close

Naufragio Scicli: arrestati 7 presunti scafisti

Ci sono state delle svolte, forse decisive, nelle indagini riguardo al naufragio avvenuto ieri sulle coste a largo di Scicli, nei pressi di Ragusa. Sono stati arrestati 7 siriani, ritenuti i componenti dell’equipaggio del peschereccio con a bordo i 160 profughi, tutti eritrei, trai quali ci sono state 13 vittime annegate.

I sette agli arresti sono accusati di reato di morte in seguito ad evento criminoso, accusa leggermente diversa da quella per omicidio, dal momento che per ora non ci sono i presupposti per verificare se il crudele equipaggio abbia obbligato o meno le vittime a tuffarsi in mare.

Sono stati invece rilasciati e condotti nel centro di accoglienza di Pozzallo i due presunti scafisti che erano stati bloccati ieri e condotti alla caserma dei carabinieri della Tenenza di Scicli. Dalle testimonianze dei compagni di viaggio superstiti, nessuno li ha riconosciuti come membri dell’equipaggio.

Non è tuttavia escluso che l’accusa di “reato di morte in breaking_news_pinkseguito ad evento criminoso” possa essere trasformata in omicidio; le indagini infatti stanno procedendo e nelle prossime ore si potrebbero avere più elementi.

Intanto sono stati riconosciuti cinque dei tredici naufraghi morti annegati al largo della costa siciliana: tre portavano addosso i documenti di identità, mentre altri due sono stati riconosciuti da altri compagni di viaggio e di sventura, due parenti, un cugino e un fratello. Intanto le motovedette dei carabinieri hanno ripreso le ricerche per accertarsi che non ci siano altri dispersi in mare.

 

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi