Categorie
Senza categoria

Piazza Affari festeggia la chiusura della procedura d’infrazione

La Borsa di Milano euforica alla notizia del ritiro della procedura d’infrazione per deficit eccessivo dell’Europa all’Italia. Ma Enrico Letta frena: benefici solo nel 2014.

breaking_news_pinkArriva l’indiscrezione che il 29 maggio nel corso del vertice europeo verrà ritirato il procedimento per deficit eccessivo da parte dell’Unione Europea verso il nostro Paese, e subito si scatenano i mercati finanziari che sembrano tornare a credere nell’Italia. Piazza Affari è in terreno positivo dalla tarda mattinata e la chiusura probabilmente si attesterà tra un +1% o +1,5%.

Ma è il Presidente del Consiglio, Enrico Letta, a frenare gli entusiasmi di tutti. In quanto i reali benefici di questa notizia si potranno avere solo nel 2014, momento in cui l’Italia potrà investire qualche miliardo di euro in infrastrutture e riforme per rilanciare il Paese. Dunque, scarse possibilità che l’IVA non arrivi al 22%, come dovrebbe accadere a luglio, oppure, che l’IMU venga effettivamente cancellata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *