close

Licenziata perché irresistibile: Corte emana sentenza maschilista

In concomitanza al volantino shock sul femminicidio, affisso nella chiesa di San Terenzio di Lerici da Don Piero Corsi, in cui le donne vengono accusate di meritarsi il peggio per essersi allontanate dalla virtù e dalla famiglia, un’altra sentenza shock è arrivata dallo Iowa, dov’è stato considerato lecito il licenziamento di una donna perché “irresistibile”.

Tanto assurdo quanto vero: nel 2010 Melissa Nelson, assistente in uno studio dentistico a Fort Dodge, fu licenziata su richiesta della moglie del suo datore di lavoro, James Knight, perché il suo aspetto fisico era un rischio per il loro matrimonio.

Tra Melissa e James, che hanno lavorato insieme per 10 anni, non c’è stato mai nulla che potesse far pensare ad una relazione o ad un suo possibile inizio, anzi, la Nelson ha dichiarato che vedeva nel Sig. Knight una figura paterna. E’ bastato, però, un semplice scambio di corrispondenza via e-mail (in cui gli argomenti erano lavoro, vicende riguardanti la famiglia, ecc), scoperto dalla moglie di James, per far cogliere alla donna il pericolo e chiedere al marito di licenziarla; cosa che è stata fatta.

melissa nelsonInutili i tentativi di obiezione della Nelson, visto che, a distanza di due anni, la Corte Suprema (composta da soli uomini) dell’Iowa ha ora deciso che il licenziamento era legale. Uno degli avvocati di James Knight ha, inoltre, dichiarato al Daily Mail “Questa decisione è una vittoria per i valori della famiglia poiché la signora Nelson è stata licenziata per salvare un matrimonio, non perché è una donna […] La decisione della Corte chiarisce che in casi come questo si può favorire la famiglia senza commettere discriminazioni”.

James Knight potrà, dunque, d’ora in poi stare tranquillo; l’uomo, infatti, pochi mesi dopo il licenziamento ha affermato che era preoccupato per il rapporto che si stava creando con quella donna incredibilmente attraente, aggiungendo che nell’ultimo periodi di lavoro Melissa vestiva con abiti stretti che era impossibile non notare.

Insomma… gira e rigira, a quanto pare, non è mai colpa degli istinti (che basterebbe semplicemente controllare) degli uomini, ma sempre delle provocazioni delle donne!

 

Tag:, , , ,

No Comments

Partecipa alla discussione

Story Page