close

Maratona di New York annullata: tutta colpa dell’uragano Sandy

In seguito ai tristi avvenimenti causati dal passaggio dell’uragano Sandy, il sindaco di New York (Michael Bloomberg) ha deciso di annullare la 43-esima edizione della New York City Marathon.

La Maratona, la quale avrebbe dovuto disputarsi ieri, 4 novembre 2012 ,e che contava 40-mila runners, è stata annullata per la prima volta dopo 43 anni.

La prima edizione, infatti, si è svolta nel 1970, e da allora i cittadini della Grande Mela non hanno mai cancellato una corsa, nemmeno in seguito agli attentati del 2001; anzi, in quell’occasione la maratona si era caricata di un forte valore simbolico, visto che si è disputata a distanza di poche settimane dall’attacco alle Torri Gemelle.

Il primo cittadino ha dichiarato di aver preso la difficile decisione in seguito alle polemiche che iniziavano a dividere la città; gran parte di Manhattan, infatti, si trova ancora senza elettricità e i servizi di trasporto pubblico non sono stati ancora ripristinati completamente.

Maratona di New York City 2012 cancellataIl sindaco spiega che la manifestazione sportiva avrebbe richiesto un ingente numero di personale delle forze dell’ordine, il cui aiuto, al momento, è indispensabile alla popolazione colpita dall’uragano.

“La maratona è stata una parte integrante della vita di New York negli ultimi quarant’anni ed è un evento in cui partecipano decine di migliaia di persone e sono milioni quelli che la guardano. Durante la gara non si sarebbe comunque sottratto forza alle risorse necessarie per i lavori in corso, ma è chiaro che tutto ciò sia diventato fonte di polemiche e divisioni.” ha dichiarato Bloomberg.

La manifestazione ha sempre unito la città, ispirando con le sue storie di coraggio e determinazione, ma il sindaco ha ritenuto fosse importante non oscurare quest’evento con la negatività delle polemiche sorte nelle ultime ore.

“Non possiamo permettere che ci siano polemiche su un evento sportivo che possa distogliere l’attenzione dal lavoro critico e importante che si sta facendo per fronteggiare i danni della tempesta e rimettere in piedi la città.”

Tante le polemiche e il malumore dei concorrenti e dei cittadini, ma alla fine, però, la decisione è stata accettata, seppure a malincuore, anche dai maratoneti e dalle organizzazioni i quali hanno deciso di donare alle vittime dell’uragano 1 milione di dollari (pari a 26,20$ per ogni maratoneta iscritto).

Dopo 43 ininterrotti anni di successo, la New York City Marathon è stata annullata, ma ha lasciato ugualmente il suo segno nei cuori di chi ha ricevuto il sostegno delle migliaia di runners provenienti da tutto il mondo.

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi