close

Pd, oltre a Bersani si dimette anche la Bindi: il partito ha dato cattiva prova di sè!

Continuano ad arrivare notizie dal mondo del Partito Democratico. E dopo la disfatta di Prodi al Quirinale nella quarta votazione e le dimissioni del segretario di partito Pierluigi Bersani, ecco arrivare anche le dimissioni di Rosy Bindi che si dimette da presidente dell’assemblea nazionale del Pd: “il partito ha dato cattiva prova di sè” avrebbe spiegato la Bindi.

Un altro forte segnale di disgregazione all’interno del partito, ma che non sembra essere una conseguenza delle dimissioni di Bersani. Stando a quanto dichiarato dalla Bindi, infatti, la decisione di lasciare sarebbe stata presa dei lei molto prima: in data 10 aprile.

Cosa è accaduto il 10 aprile? Rosy Bindi rosy bindi si dimette presidente assemblea nazionale pdavrebbe consegnato a Bersani una lettera di dimissioni da presidente dell’Assemblea nazionale del Pd:  “avevo lasciato a lui la valutazione sui tempi e i modi in cui rendere pubblica una decisione maturata da tempo – avrebbe poi spiegato la Bindi, aggiungendo – ma non intendo attendere oltre”.

Nelle parole della Bindi ci sarebbero anche risentimenti per non esser stata “direttamente coinvolta nelle scelte degli ultimi mesi né consultata sulla gestione della fase post elettorale”. Una serie di motivazioni che l’avrebbero quindi indotta a scrivere quella lettera, consegnata circa 10 giorni fa a Pierluigi Bersani.

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi