close

Le celebrità vivono meno degli altri: colpa della troppa fama!

Avere una splendida carriera ed essere sotto i riflettori costantemente potrebbe costare caro: una vita meno duratura per le celebrità, lo suggerisce un’analisi delle necrologie in una rivista statunitense.

L’analisi ha dimostrato che gli artisti e le star nel mondo dello sport erano meno longevi, rispetto le persone, che hanno successo in altre carriere. I ricercatori riconoscono che lo studio non vuole dare delle risposte conclusive, ma s’interessa sulla “questione del caro costo della fama”.

I dati sono stati pubblicati sulla rivista internazionale di medicina QJM.

In Australia, i ricercatori hanno esaminato 1,000 necrologie del  New York Times, che vanno dal 2009 al 2011. Esse hanno mostrato che artisti, quali cantanti, attori e musicisti, e chi ha praticato sport agonistico, sono morti giovani – ad un’età media di 77 anni. Scrittori e compositori sono morti all’età di 79; chi ha lavorato come accademico, storico ed economista, è sopravvissuto fino a 82 anni, mentre chi nella politica e nel business, mediamemte fino all’età di 83 anni.

I ricercatori, dell’Università di Queensland e dell’università del Nuovo Galles del Sud, hanno affermato che il cancro, nella specie i tumori ai polmoni, era più comune negli artisti dello spettacolo.

Il professore Richard Epstein ha affermato: “un’analisi retrospettiva intermittente come questa non può provare nulla, ma provoca interessanti questioni: se è vero che gli artisti di successo e gli sportivi tendevano ad avere una vita breve, ciò implica che la fama alla giovane età predispone ad una celebrità star vita più brevemala-salute nella tarda età, dopo aver avuto successo? O le pressioni psicologiche favoriscono una tendenza all’autodistruzione? O il successo porta al cambiamento della personalità, quindi all’uso di sigarette, alcol e droghe illecite per migliorare la prestazione in poco tempo?”.

Il professore ha aggiunto che, qualunque sia la ragione, tali scoperte dovrebbero essere considerate come “un ammonimento per i giovani aspiranti che vogliono diventare delle star”.

Honey Langcaster-James, psicologa specializzata nel comportamento delle celebrità, ha affermato: “i risultati sono interessanti perché suggeriscono un rischio inerente alla carriera pubblica e che i lustrini non sono necessariamente d’oro. Le celebrità potrebbero pagare a caro prezzo la loro carriera”.

Tuttavia, lei afferma che non è facile dare una spiegazione scientifica. D’altra parte, la psicologa ha dichiarato che una carriera “ha fattori di stress” come “la continua pressione di essere all’altezza della propria immagine pubblica, che può portare comportamenti rischiosi”.

Tag:, , , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi