Capo d’abbigliamento di grande sensualità e seduzione; il corsetto si prepara a fare il suo grande ritorno per l’estate 2013. Ideato con l’intento di correggere i disturbi della schiena, divenne successivamente l’accessorio più utilizzato a partire dal XVI secolo.

Fu la moda spagnola a dettare legge sul modo di vestirsi, dal Rinascimento in poi, con l’intento di valorizzare le donne, esaltandone la fisicità. Ragazze strizzate in corsetti talmente stretti da dover quasi trattenere il respiro, il tutto sigillato con chiusura sul retro, impreziosita da lacci colorati o da gancetti.bustier

La figura femminile era rigida ed austera e tale rigore era da attribuire alle stecche di balena o di vimini, inserite direttamente all’interno della stoffa per irrobustirne la struttura. La vita si assottigliava sempre di più, suscitando l’interesse erotico tra gli ammiratori delle ragazze che amavano indossarlo.

Il bustier perse col tempo notorietà, divenendo un indumento di nicchia ma fu poi resuscitato da Dolce&Gabbana che pensò ad un look stravagante da far sfoggiare a Madonna in uno dei suoi concerti. Da allora molte pop star impazziscono per i corsetti e pare che per questa estate sia uno dei capi d’abbigliamento più trendy per le ragazze.

Corti fino a far vedere l’ombelico, a fantasia, semplici o con ricami in pizzo, i Bustier si preparano a ritornare facendo felici anche molti ragazzi amanti del genere 😉