delle elezioni con una sentenza di colpevolezza. Staremo a vedere cosa succederà il 17 e se saranno in aula sia Ruby per deporre ed essere “interrogata” dalla Boccassini e Silvio Berlusconi.

Tag:, , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page