Categorie
Musica & Spettacolo

Justin Bieber si scusa con i fan: ero in ritardo di 40 minuti

Cosa c’è peggio di un esercito di mamme agguerrite? Nulla! E questo Justin Bieber forse ancora non l’aveva capito!

Il cantante canadese è stato davvero impavido e, non curante delle reazioni che avrebbe potuto suscitare, ne ha combinata un’altra delle sue, facendo infuriare i genitori di tante teenager, a cui oggi, però, ha chiesto scusa.

Per chi si fosse perso l’episodio, Justin ha inaugurato la tappa londinese del suo Believe Tour non nel migliore dei modi, salendo sul palco con circa due ore di ritardo (il concerto sarebbe dovuto iniziare alle 20:30 e lui alle 22:25 ancora non Justin Bieberc’era). La cosa ha fatto arrabbiare, e non poco, i fan del cantante, che una volta salito sul palco ha ricevuto lamentele e fischi.

Non solo, infatti, molti adolescenti sono stati costretti a fare le ore piccole alla vigilia di un normalissimo giorno di scuola, ma alcuni di loro sono addirittura dovuti andar via prima che il concerto iniziasse, non riuscendo proprio a vedere il loro beniamino.

Dopo un primo momento di indifferenza, oggi sono arrivate le scuse del cantante, che ha comunicato:

“Ero in ritardo di 40 minuti, e mi scuso con tutti quelli che si sono sentiti offesi, ma è stato un grande show e ne vado fiero. Stasera saremo puntuali e faremo un concerto fantastico per tutti quelli che ci saranno”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *