close

Mike Roberts, ex dirigente McDonald’s, lancia Lyfe e si dà ai cibi salutari

Caro McDonald’s tu mi piaci tanto, ma ora basta… mi do alla cucina salutare. Potrebbe essere questa l’idea e la riflessione fatta da Mike Roberts, quando ha deciso di lanciare la sua nuova catena di ristoranti dedicati al cibo salutare e di stagione.

Mike Roberts lyfe mcdonaldsCerto, detto così chiunque di noi direbbe, va beh… ce ne sono tante catene di ristoranti che vantano cibi biologici e prodotti preparati in modo salutare. E questo è vero, ma quello che non vi ho detto ancora è che il signor Mike Roberts non solo è il co-fondatore e amministratore delegato di Lyfe (nome della catena di ristoranti), ma è anche ex presidente e chief operating officer di McDonald USA.

Ebbene si… un fuggitivo che ha deciso di abbandonare il mondo dei fritti, dei grassi e dei conservanti, per darsi al mondo salutista. E non sembra nemmeno un caso l’idea di chiamare Lyfe la catena di ristoranti, dato che a dispetto dei calorici hamburger, delle patatine e dei fritti vari con salsine di ogni genere, ci saranno ingredienti rigorosamente di stagione, senza conservanti e con ricette che vedono assolutamente esclusi alcuni ingredienti. Quali? Semplice, sostanze come: sciroppo di glucosio-fruttosio, burro, zucchero bianco, panna, farine raffinate, additivi, OGM e grassi trans.

Ma non è ancora tutto, perchè Lyfe prevederà anche un’offerta di menù dedicati ai vegani: un parterre di alimenti che coprirà l’intero arco della giornata, dalla colazione alla cena. E ci sarà pieno rispetto anche di chi non può mangiare piatti con glutine, grazie ad alcuni piatti studiati ad hoc e glutine free.

Insomma questa catena Lyfe, il cui claim e l’acronimo sono Love Your Food Everyday, sembra davvero promettere bene e proporre una vera inversione di tendenza per il panorama della ristorazione americana. Secondo quanto dichiarato da Mike Roberts, inoltre, nei prossimi anni dovrebbero arrivare a circa 500/1000 i punti di ristorazione firmati Lyfe negli USA e chissà… magari se le cose andranno bene espanderà il suo brand anche in Europa.

Certo, al momento tutto è ancora in fase embrionale, ma l’idea a chi vi scrive piace molto. E voi? che ne pensate?

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi