close

Perché alle ballerine non gira la testa? Un nuovo studio può aiutare chi soffre di vertigini

Ballerine e ballerini passano ore e ore sul palco; fluenti e leggiadri si muovono da una parte all’altra del palco effettuando piroette, manège, fouettè. Mentre mettono in pratica tali virtuosismi a loro non gira mai la testa mentre noi altri abbiamo effetti collaterali fastidiosi, gli stessi che, quotidianamente, affliggono chi è affetto da vertigini.

Proprio dal segreto delle ballerine potrebbe arrivare un aiuto per chi soffre di vertigini, sia croniche che occasionali, dovute all’azione di organi vestibolari situati nell’orecchio interno. Le vertigini si sviluppano nel momento in cui, dopo aver girato su se stessi ed essersi conseguentemente fermati, il liquido teen-ballerina-00continua a muoversi.

Visto l’alta capacità di movimento dei ballerini i ricercatori dell’Imperial College di Londra hanno deciso di mettere in piedi uno studio poi pubblicato sulla rivista scientifica Cerebral Cortex.

Gli studiosi hanno reclutato 29 ballerine e 20 vogatrici fatte accomodare su una sedia posta in una stanza buia e poi fatte roteare sulla stessa. Durante i test i ricercatori hanno tenuto sotto controllo i riflessi oculari e, in un secondo momento, hanno esaminato la struttura del cervello con la risonanza magnetica.

I primi risultati hanno mostrato che nelle ballerine sia la percezione della rotazione che i riflessi oculari sono durati un tempo più breve rispetto alle vogatrici. I successivi controlli del cervello hanno poi mostrato che, nelle ballerine, l’area del cervelletto deputata all’elaborazione dell’input sensoriale proveniente dagli organi vestibolari è più piccola. Secondo i ricercatori questo dipende dal fatto che le ballerine, quando si dedicano alle complesse piroette, non attivano i loro sistemi vestibolari basandosi, invece, su movimenti altamente coordinati pre-programmati.

Il dottor Barry Seemungal ha infatti affermato: «Non è utile per un ballerino sentirsi senza equilibrio o con le vertigini. Il loro cervello si adatta dopo anni di allenamento per sopprimere tale input. Di conseguenza, il segnale che proviene dalle aree del cervello responsabili della percezione delle vertigini nella corteccia cerebrale si riduce, rendendo i ballerini resistenti alla sensazione di vertigini. Se siamo in grado di centrare la stessa zona del cervello, o di monitorarla, nei pazienti con vertigini croniche, possiamo cominciare a capire come meglio trattarli».

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi