close

Lavaggio in lavatrice? Facile con i detersivi e i consigli giusti!

Quante volte noi donne ci troviamo a discutere con la lavatrice per aver scolorito la nostra maglietta preferita o per aver colorato di rosso il completino intimo della prima notte di nozze? Ci poniamo a tu per tu con l’elettrodomestico e lo trattiamo come se fosse una persona, come se avesse la capacità di capire che noi, distrattamente, abbiamo messo i bianchi insieme ai colorati.

bucato lavatrice trucchi consigli lavatriceCosì ci facciamo venire la mania del lavaggio a mano per qualsiasi tipo di capo delicato. In realtà fare una lavatrice non è poi così difficile se ci si fa aiutare in primis dall’etichetta del capo che vogliamo lavare e in seguito da un buon detersivo.

L’etichetta è fondamentale per capire temperatura e tipo di lavaggio: la vaschetta con la mano indica che il capo non può esser lavato a macchina, i gradi segnati nella vaschetta indicano la temperatura al quale l’indumento è trattabile in lavatrice e se la vaschetta ha una sottolineatura nera significa che il lavaggio deve essere delicato (centrifugato a bassi giri).

Per quanto riguarda i detersivi contro lo sporco più resistente utilizzati ad alte temperature, i migliori sono quelli in polvere; mentre i liquidi sono ottimi per lana, delicati e bucato a mano.

Gli antimacchia fanno parte di una famiglia diversa dei detergenti comuni e in commercio troviamo diversi sbiancanti ottici: “illuminano” la macchia a tal punto da renderla invisibile ai nostri occhi, ma senza rimuoverla. Com’è possibile? Il nostro occhio non “legge” oltre una certa lunghezza d’onda le radiazioni ultraviolette e così viene ingannato dall’alta luminescenza. Lo sbiancante per antonomasia è quello a base di percarborato di sodio che libera ossigeno e non danneggia l’ambiente e l’uomo.

E’ inutile acquistare diversi antimacchia lavaggio mano lavatriceper ogni tipo di sporco, meglio servirsi degli antichi rimedi per non far penetrare la macchia tra le fibre. Se ci si macchia di olio e grasso, borotalco e sale evitano che la macchia si espanda; le macchie di sangue vanno sciolte in acqua fredda o tiepida; in quella calda, invece, vanno lavate le macchie incrostate da diversi giorni pretrattate per ammorbidirle.

Gli ammorbidenti sono additivi al detersivo di base, ma devono esser utilizzati solo in casi di acqua dura. Per verificare la dolcezza e la durezza dell’acqua potete consultare la tabella nazionale riportata su http://assocasa.federchimica.it/DUREZZAACQUA.aspx oppure acquistare la striscia di misurazione nei negozi specializzati.

La regola del lavaggio misto a zero gradi può andar bene per cose poco sporche e che hanno già subito lavaggi in precedenza, mai unire un pareo nuovo arancione alla biancheria, il risultato sarebbe devastante! Nel lavaggio a zero gradi è consigliabile aggiungere un disinfettante delicato come Napisan o Amuchina (linea lavatrice), che non scolorisce i capi ma ne elimina i batteri.

Questi, sono spesso consigliati per bucati di indumenti dei bambini o sportivi.

Buon lavaggio…

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi