close

Naufragio al largo di Lampedusa, almeno 10 morti

Appena un giorno fa avevamo riportato la notizia di un naufragio al largo delle coste di Scicli, costato la vita a 13 persone. Oggi un’altra tragedia si è verificata al largo dell’Isola dei Conigli, presso Lampedusa. A poche miglia dalla costa dell’isola, un barcone con a bordo un numero imprecisato (presumibilmente centinaia) di profughi migranti, è naufragato.

Un bilancio provvisorio delle vittime parlerebbe di 10 morti, tra cui una donna incinta; tuttavia la stima è tristemente bassa e provvisoria, dal momento che molte persone a bordo del barcone non sono state ancora ritrovate.

Intorno alle 7.20 di stamattina, 3 ottobre, la Guardia Costiera ha ricevuto alla capitaneria di porto diverse segnalazioni provenienti da due pescherecci che si sono trovati, per fortuna, sulla rotta del barcone naufragato. In tutte le segnalazioni ricevute dalla capitaneria, si riferiva di persone in acqua, a circa mezzo miglio dall’Isola dei Conigli.

Immediatamente sono partiti i soccorsi: da Lampedusa sono partite due motovedette della guardia costiera e una della guardia di finanza, mentre da Catania e dalla base sulla Nave breaking_news_pink_p2Vega della marina militare sono decollati due elicotteri che sono arrivati prontamente sul posto per soccorrere gli oltre 100 naufraghi in mare.

Ben 60 di essi devono la vita e la salvezza al peschereccio che li ha letteralmente pescati, mentre degli altri (circa) 40, dieci sono stati recuperati già privi di vita, e altri sono stati tratti in salvo dalla guardia costiera. Mancano all’appello ancora diverse persone.

Del barcone che li ha trasportati fino al largo dell’Isola dei Conigli non c’era traccia. Il sindaco Giusi Nicolini dichiara: “È una tragedia”.

 

Tag:, ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi