close

L’importanza dei nonni: come sostituire una baby sitter!

In un articolo precedente abbiamo consigliato come scegliere una tata, un’animatrice o una baby sitter per permettere l’educazione dei figli sulla stessa linea di quella genitoriale quando si è occupati con il lavoro.

nonno nipote baby sitterOggi possiamo affermare che i nonni che fanno da baby sitter sono ben 9 milioni. Alcuni genitori, però, preferiscono affidarsi  a tate estranee per non esser di peso ad alcun parente della famiglia o perchè non vogliono viziare i propri figli. Innanzi tutto vorrei sfatare la leggenda che i nonni viziano. Nel mio caso, ho avuto dei nonni molto severi riguardo l’istruzione scolastica: non c’era pomeriggio di svago se prima non avevo studiato almeno per un’ora l’inglese con il nonno.

Certo non è facile per due persone anziane tornare a fare da educatori e genitori, soprattutto se si tratta dell’era tecnologica che stiamo vivendo. Il rapporto con i nonni, però, è un rapporto speciale: il nipotino può imparare la saggezza del nonno, viceversa il nonno, può rimanere al passo con i tempi grazie alle abitudini del piccolo donandogli un po’ di giovinezza interiore.

Spesso, mi capita di conoscere mamme contrarie al “pomeriggio dai nonni” e mamme che approfittano fin troppo della loro disponibilità. Le prime si possono distinguere in due tipologie: quelle iperprotettive che reputano i propri genitori anziani e non in grado di badare ad una creatura così piccola, per mancanza di forze fisiche; altre gelose del rapporto tra nonni e nipoti a tal punto da trasferirsi fuori città pur di non alimentare questa relazione affettiva.

Diversamente, le mamme che approfittano troppo dei nonni, sono così abituate a parcheggiare i loro figli durante gli impegni di lavoro che lo fanno anche per andare a fare shopping.

Il comportamento più giusto da tenere in entrambi i casi è quello di:

•    stabilire sin dall’inizio due o tre pomeriggi da passare con i nonni, gli altri con i genitori o eventualmente con la baby sitter;
•    lasciare ai nonni i propri spazi senza farli sentire in colpa se un pomeriggio hanno da fare;
•    non dire loro come devono crescere i vostri figli, ma mostrar loro, garbatamente, come saper sviare capricci e piagnucolii del bambino per evitare che la casa dei nonni diventi il rifugio dai genitori severi;
•    non riempirli di belle parole per l’aiuto che vi danno se poi non li rendete partecipi della vostra vita familiare.

Dall’altra parte i nonni dovrebbero:

•    rendersi disponibili per i propri nipoti senza aver paura di non esserne all’altezza;
•    non sentirsi vittime della vecchiaia per liberarsi dall’impegno del nipotino,
•    non parlar male ai nipoti dei propri genitori, ponendosi come difensori personali del bambino.

E poi come consiglio sempre: usate il buon senso, genitori o nonni che siate!

Tag:, , , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi