close

Muri legali per i writers romani: 15mila metri quadrati a disposizione!

La street art e i writers non hanno mai avuto vita facile, un po’ perché il più delle volte si tratta effettivamente di vandali che nulla hanno a che vede con l’arte, ma anche a causa del pregiudizio sociale che rende la vita difficile ai veri writers.

roma muri writer liberiOra la musica cambia, infatti, a Roma sono stati istituiti i muri legali, così detti perché il writer può andare lì ad esprimersi senza il pericolo di incappare in multe e problemi con la legge. Si tratta di ben 15mila metri quadrati messi da parte per loro in seguito all’accordo tra Roma Capitale e le associazioni Walls e 21 Grammi.

La motivazione maggiore a questo provvedimento è stata proprio la necessità di limitare il vandalismo che assale i monumenti della città. Ieri 12 luglio è stato inaugurato il primo muro legale, alla stazione metro di Monti Tiburtini, dove gli artisti capitolini Orma, Trota e Thoms hanno sfogato la loro creatività alla presenza di Marco Visconti, assessore all’Ambiente.

Altre zone interessate dai “graffiti legali” saranno il viadotto Gronchi, via Collatina, via Portuense, circonvallazione Gianicolense, via Angelo Emo, viale Falcone e Borsellino, mentre le pareti esterne delle metropolitane saranno destinate alle Hall of Fame, dove i writers avranno la possibilità di realizzare opere complesse e di alto valore artistico.

A completamento di questo provvedimento è stato aperto anche il sito www.urbanact.it, dedicato agli artisti di strada di tutto il panorama europeo.

Tag:, ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi