close

Moda shock: pezzi di stoffa mangiati per ingannare la fame

Fare la modella, come si sa, ha i suoi “costi”, che consistono in enormi sacrifici che spesso superano la soglia della normalità e rientrano nella pazzia. A fare molte rivelazioni shock sul mondo della moda ci ha pensato ora Kristie Clements, ex editor di Vogue Australia, che ha raccolto in un libro tutti i retroscena delle tanto ambite passerelle.

Sulle passerelle del mondo intero, soprattutto le più importanti, si vedono troppo spesso sfilare modelle sempre più magre e come sappiamo già da anni, una delle più grandi cause dei problemi alimentari consiste negli stereotipi mostrati e richiesti dal mondo della moda.

Modelle che sfilanoKristie Clements, recentemente licenziata dopo essere stata per ben 25 anni editor di Vogue Australia, all’interno del suo libro The Vogue Factorha svelato molti dei segreti e dei trucchi utilizzati dalle modelle per mantenere la loro linea (scheletrica aggiungerei) e nonostante ne avessimo già sentite tante, siamo state ancora capaci di rimanere scioccate.

La cosa che rende più incredule è senza ombra di dubbio l’utilizzo di stoffa utilizzata per ingannare la fame; molte ragazze, infatti, ingoiano della stoffa per aumentare il senso di sazietà che le induce, così, a non provare voglia di cibo.

Moltissime sono, inoltre, le modelle, che secondo il racconto della Clements, consumano abitualmente un solo pasto nell’arco di tre giorni di lavoro, arrivando poi a dover ricorrere, per riuscire a rimanere in piedi, alle flebo.

Non ci resta che constatare, dunque, che se le notizie riportate da Kristie Clements nel suo libro sono vere, nonostante il lancio della moda “curvy”, sono ancora troppi i casi di seri disturbi alimentari legati alle richieste delle passerelle.

 

 

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi