close

Justin Bieber: é l’ultima pop star adolescente sull’orlo di un disastro?

Dopo i recenti scoop imbarazzanti e svariate notizie, tali da sminuire la reputazione di Justin Bieber da idolo-icona degli adolescenti, i tabloid si chiedono se la pop star sarà l’ultima celebrità teenager ad impazzire e a fallire.

Recentemente, la diciannovenne star del pop ha passato una pessima settimana, tra lavoro, ospedale e paparazzi. Pochi giorni fa,  è stato criticato dalle sue fan, perché si è presentato tardi ad un concerto.

Sul web sono apparse foto in cui Bieber fumava marijuana, e titoli giornalistici hanno rivelato, che la star ultra-popolare non tarderà a seguire lo stesso percorso della famosa Britney Spears, ossia verso il disastro. Tuttavia, altri difendono la star, suggerendo che lui stia attraversando una fase naturale della sua vita: l’adolescenza.

Donnie Wahlberg, aveva solo 14 anni quando debuttò nella musica nel 1980 e ricorda la pressione e i periodi difficili, che ha dovuto passare come giovane celebrità. “gli errori di Justin Bieber sono quelli che ognuno fa alla sua età. Il suo problema sono i 50 paparazzi intorno a lui, pronti a trovare l’esclusiva su quello che fa”.

La pressione su Bieber si è resa evidente nei giorni, Justin Bieber pop star problemi flop addio musicache hanno seguito il suo malore alla O2 Arena di Londra, quando il cantante nominato ai Grammy scrisse su Instagram che è stanco “delle continue bugie da parte della stampa” e che avrebbe dovuto riposarsi: “ho realizzato più di quello che potevo immaginare, ho 19 anni e per molti deve essere strano pensare che questo sia solo l’inizio. Sono una brava persona con un grande cuore e non è semplice. Mi arrabbio sempre. Sono umano. Posso anch’io sbagliare”.

Nick Carter, membro dei Backstreet Boys, difende Bieber: “in qualche modo ci si sente sotto pressione, ti mancano gli amici, la tua infanzia, vedi i tuoi coetanei andare a scuola e crescere e tu che ripeti sempre ‘Oh, devo tornare in tour”.

Sia Carter che Wahlberg non vogliono dare consigli a Bieber semplicemente perché hanno passato la sua stessa situazione. “La realtà è che lui farà quello che vuole fare. Ciò che è successo a me quando avevo la sua età è stato lo stesso: il potere. I tuoi genitori ti dicono, ‘non fare questo, non fare quello’ e tu, guardandoli, rispondi: “Chi sei tu? Io sono io”.

Ma la popolarità lascia la libertà di essere quello che sei, di essere un bambino?

Tag:, , ,

No Comments

Leave a reply

Post your comment
Enter your name
Your e-mail address

Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi